L’ex allenatore dell’Empoli Silvio Baldini è stato intervistato dai colleghi del portale Lalaziosiamonoi.it in merito alla gara che domani vedrà opposti azzurri e biancocelesti. Ecco uno stralcio delle sue parole:

 

L'ex mister azzurro Silvio Baldini con Lele Oriali
L’ex mister azzurro Silvio Baldini con Lele Oriali

L’Empoli sembra rivitalizzato dalla vittoria nel derby, mentre la Lazio rincorre il secondo successo consecutivo: che scontro sarà all’Olimpico?

“Non è affatto semplice fare pronostici. L’Empoli è tornato a giocare il calcio che conosce, fatto di grande aggressività e velocità. Per la Lazio sarà un test importate. Col cambio di allenatore ha dimostrato di aver ritrovato i giusti equilibri e andare a vincere a Palermo non era facile”.

 

Come vorrebbe finisse domenica?

“Sinceramente faccio il tifo per l’Empoli, vorrei vincesse. Se dovessi scommettere un euro punterei sulla Lazio. Il cambio in panchina ha portato nuova verve. Imporsi in quel modo a Palermo dopo un derby perso mi fa ben pensare. I giocatori hanno ritrovato delle certezze. Mi auguro di sbagliarmi (ride, ndr). Col cuore dico Empoli, ma la testa mi dice Lazio”.

 

Come è cambiata la piazza empolese rispetto a quando c’era lei?

“L’Empoli ha un grande presidente, molto attento anche al settore giovanile. Sa scegliere i collaboratori giusti e con molta umiltà fa sempre scelte oculate. Guardate con Sarri”.

 

 

9 Commenti

  1. Se non sbaglio Silvio Baldini e’ stato colui che ha inventato il 4-2-3-1 e lo mise in pratica con l’Empoli nella stagione 2000-2001.
    Nessuno, almeno in Europa, lo aveva mai adoperato prima dell’Empoli… Sembra strano, ma quello che si diceva all’epoca era questo.

    Nella stagione 1999-2000 fu il principale artefice della salvezza Azzurra in B dopo uno sciagurato inizio con Gustinetti.
    Un gran bel ciclo di 4 anni con salvezza finale in serie A nella stagione 2002-2003… Bravo Silvio, ti ricordiamo con piacere!

    Il secondo Silvio, stagione 2008-2009, era forse già un ex-allenatore…

  2. Peccato che dopo la prima esperienza empolese si sia un po’ perso ma è grazie a quel magico Empoli che iniziai a seguire gli azzurri. Era una squadra fortissima e bella da vedere.

  3. Concordo con Zapata.L’arrivo di Silvio e Pino nel’99 ci rimise in carreggiata e permise di creare quella struttura che ci ha permesso di stare ormai da vent’anni tra B e A.

  4. Grande Silvio! ricordo con. quanto orgoglio disse dopo inter Empoli che era stato bellissimo vedere e sentire in un san siro colmo di interisti i 200 empolesi che cantavano sotto di 4 gol,ci elogiò ed era fiero di noi.

  5. Zapata, è vero, quell’Empoli fu il primo as usare il 4231, ma in Italia. In Spagna, mi pare il Real e il Valencia di Benitez, lo usavano già.
    Che squadra!

  6. grande Silvio prima maniera ma ovviamente grande merito al nostro settore giovanile, fece espolodere Bresciano , Marchionni e Di Natale,oltre a lanciare gente come Saudati, poi Pino in stato di grazia portò a casa gente come il Macca e Rocchi nei 2 anni successivi (oltre ad un grande Barollo che per 3-4 mesi fece vedere grandissime cose a centrocampo, poi gli infortuni ebbero la meglio purtroppo) certo ci siamo abituati benino negli ultimi anni, io ripenso a quando in attacco c’avevamo De Martino ,Guido Carboni e Perrotti………

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here