simone verdiUno dei ragazzi che con il 30 giugno non rientrerà più tra i tesserati dell’Empoli è Simone Verdi. Il trequartista pavese infatti, come noto, è a metà tra Torino e Milan e nei prossimi giorni dovrà essere presa una decisione visto che questa estate sarà l’ultima in cui si discuteranno le comproprietà.

Al momento, come ci ha spiegato il suo procuratore, Donato Orgnoni, è davvero difficile capire che tra le due squadre potrà avvalersi del suo cartellino, con forse il Toro (potrebbe anche sembrare paradossale) che potrebbe avere maggiori liquidità.

 

La situazione delle panchine, soprattutto in casa rossonera, potrebbe però in qualche modo essere illuminante, se soprattutto la nuova guida tecnico del Milan potesse avere voglia di visionare la “Lanterna Verde”.

E l’Empoli? Empoli potrebbe ancora essere nel destino di Simone, assolutamente. Ma è presto, anche perchè lo stesso Empoli ancora non ha una certezza su chi sarà il prossimo allenatore e quindi sapere (con Sarri la certezza di questo ci sarebbe) se c’è voglia di proseguire con questo ragazzo.

 

Verdi ha disputato in azzurro le ultime due stagioni, arrivando lo scorso anno con il difficile compito di sostituire il partente Saponara. Soprattutto nella seconda parte del campionato di B, il suo contributo è stato davvero importante e fondamentale, ripartendo poi bene anche quest’anno in A. Dal ritorno di Saponara ad Empoli però (giocando con un solo trequartista) il suo spazio è diminuito ma si è sempre fatto trovare presente quando chiamato in causa.

Potrebbe essere auspicabile quindi che lo stesso Verdi voglia valutare bene la possibilità di rimanere in azzurro, per quanto immensa sia la gratitudine verso il nostro club, capendo quelli che sarebbero le reali aspettative in termini di impiego.

 

Seguiremo con molta attenzione l’evoluzione della risoluzione di comproprietà e quella che sarà la sua estate, augurandogli di essere tra i protagonisti del prossimo europeo Under21.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteToto-Sarri: cronaca di un addio già annunciato?
Articolo successivoTapiro d'Oro a Padelli per l'autogol con l'Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. dobbiamo assolutamente cercare di far rimanere ad empoli simone verdi …questo ad oggi ha un valore basso se rimane da noi sono convinto come successo con saponara che il suo valore triplicherà

  2. Via senza rimpianti. Come Gandalf aveva anticipato, da quando è tornato Saponara ed è uscito lui la sqaudra ha ripreso a segnare. Vi ricordate quando eravamo stati 15 partite senza fare più goal su azione? E PE gli dava 6.5 in pagella… il tempo è sempre galantuomo

  3. Verdi? Prima del ritorno di Saponara S’e visto un trequartista molto disattento alla fitta ragnatela di passaggi degli schemi di Sarri, troppi errori nei passaggi, si vedeva a sprazzi nelle fasi di gioco, poi scompariva per mezza partita. Uno dei pochi che non ha fatto il salto di qualitá per la A, lo conferma la necessità del ritorno di Saponara
    Il gioco di Sarri non è per lui, se ricordiamo il gol che fece al Napoli facendo 50 metri di corsa bruciando 2 difensori e incrociando la palla si capisce al volo che lui è più adatto ad un gioco di contropiede invece del tatticismo asfissiante di passaggi fuori dall’area avversaria…
    Fará bene in un’altra squadra…

  4. Effettivamente ha poi ragione gandalf,alessio,il buon Alessio era innamorato calcistica mente parlando,di verdi e dava dei votoni

  5. Mentre era scettico,molto scettico del ritorno di saponara,ci può’ stare,ma se sei così vicino alla realtà Empoli e il tuo presidente,Carli ecc fanno di tutto per riprendere Riccardo,qualche motivo ci sarà’ stato e quindi anche il buon Alessio la poteva vedere lungo,ma per lui così’ non e’ stato

  6. Be’ adesso non denigriamo troppo il ragazzo,perche’ poi alla fine ha solo 22 anni e la media del suo campionato non e’ certo stata insufficente….Verdi in A ci puo’ stare senza problemi….è veloce,sa saltare l’uomo,ma il suo ruolo non è quello di trequartista,ma di esterno di attacco.Punto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here