TV | Sintesi Cittadella-Empoli 2-2

TV | Sintesi Cittadella-Empoli 2-2

Finisce 2-2 l’incontro del Tombolato tra Cittadella ed Empoli. Un primo tempo pirotecnico dove succede di tutto ed un secondo tempo dove l’Empoli prende in mano decisamente la situazione e negli ultimi quindici minuti le due squadre sembrano accontentarsi di un punto che avvicina entrambe ai rispett

Finisce 2-2 l’incontro del Tombolato tra Cittadella ed Empoli. Un primo tempo pirotecnico dove succede di tutto ed un secondo tempo dove l’Empoli prende in mano decisamente la situazione e negli ultimi quindici minuti le due squadre sembrano accontentarsi di un punto che avvicina entrambe ai rispettivi obiettivi.
Si gioca davanti ad oltre 5mila spettatori, da Empoli in 1000 (ci sono tifosi azzurri anche in tribuna coperta).

PRIMO TEMPO – Ritmi alti, pressing asfissiante e giocate veloci dall’una e dall’altra parte. Maccarone è scatenato e per due volte crea pericoli. Al 17′ la svolta: Verdi, defilato all’altezza del lato corto sinistro dell’area di rigore, vede leggermente fuori dai pali Di Gennaro e lo punisce con un tiro eccezionale che si incacca all’incrocio dei pali sul palo più lontano. Il Cittadella subisce il colpo psicologico e l’Empoli insiste: al 22′ Tavano con un siluro da 35 metri pietrifica ancora una volta Di Gennaro; palla al sette, 2-0 azzurro e ventunesimo gol in campionato per “l’uomo dei record”. Gli azzurri sul 2-0 sono letteralmente padroni del campo e fanno praticamente quello che vogliono, ma forse sbagliano ad abbassare troppo il proprio baricentro. Così il Cittadella effettua continui lanci lunghi per far valere il fisico di Djuric per le sponde a Surraco e Coralli. Al 39′ è però un episodio molto dubbio a far tornare sui giusti binari la squadra veneta: contatto Hysaj-Coralli nell’area azzurra, un contatto per la verità minimo che l’arbitro Roca di Foggia non solo punisce con il rigore ma addirittura considera da espulsione (è però il secondo assistente Di Francesco a segnalare questa cosa visto che Roca in un primo momento estrae dal taschino il cartellino giallo, ndr). Dal dischetto Coralli spiazza Bassi e il Cittadella torna in partita. L’Empoli vuole effettuare subito il cambio per riassettare la difesa (dentro Mario Rui per Tavano, ndr) ma l’arbitro non consente il cambio, Sarri si lamenta e Roca lo espelle. Al 43′, con l’Empolil in dieci che non è riuscito a riprendere le misure, arriva il clamoroso 2-2: lancio lungo da centrocampo per la sponda di Coly in area di rigore, dove Djuric fa valere il fisico, sovrasta tutti e deposita alle spalle di Bassi. Il Tombolato esplode e la partita ora sembra in mano ai veneti. L’arbitro concede 4 minuti di recupero e le emozioni continuano. Al primo di questi Djuric commette un bruttissimo fallo su Tonelli (tacchetti sul costato del difensore azzurro proprio davanti alla panchina dell’Empoli, ndr) ed espulsione sacrosanta. Questo episodio, che riporta le due squadre in parità numerica, carica di tensioni ulteriori l’ambiente. Al 49′ il direttore di gara Roca vede, sugli sviluppi di un calcio piazzato di Valdifiori da destra, una trattenuta di Pellizzer su Rugani, e decreta un calcio di rigore che fa scatenare perfino il delirio in tribuna stampa (i cronisti di Empoli già oggetto di insulti e minacce continue, vengono perfino aggrediti da alcuni pseudo-tifosi del Cittadella, ndr). Dal dischetto, in un clima infuocato, si presenta Maccarone ma sceglie l’angolo sbagliato e Di Gennaro respinge il suo tiro e il tap-in vincente di Verdi alzando sopra la traversa.

SECONDO TEMPO – L’Empoli prende il pallino del gioco fin dai primi minuti, dopo una quindicina di minuti in cui il ritmo resta abbastanza gradevole le due squadre accusano la stanchezza ed il caldo (a Cittadella 25°C nonostante la notturna, ndr); sono comunque gli azzurri a provarci con Maccarone, Valdifiori (due volte), Mario Rui e soprattutto Pucciarelli (26′) il cui tiro finisce a fil di palo. Il Cittadella, dopo l’espulsione di Djuric, diventa non pervenuto. Nell’ultimo quarto d’ora, anche se gli azzurri qualche sortita la provano comunque, non accade più nulla di rilevante con un lunghissimo e schiacciante predominio territoriale dell’Empoli ed un Cittadella che preferisce accontentarsi di un punto che tuttosommato avvicina i veneti ad un solo punto dall’obiettivo salvezza. Anche l’Empoli, grazie al successo del Latina a Cesena (1-3) è ad un solo punto dal suo obiettivo.

Produzione PianetaEmpoliTV
Commento di Gabriele Guastella

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy