TV | Sintesi Empoli-Vicenza 3-2 (…una partita incredibile!)

TV | Sintesi Empoli-Vicenza 3-2 (…una partita incredibile!)

Una partita che entrerà d’obbligo nelle pagine epiche della storia calcistica empolese. Ma forse diventerà anche una partita-spot per il calcio italiano. Sì perchè al Castellani di Empoli succede di tutto. Partiamo dalla cosa più importante: l’Empoli vince e resta in Serie B! . LA PARTITA – Pr

Una partita che entrerà d’obbligo nelle pagine epiche della storia calcistica empolese. Ma forse diventerà anche una partita-spot per il calcio italiano. Sì perchè al Castellani di Empoli succede di tutto. Partiamo dalla cosa più importante: l’Empoli vince e resta in Serie B!

.

LA PARTITA – Primo tempo tattico e dove prevale per prima cosa non subire gol. Però è l’Empoli ad avere le occasioni più importanti con Saponara, Maccarone e Moro. Solo nel finale di tempo il Vicenza si fa pericoloso.
Secondo tempo. Cagni gioca le carte Soligo-Maiorino e trasforma il Vicenza in super-offensivo. Prima è l’Empoli con Maccarone a mancare il gol, poi Paolucci di testa manda a lato. Purtroppo però è la prova generale del gol vicentino di testa con Paolucci al 15′. L’Empoli subisce il colpo psicologico e al 20′ va sotto 0-2 con un bel diagonale di Paolucci al termine di una bell’azione quasi tutta di prima. A questi punti l’Empoli è con un piede in Lega Pro, a poco più di venti minuti dalla fine. Passano cinque minuti di buio e confusione totale. Fino al 27′ quando su un tiro di Maccarone smorzato da un difensore veneto Mchedlidze, entrato dieci minuti prima al posto di Valdifiori, entra in scivolata “anima e corpo” scaraventando la palla in rete. E’ l’attimo che carica tutto l’ambiente. Un minuto dopo infatti Tavano viene messo giù in area di rigore da Brighenti. Per l’arbitro Ciampi è rigore che lo stesso Tavano realizza per il 2-2 che darebbe la salvezza agli azzurri. A questi punti saltano tutti gli schemi e si gioca con il cuore e le ultime energie rimaste. Aglietti cerca più filtro a centrocampo con Guitto al posto di Tavano, 24 gol tra coppe e campionato in stagione, con lo stadio in piedi che applaude. Il Vicenza a testa bassa si riporta in avanti e colleziona angoli su angoli. Da uno di questi al 41′ ottiene un calcio di rigore per trattenuta di Signorelli su Paolucci: sul Castellani piomba il gelo mentre anche i 1200 vicentini sono in silenzio più per scaramanzia che altro. E’ proprio Paolucci che si porta sul dischetto, ma Dossena lo ipnotizza e para il rigore. A questo punto è il Vicenza a subire il colpo e per l’Empoli e tutto il popolo azzurro è adrenalina pura che ridà energia alla squadra di Aglietti che al 94′ in contropiede sull’asse Mchedlidze-Maccarone trova addirittura il 3-2 della vittoria con triplice fischio finale che sancisce la salvezza dell’Empoli e la fine di un incubo e di una stagione tormentata. Siamo in Serie B ragazzi… e ora possiamo anche rilassarci un pò.
.
Video-Montaggio a cura di Gabriele Guastella
.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy