TV | Sintesi Pescara-Empoli 1-2

TV | Sintesi Pescara-Empoli 1-2

L’Empoli riscatta la sconfitta casalinga con il Cittadella andando a vincere allo stadio “Adriatico” di Pescara contro una delle formazioni più in forma del momento, e più forti del torneo. Gli azzurri interrompono così una striscia di 10 risultati utili consecutivi degli abruzzesi, che vincevano

L’Empoli riscatta la sconfitta casalinga con il Cittadella andando a vincere allo stadio “Adriatico” di Pescara contro una delle formazioni più in forma del momento, e più forti del torneo. Gli azzurri interrompono così una striscia di 10 risultati utili consecutivi degli abruzzesi, che vincevano sistematicamente da cinque turni e che non subivano gol da tre partite. L’Empoli perde Mario Rui per squalifica e Laurinì per infortunio oltre alla solita assenza di Moro. Nel Pescara assenti Schiavi e Mascara. In campo gli ex Brugman (Pescara) e Croce (Empoli), oltre al tecnico Sarri amatissimo dal popolo dell’Adriatico.
.
PRIMO TEMPO – Avvio migliore del Pescara che sfiora con Maniero l’immediato vantaggio: miracolo di Bassi e sulla ribattuta palla sul palo. Al 19′ Empoli in vantaggio: triangolo Pucciarelli-Tavano-Pucciarelli con il numero 20 azzurro steso in area. Calcio di rigore che si incarica di battere Tavano: dagli undici metri il capitano azzurro sceglie l’angolo alla sinistra di Belardi che però intuisce e respinge, la palla però resta a centro area e Tavano la ribadisce in rete. L’Empoli potrebbe anche raddoppiare: sugli sviluppi di un corner battuto da Valdifiori sbuca Rugani che di testa piazza il pallone nell’angolino alla destra di Belardi che in due tempi blocca. Si rivede il Pescara con Brugman: palla a lato. A cavallo tra la fine del primo tempo (prima ammonizione di Tonelli a centrocampo) e l’inizio della ripresa i due episodi che fanno arrabbiare tutti.
.
SECONDO TEMPO – Dopo pochi minuti Tonelli viene espulso per somma di ammonizioni. Ma il secondo giallo è davvero un errore clamoroso di Gavillucci di Latina che sanziona un fallo di Tonelli su Maniero che neanche c’è (le riprese mostrano come in effetti il difensore dell’Empoli non commetta fallo sull’attaccante degli abruzzesi, che tra l’altro sembra partire in dubbia posizione di fuorigioco, ndr). L’Empoli resta in dieci e il Pescara va a nozze tanto che al 7′ pareggia con Ragusa (Sarri non riesce a sistemare subito la difesa con l’innesto di Pratali al posto di Tavano, che effettua subito dopo aver subito il pareggio, ndr). Il Pescara crede di poter approfittare del vantaggio numerico per fare sua l’intera posta in palio, ma l’Empoli gioca il match con il cuore e al 27′ gli azzurri confezionano la rete del successo con una micidiale azione di contropiede. Valdifiori imposta per Maccarone, BigMac effettua un lungo lancio per Croce che sfugge via a destra e dal fondo mette a centroarea per Pucciarelli che deposita in rete per il quarto gol stagionale ed un successo e tre punti pesantissimi. Nel finale il Pescara sfiora il pari al 94′ con Maniero (colpo di testa a fil di palo, ndr), ma prima l’Empoli aveva sfiorato il tris con un siluro pazzesco di Mchedlidze entrato al posto di uno straordinario Maccarone. L’Empoli tiene il passo del Palermo capolista e consolida il secondo posto.

.
Commento e montaggio di Gabriele Guastella – Produzione PianetaEmpoli TV

.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy