TV | Sintesi Ternana-Empoli 0-0

TV | Sintesi Ternana-Empoli 0-0

L’Empoli ottiene un buon punto nel difficile, e storicamente inespugnabile, Liberati di Terni. Finisce 0-0, ed è un punteggio che lascia l’amaro in bocca solo (si fa per dire) perchè gli azzurri riescono a fallire due rigori nel giro di 19 minuti (7′ e 26′ del secondo tempo) rispettivamente con Ta

L’Empoli ottiene un buon punto nel difficile, e storicamente inespugnabile, Liberati di Terni. Finisce 0-0, ed è un punteggio che lascia l’amaro in bocca solo (si fa per dire) perchè gli azzurri riescono a fallire due rigori nel giro di 19 minuti (7′ e 26′ del secondo tempo) rispettivamente con Tavano e Maccarone.

.

Parte bene la Ternana che gioca bene la prima mezzora: le fere mettono in difficoltà gli azzurri e colpiscono una traversa ed un incrocio dei pali con Scozzarella. Poi piano piano l’Empoli prende il pallino del gioco fino a quasi dominare nel secondo tempo. Al 7′ Tavano lancia Laurinì in area di rigore che viene steso da Brignoli: dal dischetto Tavano prova a realizzare la sua dodicesima rete, ma la palla si impenna clamorosamente sopra la traversa. Gli azzurri vogliono vincere e continuano a macinare gioco. Al 26′ Tavano va via sulla linea di fondo e Bencivenga, appena entrato pochi minuti prima, lo stende clamorosamente. Questa volta è Maccarone a posizionare la palla sul dischetto e, come il compagno diciannove minuti prima, spedisce il pallone sopra la traversa anche lui in un rigore fotocopia. BigMac subito dopo inveisce calciando contro quella maledetta zolla del dischetto dove si alza un polverone… si capirà dopo il match che a Terni tutti ne erano al corrente e che lì c’è sabbia dove il piede d’appoggio affonda ingannando il rigorista.
La paura degli ultimi venti minuti di partita è che, come la più classica punizione del calcio, per questa sfida valga la dura legge del gol… chi sbaglia paga, invece almeno gli azzurri riescono a portare a casa il punto, senza disdegnare comunque di provare a vincere il match.

.

Montaggio video-sintesi di Gabriele Guastella.

.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy