emp_roma (20)Arrivano notizie più certe sulla situazione legata al portiere Skorupski, virtualmente in rosa agli azzurri ma ufficialmente e fisicamente a Pinzolo con la Roma. Il polacco, stando a quanto trapela dal ritiro di Sestola, dovrebbe raggiungere Empoli soltanto nel mese di agosto, andado a ratificare il nuovo passaggio in prestito dai giallorossi agli azzurri ed arriverà non in condizione perfette.

 

Infatti Lukasz sta lavorando ancora sulla riabilitazione ed ancora non si tuffa, la Roma addirittura avrebbe voluto trattenerlo fino all’ultimo giorno utile per il passaggio, l’Empoli pero’ si è opposto dicendo che se dovrà venire a giocare ancora dalle nostre parti dovrà essere qui entro l’inizio della stagione ufficiale. Sarà pero’ Alberto Pelagotti a dare il via alle danze giocando la gara inaugurale di Coppa Italia ed anche le prime due di campionato, poi con la sosta potrebbe arrivare il momento di Skorupski.

 

Alessio Cocchi

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAmichevoli estive – Il programma definitivo
Articolo successivoAmichevoli estive – Il programma definitivo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. Comincio a vederci poco chiaro su questa situazione:che non rimanga a Roma è palese avendo già i giallorossi due portieri come Szczesny e Allison.Pero’ perché fargli fare tutta la riabilitazione con loro? I nostri medici fisioterapisti non sono alla loro altezza? Mah.Al solito per me contano chiarezza e volontà.

  2. Non è una questione di voglia. Lo vedo più come una situazione legata alla sua ripresa fisica … anche a Empoli vorranno avere delle certezze sulla sua tenuta fisica e toccare con mano. Oltre a far si che Lukas si alleni con gli altri portieri…

  3. Skorupski è di proprietà Roma ed è logico che la Roma curi i propri interessi e poi mi pare che non sarà ne la prima e nell’ultima volta che un giocatore si curi nella società di appartenanza….credo che la cosa valga anche per quel che riguarda ogni tesserato azzurro,soprattutto se si crede nelle sue potenzialità!

  4. Anche Saponara andó a curarsi a Milan Lab così come Zielinski andó temporaneamente a Udine…come al solito vedete lo strano dove non c’è

  5. Logicamente ripongono più fiducia nel proprio staff medico che in quello di un’altra società. Lo staff dell’Empoli poi dovrebbe essere cambiato quest’anno (vi ricordate la sceneggiata della scorsa stagione sulla rottura col responsabile medico di allora?), non so se si tratta di figure al debutto nel calcio di A o no…sarebbe interessante conoscere il loro curriculum visto che rivestono un ruolo determinante. Come per i calciatori andiamo a vedere dove e quanto hanno giocato prima di arrivare da noi.

    PER LA REDAZIONE: un bel servizio ad hoc, magari intervistando gli interessati?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here