I playoff nel campionato cadetto sono stati istituiti per la prima volta nella stagione 2004-05. Per essere precisi, l’anno precedente ci fu una sorta di playoff/out che mise di fronte la 6a classificata in B contro la quart’ultima di A per un posto nel massimo campionato. Si affrontarono Fiorentina e Perugia, ed i viola, 6i in serie B strapparono un posto per la massima serie.

Comunque come detto sopra il primo anno ufficilae dei playoff fu lo 04/05, campionato a cui l’Empoli prese parte, e che nel quale si classificò al secondo posto sul campo dietro al Genoa, poi retrocesso per illeccito. Le quattro squadre, in ordine di arrivo, che andarono a giocare i playoff furono Torino,Perugia,Treviso ed Ascoli.

La regola, mantenuta nel tempo, volle la terza contro la sesta e la quarta contro la quinta, con gare di andata(in casa della peggio classificata) e ritorno, ma senza la lotteria dei rigori, se si fosse arrivati con una somma di gol in parità sarebbe andata avanti la squadra che nella regular season si fosse piazzata meglio.

Le seminifinali videro dunque da una parte l’Ascoli contro il Torino e dall’altra il Treviso contro il Perugia.

Nella prima semifinale i granata si imposero per due due volte, prima per 1-0 sul campo dell’Ascoli e poi per 2-1 in casa.

Dall’altra gara uscì il Perugia come seconda finalista, grifoni vincenti per due volte, prima 1-0 fuori casa e poi 2-0 in casa.

Finale dunque tra Perugia e Torino.

Nell’andata, giocata il 23 giugno 2005 al “Curi” di Perugia, il Toro uscì vincitore per 2-1.

Nel ritorno a Torino il Perugia vinse per 1-0, si andò come da regolamente ai supplementari dove non successe niente, ed appunto con due gol per parte si qualificò per la serie A il Torino, non per i due gol fatti fuori casa ma per il miglior piazzamento ottenuto nella stagione regolare.

Poi l’estate cambiò tutto ed a raggiungere l’Empoli in A furono Ascoli e Treviso.

 

Nel 2005-06 le quattro squadre che si qualificarano per i playoff, cercando di emulare Atalanta e Catania promosse in paradiso, furono Torino, Mantova,Modena e Cesena.

La prima semifinale mise difronte Cesena e Torino, fini 1-1 in Romagna, ma poi a Torino i granata vinsero per 1-0 e conquistarono la finale.

Nell’altra sfida invece si verificarono due pareggi, 0-0 a Modena ed 1-1 a Mantova, virgiliani in finale per la miglior posizione in classifica.

La finale fu una delle più belle mai disputate, nella gara di andata il neopromosso Mantova vinse contro i favoriti del Torino per 4-2, mandando i visibilio una città.

Ma a Torino tutto fu capovolto, il Torino con l’aiuto dei tempi supplementari vinse 3-1, e qui due gol di scarto mandaro il totale sul 5-5, Torino però 3° in classifica, quindi Toro in A, e stavolta senza ribaltoni estivi.

 

Nella stagione 2006-07 i playoff promozione non si disputarono. Infatti come da regolamento, la terza classificata, il Genoa dette più di dieci punti di distacco alla quarta, nella fattispece il Piacenza, e questo fece sì che appunto non si dette luogo a questo torneo. Con Genoa in A andarono la Juve ed il Napoli.

 

Nel campionato 2007-08, lo scorso, invece i playoff ci furono e le quattro squadre che se li giocarono furono Lecce,Albinoleffe,Brescia e Pisa. Il Chievo ed il Bologna furono le due squadre promosse direttamente.

Il Lecce sconfisse due volte in semifinale il Pisa, prima per 1-0 in Toscana e poi per 2-1 al “Via del Mare”.

Nel derby lombardo invece fu la miglior classifica dell’Albinoleffe a fare la differenza, il Brescia vince in casa propria per 1-0 ma cadde a Bergamo per 2-1.

La finale si gioco’ dunque tra Albinoleffe e Lecce.

Il Lecce espugnò il campo dei biancocelesti per 1-0 e gli bastò pareggiare 1-1 in casa per andare in serie A.

 

Tirando le somme, la prossima sarà la quarta edizione di questo torneo che porta una squadra in serie A.

Il Torino ed Il Lecce sono le due squadre che per adesso possono vantarsi di avervi trionfato.

Per Adesso, si è sempre verifica la situazione nella quale in finale vanno la terza contro la quarta, e poi alla fine vince sempre la terza.

 

Speriamo quest’ultima statistica possa essere stravolta.

 

A.C.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here