Oggi, 10 gennaio, è il compleanno del nostro mister, Maurizio Sarri.

Sarri, nato sotto il segno del capricorno, compie oggi 54 anni ed a lui, da parte di tutta la redazione di PianetaEmpoli.it, e crediamo di tutti i tifosi azzurri, gli facciamo i nostri auguri di buon compleanno.

 

Questa, tratta da wikipedia, la sua biografia:

 

Cresciuto a Figline Valdarno, alternò in gioventù il ruolo di calciatore dilettante a quello di impiegato di banca.

Iniziò ad allenare nella provincia toscana, ottenendo i primi risultati positivi alla guida di Cavriglia e Antella, entrambe portate in Eccellenza.  Nel 2000 fu assunto dal Sansovino, che in tre stagioni guidò dall’Eccellenza alla Serie C2 e con cui vinse la Coppa Italia Serie D.

La prima panchina tra i professionisti fu quella della Sangiovannese, con cui ottenne una promozione in C1 nel 2003-04 e un ottavo posto nel successivo campionato di terza serie.

Nel 2005-06 esordì in Serie B, guidando il ripescato Pescara all’undicesimo posto; l’anno successivo guidò per quattro mesi l’Arezzo dopo l’esonero di Antonio Conte che in 8 giornate non era riuscito a vincere nemmeno una volta. Raggiunse in Coppa Italia i quarti di finale, eliminando il Livorno ma la squadra venne eliminata dal Milan. Sarri viene esonerato con la squadra ultima in classifica. Brevissima la successiva esperienza ad Avellino: si dimise dopo la gara di Coppa Italia, senza cominciare il campionato di serie B.  Successivamente fu sollevato dall’incarico dopo essere subentrato con il Verona, con cui ottenne un solo punto in 6 giornate con 5 sconfitte consecutive, e con il Verona all’ultimo posto in classifica. In seguito allenò il Perugia dove rimediò un altro esonero. Nel periodo in Umbria non riuscì a farsi apprezzare dalla stampa locale, negativa fin dal suo arrivo, anche dopo la vittoria del derby sul campo della Ternana.

Nel 2009-10 sostituì Gustinetti al Grosseto per le ultime dieci giornate di campionato. Non riconfermato dal presidente Camilli, fu ingaggiato nel 2010-11 dall’Alessandria, in Prima Divisione, voluto dal presidente con cui aveva lavorato al Sansovino anni prima.[5] Rescisso il contratto con la società piemontese, con la squadra giunta terza ed eliminata in semifinale di ritorno dei PlayOff per la serie B dalla Salernitana, va a Sorrento per la stagione 2011-12. Il 14 dicembre seguente viene esonerato e sostituito da Gennaro Ruotolo.

Il 25 giugno 2012 firma un contratto annuale con l’Empoli.

CONDIVIDI
Articolo precedenteParla Roberto Civitarese, mental coach di Saponara…
Articolo successivoMercato Azzurro | Spezia e Reggina guardano a due azzurri
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

19 Commenti

  1. È’ vero nella sua carriera da allenatore ci sono stati un po’ troppi esoneri, ma per me negli ultimi anni ha allenato anche squadre in situazioni difficili con un ambiente che non aiutava…poi sembra che le squadre di Sarri comincino il campionato in sordina, mi ripeto..complimenti alla società per aver creduto in Sarri!!!!

  2. AUGURI !!!!! beh ha sostituito pure Conte non ci lamentiamo, dopo tutto siamo 4° l’ importante è non perdere la cattiveria e concentrazione in questa assurda pausa.
    ancora auguri e fuma meno

  3. Credo che Sarri,indipendentemente dai risultati,sia sempre riuscito a credere nel suo lavoro e questo(modulo o non modulo),alla fine ha pagato…Tanti AUGURI Mister,……ma soprattutto un AUGURIO…..Facci ancora sognare…!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here