Di Gabriele Guastella

.

Francesco Tavano

Cento, cento, cento… no signori, non siamo alla gloriosa trasmissione “OK il Prezzo è giusto” con Iva Zanicchi e i suoi variopinti concorrenti a tenere incollati generazioni intere davanti alla tv, e non stiamo neanche sognando; non dobbiamo chiedere a qualcuno di svegliarci, è tutto magnificamente vero: con il gol segnato al 10′ del secondo tempo, che ha aperto la strada al successo degli azzurri in quel di Castellammare di Stabia, Francesco Tavano raggiunge quota 100 reti con la maglia dell’Empoli in gare ufficiali.

Sembra ieri quel gol segnato a metà agosto del 2001, agli albori della cavalcata magica in Serie A targata Silvio Baldini & c.; la storia-gol di Tavano con l’Empoli inizia dalla lontana Sicilia, da Caltanissetta, campo neutro nella sfida del Primo Turno di Coppa Italia contro il Catania. Così come lo sbarco di Garibaldi per fare l’Italia, inizia dalla Sicilia l’avventura-gol di Tavano con la maglia dell’Empoli alla conquista dell’Italia del calcio. Tavano ha fatto gol praticamente contro tutti, e in ogni dove. E’ suo l’ultimo sigillo, con i capelli di blu dipinti, nel giugno del 2002 contro il Cosenza, nel giorno della festa per la A ritrovata. Sono suoi i gol con cui l’Empoli costruisce il successo nella serie B stagione 2004/2005 targata Mario Somma. C’è ancora la firma di Tavano, con i suoi gol, l’anno seguente nella salvezza prodigiosa con Gigi Cagni alla guida dal freddo gennaio del 2006.

.

Poi la storia d’amore si interrompe, ma è solo un arrivederci. Perchè la storia-gol deve continuare, è scritto nel manuale del “deve succedere per forza”, è scritto nel libro della storia azzurra. Tavano arriverà a cento… c’è scritto, e pagina dopo pagina si riscopre una storia bellissima.L'esultanza per il gol numero 100 di Francesco Tavano

E’ ancora di Tavano il gol su rigore che riporta l’Empoli sul 2-2 contro il Vicenza nello spareggio salvezza del Castellani. C’è il suo zampino nella straordinaria cavalcata della scorsa stagione. C’è la sua firma nel tabellino dei marcatori della sfida con cui viene steso il Novara nella decisiva gara che vale la finale. La storia poi racconta di una finale Play Off proprio contro quel club che lo aveva tenuto lontano dal suo amore tutt’azzurro: il Livorno. Lui segna ma non basta per scrivere una pagina bellissima. Forse perchè il destino vuole che prima venga scritta un’altra pagina, un altro capitolo, prima del capitolo più bello. Ricordate qualche rigo sopra: si parla di un Tavano che arriverà a quota 100, lo deve fare probabilmente in B, perchè anche in B può arrivare così a cento gol in carriera. Così “Ciccio”, persa la serie A, non si perde d’animo e, insieme ai suoi amici compagni di avventura, ricomincia a scrivere una delle storie più belle della storia della nostra città.

Ricomincia a segnare, da subito, e a festeggiare a modo suo: con una linguaccia goliardica e il gesto sopra la testa, ormai cult dell’Empoli calcistica.

La tipica esultanza di Francesco TavanoTavano segna un gol dietro l’altro, continuando a scrivere e sfogliare pagine bellissime. E arriviamo così a questo 26 ottobre 2013 con il gol numero 100: e doveva essere così, il suo centesimo gol doveva per forza arrivare in Campania, la sua terra d’origine, così era scritto. E così è scritto che la storia continua perchè il libro è ancora lungo, pieno di altre cento pagine da scrivere, lo dice anche il manuale del “deve succedere per forza”

Poi un giorno i nostri nipoti si ritroveranno in una via della nostra città… “via Francesco Tavano”… e uno di questi nipoti domanderà al nonno: “nonno, nonno chi era Francesco Tavano?”. E il nonno risponderà: “uno scrittore… perchè ha scritto pagine bellissime con l’Empoli, un poeta… perchè ha fatto sognare gli empolesi, un pittore… perchè ha disegnato gol bellissimi… un campione del calcio, perchè ha onorato la maglia azzurra…”, e magari con le palpebre gonfie di lacrime aggiungerà… “segnò più di cento reti con la nostra maglia, arrivando in terza cifra…”.

.

Grazie Francesco Tavano, cento volte grazie!

.

Gabriele Guastella

25 Commenti

  1. Grandissimo ciccio,il piu’grande bomber azzurro.Amo l’Empoli perche’ sa emozionarmi! super grandi dai che quest’anno si torna in A……8(teniamomoceli stretti 00)

  2. Grande Tavano . Ricordo ancora quando arrivò giovanissimo dalla rondinella, biondo platino, Daniele Baldini gli disse subito che solo i campioni potevano portare i capelli così, dopo 12 anni più o meno Tavano ha avuto ragione. Un grande campione per l Empoli unico! Dai ragazzi portateci in A.. che vogliamo ancora vedere Ciccio e bigmac nel tabellino marcatori della A.

  3. Tavano un grande professionista​…
    E un vero campione e lo sta dimostrando .. Con i suoi 100 goal merita un pallone d’oro e nn solo..!
    BRAVO Ciccio …sei un vero esempio..!

  4. chiamale se vuoi… EMOZIONI… traguardo leggendario… Empoli… la tua storia.. il tuo cammino leggendario la citta’ che ti ha lanciato.. una tifoseria che ti ha sempre amato… grazie Ciccio guarda.. dove sei arrivato…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here