La speranza e’ l’ultima a morire… si dice spesso. E allora incrociamo le dita e speriamo che non sia nulla di grave per Riccardo Saponara che ieri nei minuti finali dell’amichevole Italia-Spagna (Under 21, giocata a Siena e vinta nettamente dagli spagnoli per 3-1), e’ crollato a terra dolorante ed è stato costretto ad uscire addirittura in barella.

 

Voci “maligne” hanno parlato in un primo momento addirittura di rottura del tendine di Achille (cosa che significherebbe per Saponara stagione chiusa… Brrr roba da brividi…) mentre nelle ultime ore e’ avanzata l’ipotesi di un problema muscolare ad un polpaccio. Ma fosse così parrebbe scontata la sua assenza nella sfida di sabato con il Grosseto. Della serie: “tanto siamo messi bene…”.

In giornata contiamo di avere notizie ufficiali dallo staff medico azzurro, al momento la cosa certa e’ che questa stagione è davvero disgraziata in fatto di infortuni. Ci mancava che ci si mettesse di mezzo anche l’under 21…

Gabriele Guastella

10 Commenti

  1. Speriamo non sia niente di grave…comunque queste nazionali hanno rotto il c@zzo veramente, già quando ci tolgono i giocatori per le partite e’ pesa ed in più si troncano…mah…

  2. Come Sam ma come tutti gli sportivi azzurri spero non sia nulla di grave. Per il ragazzo ovviamente, ma soprattutto per la squadra. Oltre alla forza individuale del giovanotto si perderebbe anche il calciatore tatticamente più importante (per me insostituibile).

  3. Io spero soprattutto per riccardo che non sia niente di grave l’empoli vincerà anche senza il suo prezioso contributo. In bocca al lupo Riccardo !!!!!

  4. sono d’accordo con te Angelo, Saponara è insostituibile, è di gran lunga il calciatore con più vivacità tattica! Lega italiana xxxxx xx xxxxxxx!

  5. Bene, spero che questa sia la goccia che fa traboccare il vaso.
    Spero solamente che il Presidente si inca@zzi come una bestia, perché se, toccando ferro, dovesse essere rottura del tendine d’achille, lui vedrà scomparire diversi soldini.
    Pretendono che giochiamo 5 partite in 10 giorni e che poi i giocatori più forti (che guarda caso sono quelli che vengono più impiegati) vadano in nazionale Under 21, senza permettere alle squadre di serie B (come succede in serie A) di fare un turno di riposo.
    Non bastante, quello scoppiato di abodi ha fatto la nazionale di B!! grande!!! Sei un genio!!
    Avete veramente stancato con questa storia delle nazionali.
    Non dico che l’U21 sia inutile, perché è una vetrina, utile prima di tutto alle società proprietarie dei cartellini. Quello che mi fa inc@zzare coem una belva è che la legaserieB giochi su questo aspetto per tenere le squadre di serie B ai suoi ordini e schiave delle sue sempre più proibitive condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here