di Stefano Scarpetti

 

La fine della stagione coincide sempre con classifiche, bilanci e statistiche, di ogni genere. Una di queste, tra le tante che vengono stilate, deve davvero essere vista come un altro punto di orgoglio, in particolare per i tifosi. Per essere ancora più precisi, la società azzurra dovrebbe davvero essere felice dei suoi tifosi che quest’anno (come spesso accade) sono costati zero.

Infatti è stata rilasciata la tabella riassuntiva delle multe che le società di serie A hanno dovuto pagare in questa specifica stagione sportiva per i comportamenti dei propri tifosi: Empoli, Sassuolo ed Udinese sono le uniche che non hanno mai preso una multa.

 

Un dato che sicuramente deve far piacere, in primo luogo perchè dimostra che dalle nostre parti c’è una grande cultura sportiva, e non che i tifosi azzurri non si facciano sentire, tutt’altro. Poi perchè, lato società, seppur non andando a spostare in maniera netta un bilancio, i 70 mila euro che il Verona ha fatto prendere al proprio club magari si possono spendere in altra maniera, socialmente più utile.

La tifoseria più indisciplinata è stata quella dell’Inter che ha fatto recapitare ad Appiano 75mila euro di multa, davanti ai 70mila del Verona ed ai 65mila del Napoli.

 

Vediamo la tabella che riepiloga il tutto:

 

multe

14 Commenti

    • ..perchè ora prendere multe per cori razzisti o tirare bombe e fumogenii n campo con conseguenti multe e diffide vuol dire campo caldo?per me vuol dire che sono degli idioti..e poi 25 anni fa era meglio dappertutto anzi noi non siamo neanche messi male in confronto ad altre realtà

  1. Sinceramente preferisco far sentire il calore e l’appartenenza anche ai nuovi giocatori come sta facendo da sempre a Empoli che essere come tutte le altre tifoserie in Italia.
    E inoltre aggiungo che non mi piacciono neppure gli scontri con tifoserie vicine tipo Lucca Pistoia ecc…

    Quindi orgoglioso di tifare Empoli e basta!

    • Ancora con queste cazzate,il calcio muove miliardi e da lavoro solo a Empoli a molte decine di persone oltre ai giocatori, è una delle prime industrie in Italia e in Europa, fai un po’ te!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here