E’ stato un bel colpo d’occhi per noi che dalla tribuna guardavamo, inizialmente non capendo. Ma adesso è diventato anche un virale sulla rete, tanto coinvolgente è questa sorta di mini ola che i tifosi azzurri hanno mandato in scena durante il match con il Chievo.

Ripreso dalla pagina facebook del tifoso azzurro, Andrea Modica, vi mostriamo il video di questo coro coreografico che speriamo di rivedere anche nelle prossime gare interne.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | L'ultimo match dei prossimi avversari
Articolo successivoSepe-Napoli: tutto fatto
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. Bellissimo coro datato… è stata una bella sorpresa però dobbiamo riuscire a farlo fare a tutta la maratona inferiore, forza ragazzi tutti a ripetizione da questi grandissimo tifosi.

  2. Ci sono tantissimi cori vecchi che purtroppo non cantiamo più. Non ne so il motivo esatto, dato che la mia vita ultras si limita alla sola domenica durante la partita. Adesso allo stadio si sentono spesso i soliti cori, purtroppo con lo scioglimento dei Rangers il tifo è calato tantissimo. Ci sono molti spazi vuoti in maratona ed è veramente un paccato. Dove guardiamo la partita adesso è lontano dai desperados e purtroppo il coro si disperde e non si sente niente. E poi come erano belli i tamburi…che confusione, anche se eri in 50 facevi una romba tremenda. Sarebbe molto bello tornare a cantare i vecchi cori…

    Siamo venuti al Castellani, per vedere giocare voi. La Maratona non vi abbandona mai, Forza Azzuro Vinci per noi!!!Eeeehhhhhhhhhh……..

          • ..le polemiche sono tali quando gente come te fa allusioni del genere. Leggi bene quello che ho scritto come premessa. Come tifo, non siamo più quelli di anni fa, c’è poco da fare. Vuoi per la gente che s’è disaffezionata, vuoi per la crisi economica, vuoi perchè oggi, andare allo stadio, è meno “cool” di anni fa…..
            Eravamo molto più in salute gli anni in C, i primi in B dell’era Spalletti, e qualche anno ancora in A post retrocessione ’04. Da lì in poi siamo andati a calare, salvo lo zoccolo duro che sempre c’è stato e sempre rimarrà. Non è questione di rangers o desperados. Nei primi anni ’90, con l’Empoli in C, in maratona si stava pigiati come sardine e quasi tutti in piedi, almeno per tre blocchi di seggiolini, e tutti “cantanti”, ora si slargheggia, e dimmi di no.

      • Non sono polemiche, non c’è nessuna polemica nelle mie parole ma solo rammarico e rimpianto. Certo che ero dei Rangers e per dirla tutta lo sono ancora. Si dovrebbe capire anche dal mio avatar. Ognuno è libero di pensare ciò che vuole, così io mi sento libero di continuare a portare le maglietta dei Rangers, le sciarpe dei Rangers, il cappellino dei Rangers e le felpe dei Rangers. Le porto anche a lavoro e quando giro per siena. Sono cresciuto con quei meravigliosi ultras e continuerò a ripensare ai tanti ricordi. Purtroppo, per lontananza e via dicendo, non sono mai stato così tanto partecipe quanto mi sarebbe piaciuto, ma sono contento ed orgoglioso di aver conosciuto e fatto parte di quella bellissima realtà. Non mi pare che lo scioglimento del gruppo abbia portato giovamenti al tifo, non ne vedrei nessun motivo, ma se così fosse mi piacerebbe saperne i perché. Dico soltanto che adesso manca una parte di tifo. Magari sono aumentati gli aderenti ai desperados, questo è giusto e normale, dato che sono la linea guida del tifo ma non ho notato dei gran miglioramenti negli ultimi anni e se ci sono stati sono solo la normale conseguenza dei risultati positivi che sta ottenendo la squadra e, soprattutto, grazie alla scuola del tifo che coinvolge molti bimbi e ragazzetti. State tranquilli, nessuna polemica, solo ricordi e dispiacere…

          • Verissimo, non si può dire di no. Io in trasferta purtroppo non ci posso andare ma almeno in casa, per il momento, non ho sentito nessuna squadra avversaria che abbia fatto un tifo migliore del nostro (parlo come intensità, continuità e costanza).

  3. Spero tanto che nascono nuovi gruppi dobbiamo essere di più lo merita la società …la città e questi ragazzi ..i desperados sono mitici ma con i rangers ancora di più

  4. Non è una novità assoluta infatti veniva fatto spesso durante gli anni bui della C quando allo stadio c’erano soltanto i tifosi duri e puri.. Non a caso per molti è stato sorprendente questo “storico” coro.

  5. D’accordo con Vaglia e aggiungo 3 cose:
    1) certi cori, seppur molto belli, sono troppo lunghi e troppo bassi di tono per cui non si sentono. Il contrario di ciò che un coro da stadio dovrebbe essere. Alludo a “forza azzurro, Empoli ti ama, tutta la settimana” e a “questa è una malattia che non va più via”
    2) non capisco perchè quando vengono lette le formazioni gli ultras non accompagnino il resto dei tifosi nell’urlare il nome dei giocatori. Perlomeno in quel momento facciamolo sentire forte il boato del Castellani
    3) mi piacerebbe che all’ingresso in campo delle squadre si cominciasse a lanciare un coro che diventi distintivo e caratterizzante, con tutto lo stadio in piedi a cantare e le sciarpe in alto. Non dico come il “you’ll never walk alone” della Cop del Liverpool o del Celtic Park, ma tutte le squadre, anche le più modeste (Livorno, Siena con la Verbena) lo hanno. Tornerebbe bene anche l’inno “Azzurro che si muove” ma se ne potrebbe pensare uno identificativo, l’importante è trovarlo.

    • Ad Empoli la lettura delle formazioni fatta dal pubblico è una baggianata, ci rendiamo ridioli da soli. Possiamo migliorare in tutto ma dobbiamo anche riconoscere i nostri limiti per evitare brutte figure gratuite…

    • Invece devo dire che il coro “forza azzurro, Empoli ti ama, tutta la settimana…” è un bel coro. Forse un pò basso ma se fosse fatto a tutta maratona farebbe venire i brividi. A firenze mi sono scese le lacrime quando lo abbiamo cantato.
      Per quanto riguarda l’altro (“questa è una malattia che non va più via”) forse mi piaceva più la vecchia versione (credo fosse della samp??)
      Per la formazione ci sarebbe molto da lavorare sull’impianto audio perchè tutto parte da lì, anche se un pochinino lo hanno migliorato dall’inizio del campionato.
      Io rispolvererei qualche vecchio coro che era davvero molto bello ma che purtroppo è stato un pò accantonato.

  6. Gigi69… Io non sono dei rangerS,ma di sicuro quando esistevano cantavano ed erano ovunque presenti,pperlomeno negli ultimi 13 anni con la nuova generazione . ..detto questo i desperados sono allo stesso pari sia in presenza che vocalmente. ..perciò invece di dire rosiconi impara la storia del tifo ad empoli,ee porta rispetto hai rangers che si sono sciolti con coerenza…OOnore hai Rangers empoli…. PERÒ DISPIACE NON VEDERE PIÙ LO STORICO STRISCIONE. ..QQUESTO È QUELLO CHE ROSICO IO E GRAN PARTE DELLA MARATONA. ..

    • Devo darti atto che finalmente hai fatto un bellissimo commento. Lo dico perché spesso pare che tu sia contro a questi colori. Evidentemente l’amare così tanto la propria fede, a volte, porta ad essere più critici del dovuto.
      p.s. Non gli dà retta a Gigi, dice le bischerate!!!;-)

  7. Scusate l intromissione ma vi invito a non considerare le opinioni di vaglia 80 come quelle degli ex rangers visto ” l occasionalita’” con cui frequentava il gruppo suddetto e colgo l occasione per chiedere di levare come immagine del profilo simboli di gruppi sciolti per il resto ne riparleremo noi a quattr occhi.

  8. Vaglia80,io un so chi sei o perlomeno non ne sono sicuro. Resta il fatto che non mi sembri proprio un ex rangers, visto che il gruppo nel suo scioglimento decise di riporre qualunque tipo di materiale del gruppo…. Detto questo ti invito a parlare di tutto ciò che vuoi ma non dei ne per i rangers.. Con ciò chiudiamo questa stupida che poco a che vedere con lo stupendo coro fatto da tutta la maratona. OVVIAMENTE I RANGERS NON ESISTONO PIÙ CON I LORO STRISCIONE,MA SARANNO SEMPRE PRESENTI PER DIFENDERE IL NOME DI EMPOLI…

    • Non volevo né offendere nessuno, né tantomeno parlare per qualcuno. Io parlo sempre e solo per me stesso. Credo di aver capito la filosofia e le idee del gruppo e loro credo che sappiano che io non ho riposto il mio materiale in un cassetto. Spero di essere libero di portarlo con me poiché non penso di offendere nessuno nè di mancare di rispetto a nessuno. Chiedo scusa se ho offeso qualcuno, non era nei miei intenti. Ho soltanto fatto una considerazione sull’accaduto e ne è stata tirata fuori una polemica. Spero che non ci sia rancore nei miei confronti poiché ho soltanto esternato alcune mie sensazioni. Buona serata a tutti.

  9. vaglia80 te ha portare ancora il NOSTRO materiale ci offendi e non poco……ma visto tanto che ragioni di rangers e rangers in do eri tutte le volte che c’era riunione?in do eri in tutte le trasferte fatte sempre e soltanto dai soliti 50?in do eri quando si decise di sciogliere il gruppo? ma almeno lo hai letto il NOSTRO comunicato??? io farei festa e mi adeguerei alla volontà di noi cioè di non portare più nulla di rangers visto che ormai è un gruppo morto….anche perchè vederlo addosso a persone x ci fa montare solo più rabbia…a buon intenditore poche parole…

  10. Possiamo chiudere questo discorso su un sito pubblico? Chi sono lo sapete, allo stadio ci vengo, ne possiamo parlare li.
    Buona serata a tutti.

  11. Non sono di Empoli non ho mai fatto parte di nessun gruppo però ricordo gente come Ottavio gente come Graziano di due gruppi diversi ma con tantissimo amore verso questi colori, in modi diversi credo, ma con una passione unica.
    Possiamo essere di qualsiasi gruppo di qualsiasi paese l’importante è sempre la “fede” quella azzurra.
    FORZA EMPOLI.

  12. Io non faccio parte di nessun gruppo tifoso ma sono sempre stato in maratona..io comunque non capisco questa polemica sul tifo perchè è vero da estraneo riconosco che non siamo piu quelli di prima, ma ditemi una tifoseria che è rimasta ai livelli degli anni 90?

    • ..nessuna, a parte quelle che hanno i “numeri” e che, con questi, magari riescono a mascherare la generalizzata decadenza di cui soffrono, da diversi anni ormai, le curve italiane. Detto questo, io parlo per la mia, non sono abituato a guardare in casa d’altri. Rispondevo solo a chi sosteneva che il tifo da noi è aumentato, cosa che mi trova assolutamente in disaccordo. Può dare l’impressione che sia così perché, magari, essendo in A viene più gente che, magari, ogni tanto si unisce a qualche coro degli ultras. Quando parlo degli anni di C lo faccio perché, allora, eravamo tanti, tutti ragazzi e con tanta tanta voglia di cantare, sbandierare, rullare i tamburi (e anche altro…) e, perché no, dare due manate. Questo declino non è colpa né di desperados, né di rangers…..la vita è fatta di generazioni, questa è sicuramente quella degli iphone, di chi si veste più a pottino, di chi posta le minchiate su feisbuc, dei selfie……….per lo stadio un c’è più posto.

  13. Bosco sono pienamente d’accordo sul tipo di Tifo ma bisogna capire(secondo me) che i tempi sono cambiati, oggi tiri una manata ad uno steward prendi 3 anni di Daspo e io personalmente non ho voglia per una “bischerata” di stare 3/5 anni senza guardare il mio Empoli, ma questa è una mia opinione.
    Per quanto riguarda il numero di Tifosi secondo me invece sono notevolmente aumentati sopratutto tra i giovani, anche perchè capisco che da giovani non è facile capire la nostra filosofia fatta sui giovani senza acquisti scenografici, e sopratutto vedo meno Nanacce a giro per Empoli!
    Poi questo è un mio pensiero

  14. Ma si tornasse TUTTI a tifare nel nome di empoli?
    In tante curve si sono sciolti gruppi,ma col passare del tempo si sono riuniti nel nome della squadra e son tornati a tifare alla grande

    • se non te ne fossi accorto questo è già stato fatto all’inizio di quest’anno.
      l’hanno scorso s’era mezzi da una parte e mezzi dall’altra.

      se n’è accorta anche la madama, che infatti ha subito provveduto a reprimere il contagio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here