allenamento estivoLa voce si è sparsa nelle ultime ore e qualche flebile conferma l’avrebbe pure trovata. Dopo quasi vent’anni l’Empoli potrebbe vivere un ritiro estivo fuori sede, anche se per un periodo (queste sempre stando alle voci di corridoio) di non oltre le due settimane. Dopo i test medici che si svolgeranno, come avevamo già anticipato, tra il 6 ed il 9 luglio, lunedi 11 luglio partirà la stagione ufficiale con il raduno.

 

Da li, appunto, la squadra potrebbe spostarsi nel non lontano appennino emiliano (la località precisa non la conosciamo) per vivere il primo momento di ritiro sotto gli ordini del nuovo allenatore, Martusciello. Ne sapremo sicuramente di più nei prossimo giorni quando il piano di lavoro verrà stilato da Giovanni e dal resto del suo staff. Sicuramente in un mondo scaramantico come quello del calcio una bella sfida, visto che la località di quel famoso ultimo ritiro è praticamente innominabile dentro il Castellani.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Un carioca per la difesa
Articolo successivoPEnAlty EstAte | 1a puntata 26/05/2016
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

19 Commenti

  1. Scelta secondo me abbastanza saggia visto il caldo dell’anno scorso… io ho sempre saputo che i ritiri si facevano in montagna per l’ossigenazione, non si spiega sennò come mai tutte le altre squadre lo fanno… se proprio vogliamo rimanere sullo scaramantico e non allontanarci troppo da Empoli… andiamo a Piertramarina… 🙂

    • Sai cosa porta male? Il ritiro a Empoli a 40 gradi!
      Estate di gran caldo 2003: fino a gennaio non si correva.
      Estate di gran caldo 2015: fino a novembre non si correva.
      Siccome errare è umano e perseverare è diabolico… Anche l’estate 2016 dicono sarà molto calda!

      P.S.: se tutte le squadre del mondo vanno a fare la preparazione al fresco ci sarà un motivo!

  2. Per la condizione fisica può far solo bene. L’anno di Del Neri, per così dire, furono altri i problemi, secondo me, non certo il ritiro.

  3. …ci pagano il ritiro…non l avete capito a tutte le squadre di serie A la pro-loce del posto paga la squadra per essere in ritiro nel suo comune per 2 settimane ..cio’ vuol dire che abbiamo fatto un passo in avanti per livello ed importanza nel panorama calcistico nazionale….vediamo dove in trentino o c’hanno regalato il val di luce resort all Abetone

  4. la mattina alle sei al sussidiario si sta da dio… poi un’oretta in piscina e la tattica alle 6 la sera… e se athosse ci fa l’apericena la cornice di pubblico è assicurata!!!

    ps: la viola era a moena ma non mi pare che corresse più di noi, ne all’andata ne al ritorno!!!

  5. Andiamolo a dire a quelli che stendono il catrame sulla fipili di luglio alle 14 che i calciatori hanno caldo….Si fa per ride!! Io senza Empoli fino alla fine d agosto un ce la fo

  6. L’ultima volta a Montecatini, dove c’era tanto caldo quanto a empoli ma una marchetta da fare. DOVE fai la preparazione conta meno di COME la fai, Sinatti docet.

  7. D’accordo con Milagros.Sinatti è bravissimo,con i suoi metodi in due anni e con elementi diversi nessun infortunio muscolare e corsa più o meno costante per tutto l’anno.Lo scorso anno riuscì a far disputare un’annata intera anche a Cristallo Levan!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here