Non è da oggi che si parla del successore di Marco Giampaolo, e questo forse da una parte è stato un male perchè già da tempo si era capito che l’ex mister di Ascoli e Cagliari non sarebbe stato più il condottiero della nostra squadra. Situazione che è poi divenuta ufficiale sabato durante l’ultima conferenza pregara.

Da oggi, augurando il meglio a mister Giampaolo ed all’uomo Marco (seguiremo anche il suo futuro), si apre definitivamente il capito che dovrà poi dirci chi sarà l’allenatore per la stagione 2016/17. I nomi in ballo sono quattro/cinque, le idee della società sono già abbastanza chiare. Proviamo a riassumere la situazione con una percentuale che possa indicare le possibilità di approdo sulla panchina azzurra:

 

martusciello giovanniMARTUSCIELLO 75%: La società e lo spogliatoio avrebbero di fatto già trovato in lui, ad oggi allenatore in seconda, il prossimo trainer dell’Empoli. Sarebbe forse la scelta più logica per dare continuità ad un progetto specifico nato quattro anni fa nel quale Giovanni ha avuto sempre un ruolo importante ed attivo. Anche Giampaolo, lasciando, ha di fatto incoronato il “bellu guaglione” come possibile suo successore, ricordando il lavoro prezioso fatto assieme. La scelta pare che sia unicamente nelle mani di Giovanni il quale dovrà decidere cosa vuol fare da grande e se ha voglia di lasciare uno “status” che al momento lo identifica in maniera molto netta. Se Giovanni dovesse accettare la sfida, in tempi molto rapidi sapremmo già chi sarà il nuovo mister e tutti gli altri nomi rimarrebbero con il cerino in mano.

 

ODDO 50%: E’ il nome che più piace dopo quello di Martusciello. Se Giovanni dovesse dire di no, ed il Pescara non dovesse andare in serie A, potremmo quasi già avere il nome dell’allenatore venturo. Due combinazioni specifiche (la prima fondamentale) son pero’ i paletti che  di fatto potrebbero rendere difficile il suo arrivo in azzurro. Tra gli allenatori emergenti e sicuramente uno dei più bravi e la prossima stagione sarà quasi sicuramente tra i 20 di serie A.

 

DRAGO 25%: In questa speciale classifica ha superato altri antagonisti, divenendo (anche se è brutta da mettere cosi) la terza scelta. Anche qui vale un po’ il discorso fatto sopra, e quindi dovrebbero esserci alcune situazioni che non si incastrano per arrivare a lui. Dopo il percorso con il Crotone ha dimostrato di essere allenatore molto preparato e pronto per la serie A. Assieme a quello di Giampaolo è sempre stato il nome fatto da Sarri per il suo successore ad Empoli.

 

DE ZERBI 10%: Piace e lo si segue da tempo. Contro di lui pero’ gioca la giovane età ed un’esperienza tra i professionisti sono in Lega Pro. Si si arriva a lui vuol dire che diverse cose non sono andate come si sperava, oltretutto su di lui c’è forte il Verona che potrebbe offrirgli in B, una panchina importante ed anche diversi soldi.

 

BARONI 10%: Doveva essere l’allenatore della ricostruzione nella stagione 12/13, ma qualcosa si è rotto e forse quel qualcosa non si è mai risaldato. Profilo tenuto sott’occhio ma ormai molto molto defilato.

 

Ovviamente poi si sa, il calcio è sempre ricco di sorprese e chi sa che il nome del prossimo allenatore non si stato ancora scritto da nessuno.

 

Alessio Cocchi

33 Commenti

  1. Ci sono tanti bravi allenatori in serie b e lega pro… Martusciello rischia l’esonero, lui è bravo a fare da collante tra società e squadra, ma non ha esperienza per poter allenare una squadra di serie A! Poi sarà costretto ad andarsene da empoli, non fate questa cazzata!

  2. Anch’io penso che Martusciello debba continuare a ricoprire il ruolo IMPORTANTISSIMO attuale. I secondi allenatori o gli allenatori della primavera promossi “in casa” non hanno mai fatto strada.

  3. Giovanni si è meritato questa chance col lavoro sul campo. Sposa da sempre la nostra filosofia societaria e cittadina, conosce a menadito lo schema, ha entusiasmo…..Non vedo perchè gufarlo fin da principio, francamente. Vu siete incredibili!

    • Secondo me Claudio è più paura di perdere un tassello fondamentale dello staff in caso che le cose non vadano bene. In caso di esonero, come ovviamente sai, sarebbe bruciato.

  4. Leggendo certi commenti e ripensando a quelli su Giampaolo mi convinco che è sicuramente quello giusto. Martuscello sa quel che fa e se accetta sono contento.

  5. Mi piace molto Corini… anche io ho paura che Martusciello se va male viene esonerato , Martusciello deve rimanere per tanti anni ad Empoli è l’ anima dello spogliatoio azzurro poi mi fido di Carli !!!

    • Anche io per Corini , lo ho scritto giorni indietro, anche lui cerca il rilancio , ma se
      promuovano Martusciello e riesce a far bene lui è uno che può aprire un ciclo anche di 5 anni il secondo penso sarà Cupi

  6. Si anche per me Martusciello è bravissimo come secondo ma la volontá di Martusciello qual’è? Siamo sicuri che voglia rimanere a fare il secondo? Ci sta che lui voglia allenare e ci sta che la società si voglia affidare ad una persona che conosca la squadra..poi sono ipotesi

  7. In questo momento secondo me la palla è in mano a Giovanni che se mostra la giusta convinzione di prendersi questa resposanbilità la società gli metterà in mano la prima squadra. Certo è che Martusciello non è un Giampaolo qualsiasi (con tutto il rispetto di chi ha creduto in Marco fin da subito…) da sbolognare dopo un anno. Quindi se si crede che sia l’uomo giusto per sviluppare il progetto che gira nelle teste di Corsi e Carli deve avere tempo e modo di svilupparlo anche se le cose inizialmente non andranno bene garantendogli la permanenza anche nel malaugurato caso di retrocessione in serie B.

  8. A parte l’orrore matematico e logico, io cercherei un’allenatore vero e proprio poiché proporre Martusciello in Serie A senza un po’ di esperienza vera è molto rischioso sia per la società che per lo stesso Martusciello. Io spero in Oddo che a Pescara ha fatto davvero bene.

  9. Ovvia, eccoci, si riparte.
    Tutti fenomeni gran intenditori di calcio.
    Ma vu sapete una sega!!!
    Carli e Corsi sono la sicurezza.
    Solo loro sanno cosa fare.

  10. Stando all’intervista rilasciata da Martusciello su un portale di calcio pare che abbia già le idee molto chiare.
    “C’è stato un primo approccio con il presidente, c’è questa possibilità per dare continuità ad un progetto iniziato anni fa. Ho lavorato con due maestri come Sarri e Giampaolo. Mi sento pronto“. Lo scorso anno lo stesso Martusciello avrebbe potuto seguire Sarri sotto l’ombra del Vesuvio come suo secondo: “Non ho rimpianti, da anni sono legato all’Empoli e spero di continuare a lavorare in questo ambiente”.

    • Stando così le cose allora Martusciello sarà a brevissimo il nuovo allenatore.E tutta la gestione del contratto di Giampaolo avrebbe tutto un altro senso.

      • Io però mi chiedo un’altra cosa: chi farà il “secondo” al posto di Martusciello, visto che in organico non vedo nessuno con un profilo analogo al suo o a quello, per dire, di Calzona.

        • Ho sentito rumors su Cupi per l’allenatore in seconda, profilo che al pari di Martusciello conosce l’ambiete azzurro a menadito. Sapete se Andrea ha il patentino? Perchè altrimenti credo ci sarà bisogno di nuovo “Pelagotti”…

      • Più passano le ore e più sembra delinearsi un quadro che poco ha a che fare con gli accordi presi con Martusciello nella sessione del calciomercato 2015 o la riconferma del DS. Più che altro sembra che la gestione Giampaolo non abbia mai scaldato il cuore del presidente che già a febbraio avrebbe maturato la decisione di cambiare allenatore alla fine della stagione…

  11. Ieri ho sentito qualche tifoso molto presente nelle cose azzurre stilare questa ipotesi:Martusciello allenatore,Cupi in seconda,e una figura alla Silvio Baldini d.t. (ovvero il Piero Pelagotti del ’95-96 )

  12. Se ricordate quando Sarri chiese Martusciello a Napoli ci fu un tentannamento, poi Martusciello è rimasto a Empoli.
    Con la promessa che il prossimo anno sarebbe stato lui l’allenatore ?
    Questo spiegherebbe il perché non c’è mai stato un tentativo per il rinnovo di Giampaolo: per una parola e un impegno dato….
    Possibile ?

  13. A me intriga molto ” Giovanni Martusciello” l’ allenatore fatto in casa , il secondo di sarri e di Giampaolo però a una condizione: ci deve essere un progetto tecnico con degli obbiettivi che vadano al di là di un solo campionato, di una pur importante salvezza in serie A ….in poche parole si deve si, partire dando fiducia all esordiente , ma per non bruciarlo e poterlo valorizzare appieno bisogna avere la certezza che sarà ancora Carli il nostro DS ….Che avrà a disposizione un po di risorse in più e che potrà finalmente spendere per una punta e qualche giocatore di livello.Altrimenti , nel dubbio spazio a Drago che già in tempi non sospetti ha incuriosito la società e gli sportivi empolesi. Oltretutto è anche persona squisita e secondo me del profilo giusto.

  14. Sono lieto dell’intervento di Alessio Cocchi con il sorriso 🙂 però i numeri nell’articolo vanno o tolti o risistemati così: 75/170, 50/170 etc.

  15. Certo che ci s’ha una fiducia nella squadra del prossimo anno da paura, temendo tutti l’esonero di Martusciello. Penso anch’io che si sia rotto di fare il secondo, quindi l’unico problema e’ dargli una squadra a modo.

  16. Non posso dire che Martusciello mi piaccia come scelta. E’ un dato di fatto che non abbia mai ricoperto il ruolo né in B, né in A. Inoltre i ricordi dell’annata di Baldini fanno paura. Comunque fiducia nella societa’, che negli ultimi anni e’ sempre andata contro corrente e ci ha sempre azzeccato.

  17. io l’avrei messo al timone dell’empoli se si fosse retrocessi partire e rifondare in a è dura o si farà i fenomeni o si rischia di fare un campionato di schifo come l’anno di sandreani-orrico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here