Nel dopo gara del match perso dagli azzurri a Torino contro la Juve, nella mix zone dello stadio bianconero abbiamo intervistato tre calciatori azzurri. Ai nostri microfoni, per fotografare la gara, sono intervenuti ai nostri microfoni Costa, Paredes e Piu. In coda anche un’intervista con il grande ex Rugani.

 

Il servizio è a cura di Alessio Cocchi grazie alle riprese di Marianna Di Lallo. Il contributo è fruibile anche in HD selezionandolo dalle impostazioni di youtube.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | Mister Giampaolo nel post allo "Stadium"
Articolo successivoI numeri del match (Juve/Empoli)
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

  1. Intervistato nel dopo partita di Sky, il centrocampista della Juventus Claudio Marchisio:

    Non giocavi da un po’, hai finito bene. Come stai?
    “C’era voglia di giocare. Non sono al 100%, ma ci ho messo buona intensità. Oggi abbiamo recuperato uomini e portato a casa tre punti importanti”.

    Si è vista un po’ di stanchezza nella ripresa?
    “Abbiamo abbassato il baricentro,
    ma l’Empoli non ha creato nulla.
    E’ importante lottare fino alla fine, non ci saranno più soste e c’è da arrivare allo Scudetto, punto per punto”.

    La squadra come l’hai vista?
    “Non era semplice, specie dopo la sosta Nazionali, trovare un Empoli che non ha mai timore reverenziale. Abbiamo passato solo due giorni con il gruppo completo per allenarsi, ma abbiamo vinto e questo conta”.

  2. Nell’intervista Cocchi sembrava quasi “pregare” Paredes affinché tornasse quello del girone di ritorno in vista del prossimo match contro la Fiorentina.

    Speriamo, perché il giocatore ha subito davvero una brutta involuzione. In questo modo compromette anche le sue ambizioni future per la Roma.

    6 punti in 12 partite sono un bottino davvero misero… Siamo vicini ai livelli della A 98-99 o del girone d’andata 2003-04.
    4-5 elementi di questa squadra se ne andranno durante il calciomercato: credo sia un bene per tutti. Sarà importante capitalizzare al massimo le cessioni e poi pescare bene fra gli sconosciuti/emergenti come da tradizione.

    Ok che Empoli sia un trampolino di lancio, da sempre, per calciatori e allenatori ma è irritante vedere gente che si sente arrivata dopo mezzo campionato e centellina le energie in questo modo.

    Domenica contro la Fiorentina dovranno prepararsi a versare sangue: la prestazione adesso non basta. I tifosi vogliono adesso il risultato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here