Queste le parole del DG dell’Atalanta, Pierpaolo Marino, sui fatti ormai noti accaduti nel dopo gara del match giocato oggi tra Atalanta ed Empoli.

Marino usa toni forti nell’appellare Tonelli, un’intervista da ascoltare, sulla quale sarebbe opportuno che venissero presi provvedimenti, anche dallo stesso giocatore, per la gravità, ci ripetiamo, delle cose dette dal dirigente nerazzurro.

 

Il servizio è a cura di Alessio Cocchi con le riprese di Tommaso Chelli.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAzzurri in campo già domani
Articolo successivoTV | Le interviste post partita di Atalanta vs Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. La rovina del calcio sono questi personaggi che non hanno mai calcato un campo da gioco e che non sanno minimamente quello che ci accade dentro mandate lo via anke da li

  2. Minacce di morte? Ahahahah….Oh Marino, a o’paese tuo sei abituato quotidianamente a queste minacce. Sei un miserabile!

  3. Parole tipiche per chi sa che la squalifica arriverà per Denis, sara lunga, e tenta di appigliarsi a tutto per trovare un’attenuante che la riduca un po’.
    Mi sa che questo ha visto un po’ troppi firmi sulla mafia.
    Comunquw meglio così. La settimana in cui Lorenzo viene tirato in ballo per polemiche (la maglia viola nel Match per beneficenza), la settimana dopo segna (derby a Firenze).

  4. Un dirigente di una società come si deve avrebbe ammesso che il suo giocatore ha sbagliato a cadere nella provocazione dell’avversario,per quanto becera e grave questa potesse essere.
    Non solo,l’Atalanta dovrebbe pure multare Denis per essersi fatto espellere,presumibilmente,per un periodo di tempo di sicuro maggiore rispetto alla durata residua del campionato,privando di fatto la squadra dell’attaccante di punta.
    In uisp per un pugno sul naso han dato sei mesi…in Figc nn so,ma nn credo tanto meno.Tonelli é un po’ un provocatore ma nn é di certo così che si reagisce.A questi livelli ci vuole autocontrollo e magari rendergli la pariglia sul campo alla prossima occasione..

    • SARA’ ANCHE UN PROVOCATORE,ma mi pare che in campo sia piu’ uno di quelli che le prende le botte di uno di quelli che le da…..mai visto giocare Lorenzo con cattiveria,come in serie A fanno spesso i Mexes e compagnia bella…..

  5. Io mi son fatto un’idea di tutta questa vicenda…..Secondo me se Tonelli ha fatto delle minacce così pesanti a Denis,lo puo’ aver fatto solo perché ad iniziare le “offese” è stato proprio l’Atalantino o perlomeno anche lui è andato sul pesante e si sa come vanno a finire certe cose….si parte da ” la p@tt@n@ di tu ma’ ” e spesso chi piu’ ne ha piu’ ne metta….Alla fine son cose che durante una partita,in certi frangenti e magari dopo aver subito qualche colpo pesante,si dicono…..MA AL 94′ TUTTO DEVE FINIRE LI’.Capisco molto di piu’ un giocatore come Mexes(anche se lo condanno lo stesso)che a torto o a ragione fa quello che ha fatto,ma preso da un momento di pazzia immediata e sul campo mentre gioca.Fosse successo questo,Denis sarebbe stato piu’ giustificabile……Andare nello spogliatoio avversario dopo 10-15 minuti che è finita la partita e tendere un vero e proprio agguato è da veri DELINQUENTI e non giustificabile dalla rabbia che ti possono aver lasciato delle parole….che alla fine sono solo parole…..E’ vero,spesso dalle parole si passa ai fatti,ma lo fai subito…..perché è nella logica delle cose che possa anche succedere(ma questo non vuol dire che sia cosa intelligente)MA NON IN MANIERA PREMEDITATA!Quanto a Marino,posso dire una cosa soltanto: “UNO CHE PARLA COSI’ COMMETTE UN “REATO” ANCORA PIU’ VERGOGNOSO DI QUELLO DI DENIS”

    • Ma sapete come andrà a finire no?Forse prenderà una squalifica….ma giornali e TV daranno poco spazio alla cosa…..perché come sempre noi siamo solo….l’Empoli….FOSSE SUCCESSO AD UNA SQUADRA DI RANGO SE NE SAREBBE PARLATO PER SETTIMANE E CON UNA SQUALIFICA BEN PIU’ PESANTE(MA SIAMO SICURI CHE CI SIA SQUALIFICA SE LA DIRIGENZA “LASCIA PERDERE” E NON DENUNCIA LA COSA “A VOCE ALTA?”

  6. per me scusate dopo tutti i commenti che ho letto che sono giusti mi sembra che hanno sbagliato entrambi però da tifoso dell’Empoli secondo me devano essere puniti tutti e due. Il razzismo nel calcio non ci deve essere. Se Tonelli ha detto quelle cose vere o non vere sulla famiglia di Denis deve scusarsi con lui, però Denis e io l’ho visto in RAI quando stasera hanno fatto vedere degli higlits della partita ho visto che Denis ha fatto parecchi falli ha gomito alto proprio su Tonelli e l’arbitro non l’ha neanche ammonito. Diversi anni fà in nazionale il signor Giampaolo Pazzini per un fallo a gomito alto è stato espulso. Comunque io spero solo che Denis venga squalificato per 2 anni perchè non si fa una cosa del genere e poi scusate se lo dico per me sia Denis che Tonelli sono dei provocatori.

  7. In vent’anni di calcio amatoriale avessi dovuto cedere ogni volta alle provocazioni ,avrei spaccato più nasi di Tyson.E’nella natura di un tipo di difensori aiutarsi anche con il linguaggio..Abbiamo vinto un mondiale anche grazie a Materazzi nn rinneghiamolo..Ma tutto nasce e finisce sul campo.
    Dei giornali onestamente mi interessa poco..lasciamoli parlare dei capelli di Nainggolan e dei tatuaggi di Tevez.A me interessa di più che l’Atalanta finisca il campionato senza il suo bomber e comprometta definitivamente le sue possibilità di salvezza,assicurandosi un posto sicuro per la B.Il resto é “chiacchiere e distintivo”..

    • Purtroppo caro Nick,se i giornali e le tv non danno giusto rilievo a “certi” episodi,non basta star qui a parlarne su Pianeta Empoli,che pur letta da diversi tifosi è prettamente una testata Toscana…..Sono dell’opinione che alcune testate sportive o trasmissioni sportive,anche importanti,siano davvero scadenti nei contenuti….ma di certe cose piu’ se ne parla e meglio è….Magari dei capelli di Nainggolan e dei tatuaggi di Tevez facciamone parlare alle riviste settimanali non sportive…….Quanto alla retrocessione,per me,che in B ci vada l’Atalanta o il Cesena o il Cagliari,non c’è differenza…..di sicuro vorrei una squalifica pesantissima per questo giocatore…..ma so che se non c’è denuncia “sportiva” da parte Empolese e nessuno ha visto niente(e soprattutto se Denis nega “l’agguato” e parla solo di discussione animata di entrambi),qualcuno si terrà un occhio nero e chi glielo ha fatto o non paga o paga pochissimo quello che ha commesso…..Quindi meno se ne parla….e peggio è!

  8. Quindi, ricapitolando:

    Cigarini era andato a porgere gli omaggi allo spogliatoio azzurro e ha chiamato alla porta tonelli perché é un bel ragazzo. Nel frattempo, un dirigente dell’Atalanta ha picchiato con il sedere sul l’interruttore della luce e poi fra un opera di beneficienza e l’altra é spuntato Denis che ha tirato un pugno a Tonelli.

    Non c’è dubbio, Tonelli é un criminale!

  9. Il cazzotto a Tonelli è un fatto grave. La società deve farsi carico di denunciare Denis. Non è affare soltanto di Tonelli, Marcello Carli nella sua intervista ci va giù troppo leggero. Deve essere la società a insistere per la denuncia. Siamo i meno fallosi dei giocatori di A, e poi le prendiamo nello spogliatoio nostro. La spedizione di Denis e Cigarini è stata premeditata: dunque c’è un reato di percosse con premeditazione. Se la società non interviene non è seria. E smettetela di farvi vedere entusiasti della società quando non minaccia querele: difendete i giocatori, piuttosto.

  10. Alcuni di voi hanno un sentimento della giustizia primitivo, perché mettete sullo stesso piano chi dice cattiverie (ma Tonelli le ha dette? e quali cattiverie?) e chi picchia. Sono due cose diverse su piani diversi. Rifletteteci un po’.

  11. …..ma anche solo dalla dinamica si capisce che era un agguato altrimenti qualcun’altro si faceva male…..invece Lorenzo l’ha preso e zitto e poi magari questi sono scappati negli spogliatoi…..sottolineo quello che ha detto maccarone il gesto e’ veramente da vile…..s’e’ giocato tutti e tutti ci è’ scappato risse e insulti ma questo attacco e’ proprio da vile…..sai quanto ammiro di più’ ziadane o Mexes che almeno l’hanno fatto davanti a tutti sbagliando certo ma facendo intendere che era stato un raptus…..Denis e’ stato veramente un verme

    • Bè…..ammirare….mi pare una parola inadeguata ; ….. ma si capisce benissimo che la vedi nella stessa mia maniera…..

  12. Io credo che Tonelli debba assolutamente querelare non tanto Denis, quanto Marino, che parla di minacce familiari in stile mafioso (il senso delle parole è quello).
    Inoltre non capisco come faccia la nostra società ad accettare di prendere una lezione di moralità dall’Atalanta che:
    1) è in mano agli ultrà più violenti d’Italia, ai quali di recente ha ritirato le querele (anche se per me ha fatto bene)
    2) è stata ed è coinvolta in numerosi episodi di calcioscommesse
    3) ha un direttore sportivo coinvolto (e squlificato) in precedenti specifici di calcioscommesse

  13. Pure io non condivido la decisione della società di non denunciare Denis. Detto questo mi fanno ancora più ribrezzo le dichiarazioni di Marino che pur di difendere un suo tesserato, in particolare un suo pupillo, cade nel ridicolo. Denis può anche essere l’uomo più buono che esista sulla terra, ma l’unico fatto certo e che l’attaccante ha dato un cazzotto a Tonelli 10 minuti dopo che è finito il match, quindi deve pagare e anche in maniera pesante.

  14. Denunciare subito senza paura, solo così impariamo a crescere e poi che dire di una società che ha Marino come direttore e Masiello come giocatore ? VERGOGNA

  15. Se il mondo del calcio fosse serio, comminerebbe una punizione esemplare sia a Denis che a Marino. L’uno per aver premeditato e commesso un gesto di violenza a freddo , l’altro per aver fatto dichiarazioni vergognose nel tentativo di giustificare l’assurdo comportamento di un suo giocatore. Se vuole riformarsi veramente, il calcio deve punire i giocatori assurdamente violenti e allontanare i dirigenti intrisi di cultura mafiosa.
    Comunque sarebbe stato auspicabile una presa di posizione più ferma e decisa da parte della società Empoli calcio

  16. Marino se non parli facevi più bella figura. Spero tu ti prenda una denuncia per quello che hai detto. Tonelli non è uno stinco di santo, lo sanno tutti ad Empoli, ma un cazzotti a freddo è tanta roba

  17. A parte le attenuanti…ma sembra normale che uno che ha un confronto acceso con un’altra persona prenda e gli dia un cazzotto?.se lo facciamo noi ci prendiamo una denuncia e ci macchiamo la fedina penale..a parole Denis poteva fare ciò che voleva..ripeto a parole..a livello di civiltà le dichiarazioni del Ds dell’Atalanta sono incommentabili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here