L’Empoli vince anche sullo storicamente difficile campo del Del Duca di Ascoli per 2-1. Gli azzurri arrivano a questa trasferta privi dello squalificato Valdifiori e con una lunga lista di indisponibili che comprende anche Pratali (stagione finita per la rottura del bacino, ndr), oltre a Tonelli, Ferreira, Camillucci, Mchedlidze e Casoli. Dossena e Castellani restano ad Empoli, Coralli si aggrega al gruppo ma resta in panchina, dove invece si siede Mori (che entrerà poi in campo per gli ultimi minuti del match, ndr). Sarri recupera in extremis Laurinì e Regini aggiustando la difesa.

PRIMO TEMPO – Partono forte gli azzurri che costruiscono ben cinque palle gol nei primi 18 minuti ma non riescono a segnare; la prima della serie dopo pochi minuti dal fischio d’inizio: una bella giocata al limite di Croce libera Saponara che spara sul sette, ma il senegalese Gomis si oppone in angolo (l’unico azzurro del primo tempo, ndr). Poi ancora Gomis a dire no a Saponara e l’occasione più clamorosa con il palo interno colpito da Tavano.
Al 21′ lancio di Tavano dal cerchio di centrocampo per Hysaj che si sgancia a sinistra, va sul fondo mette in mezzo, indecisione difensiva dei bianconeri, da dietro irrompe Maccarone che fa centro: 1-0 Empoli. A questo punto l’Ascoli prova a scuotersi ma Zaza non è preciso nella mira: alto di testa.
Partita aperta, vivace e giocata su buoni ritmi. L’Empoli si trasforma da sprecone d’inizio match a cinico e spietato. Minuto 39′ Saponara prova dal limite, Peccarisi si oppone con il corpo ma subisce il colpo della pallonata con la sfera che arriva a Maccarone: siluro di BigMac all’incrocio e 2-0 Empoli. Cala il gelo al Del Duca, ora si sentono solo i quaranta tifosi azzurri giunti nelle Marche. Prima del riposo brivido per la difesa empolese: lancio da centrocampo di Scalise, esce al limite Bassi che si accorge di essere fuori area ed evita di toccare con le mani ma di testa non ci arriva, il pallone lo scavalca e arriva a Zaza che incredibilmente fallisce la mira mandando a lato a porta vuota. Empoli graziato e si va al riposo sullo 0-2 per gli azzurri.

SECONDO TEMPO – L’Ascoli rientra in campo con un avvicendamento in porta: fuori Gomis, che lamenta un piccolo acciacco, e dentro Maurantonio. I bianconeri di Silva sono ora però un’altra squadra, forse toccata nelle corde giuste dal tecnico. I padroni di casa sono una furia scatenata e nel giro di cinque minuti creano due pericoli. Poi al minuto 9 accorciano le distanze riaprendo il match con il solito Zaza, incornata nell’area piccola su cross da sinistra e con la difesa azzurra forse non ben piazzata con Hysaj che si fa sorprendere.
L’Empoli barcolla sotto i colpi di un Ascoli scatenato ma non cede, baciato da un pizzico di fortuna che si mostra evidente quando un tiro cross di Pasqualini sbatte sull’incrocio dei pali con Bassi forse tradito dalla traiettoria del pallone che passa davanti al sole, e che si mostra con ancora più evidenza quando Bassi si scontra con Zaza che lo anticipa di testa, la palla sembra destinata in rete ma davanti alla porta rimbalza sul terreno e finisce per camminare sopra la traversa per poi finire fuori.
E’ l’episodio che (minuto 89) chiude il match: l’Empoli continua la marcia e sale a quota 49, ora solitario al quarto posto data la contemporanea sconfitta casalinga del Varese, mantiene le distanze dal Verona terzo (a 7 punti dagli scaligeri) ma rosicchia due punti al Livorno ora a nove punti di distanza.

Montaggio audio-video a cura di Gabriele Guastella

1 commento

  1. Senza voler cercare il pelo nell’uvo,c’è da dire che anche questa volta un traversone dalla sinistra(dell’attacco avversario),ci fa subire l’ennesimo goal.E’ VERO CHE REGINI SALTA MALE E SI FA SCAVALCARE DAL PALLONE…ma è sempre il ritardo di Hisaj,nel contrastare l’attaccante che poi porta al goal.Pur considerando la giovane eta’ e il buonisimo campionato fatto dall’albanese,credo che un attimo in piu’ di attenzione non farebbe male….Contro GABBIONETTA ED IN ALTRE OCCASIONI ABBIAMO SUBITO GOALS IN FOTOCOPIA!Gli errori di Bassi sono stati davvero macroscopici….ma soprattutto nella seconda occasione,non si è capito cosa volesse fare…Questo solo per dovere di cronaca….i ragazzi per quello che hanno fatto nelle ultime 21 partite(45 punti) sono solo da ringraziare……Pensate solo che l’ultima sconfitta esterna è stata quella di Crotone…..Credo che la mancanza di un incontrista come Mirko,nel secondo tempo,si sia fatta sentire,avremmo sofferto molto meno con lui in campo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here