Quarto risultato utile consecutivo, e secondo pareggio consecutivo, per l’Empoli di Maurizio Sarri che esce indenne dalla non semplice trasferta sul campo del quotato Crotone di mister Drago. L’Empoli deve fare a meno di Laurinì (squalificato) e Moro, che si è operato in settimana a Roma, e presenta Hysaj come terzino destro confermando l’ottimo Mario Rui a sinistra.
.
PRIMO TEMPO – Avvio con le due squadre che ovviamente si rispettano a vicenda e cercano di non rischiare. Ma al 15′ accade l’episodio che cambia il volto al match. Clamoroso errore del portiere pitagorico Gomis che regala il pallone a Maccarone davanti alla propria porta: BigMac deposita in rete e porta in vantaggio gli azzurri (7° sigillo del numero 7 azzurro).
.
Il Crotone non ci sta e prova a creare insidie senza però colpire: alto un tiro di Bernardeschi, alto un colpo di testa di Abruzzese. L’occasione più ghiotta è però proprio azzurra con Rugani che impegna Gomis con un tiro dentro l’area di rigore.
Al 41′ un altro episodio cambia il match. Tonelli, in piena area di rigore, su un tiro ravvicinato di Bidaoui tocca il pallone con un braccio (l’arbitro Merchiori assegna il rigore ma non amminisce il difensore azzurro, ndr) e le immagini non chiariscono per niente l’episodio che resta piuttosto dubbio. Dal dischetto Crisetig fa 1-1, con Bassi battuto ma sulla traiettoria del pallone.
.
SECONDO TEMPO – Avvio più sicuro del Crotone che prova con Bernardeschi e poi con Bidaoui ad impensierire Bassi ma sono solo fiammate, perchè, a parte un leggero predominio di possesso palla nei primi quindici minuti di gara, è soprattutto l’Empoli a fare la partita. La velocità degli azzurri cambia decisamente quando Sarri inserisce Pucciarelli e Mchedlidze per Verdi e Maccarone che avevano speso molto in fatto di corsa nella prima frazione. Così Mario Rui spara di poco sopra la traversa, Pucciarelli scalda le mani a Gomis, lo stesso Pucciarelli sfiora l’incrocio, poi è clamoroso l’intervento di Gomis su Mchedlidze, ed infine ancora Gomis che dice “no” anche a Tavano. Finisce 1-1 con l’Empoli che esce a testa alta tra gli applausi dello stadio di Crotone, conscio di aver disputato un altro match di assoluto valore contro una protagonista del torneo, senza vincere (e quindi senza sfatare il tabù-Crotone, ndr) ma anche riuscendo a non perdere in un campo difficile.
.
Gli azzurri restano primi da soli in testa alla classifica grazie al pareggio maturato nell’altra sfida Virtus Lanciano-Palermo, con i rosanero raggiunti dai padroni di casa al 93′ minuto.
.
Montaggio e telecronaca di Gabriele Guastella, produzione PianetaEmpoli-TV

.

3 Commenti

  1. Ciao PE
    Vi ho inviato via email 3 allegati ottenuti con il metodo del fermo immagine (Immagini di gioco con commenti stesso metodo che iniziai ad inviarvi l’anno scorso prima con il Grosseto e poi con il Crotone di Gabionetta). Questa volta:

    1) Verdi che fa un tiro personale da al di fuori della lunetta con portiere piazzatissimo e Tavano in basso liberissimo e avanzato, quasi in area di rigore. Si vede che in questo momento Verdi non è al massimo, voluto fortemente dal presidente Corsi, il giocatore si mantiene pressappoco sulla mediocrità. Sarri che s’ostina a metterlo in campo dal primo tempo dovrebbe fare il contrario e mettere Pucciarelli.

    2) Tavano che subito dopo l’inutile tiro di Verdi guarda la panchina.

    3) Il presunto fallo di Tonelli, l’arbitro ha decretato rigore ma il braccio sinistro di Tinelli era attaccatissimo al corpo SI VEDE BENISSIMO LA PALLA, AD 1 m DA TERRA, UNA FRAZIONE PRIMA DELL’IMPATTO.
    Il braccio sinistro di Lorenzo, dove ha impattato la palla, era totalmente attaccato al corpo.

    • Lorenzo scusa l’errore di battuta, ovviamente Tonelli non Tinelli.
      PE potresti mettere quì sul sito il fotogramma dell’azione del rigore in modo da condividlo con tutti gli altri lettori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here