Prima sconfitta stagionale casalinga per l’Empoli di Sarri che, al Castellani, non perdeva da marzo scorso (0-1 con il Bari). Si tratta della quarta battuta d’arresto in campionato, forse la più inattesa perchè si sapeva che con il Cittadella di Foscarini e dell’ex Coralli non sarebbe stata una passeggiata ma mettere in conto una sconfitta alla vigilia era forse troppo. Però il bello del calcio è anche, in questo caso in negativo purtroppo, l’imprevedibilità delle cose, e la Serie B in questa ne è “maestra” da sempre. Nell’Empoli dal primo minuto il rientrante Valdifiori, Ronaldo torna in panchina; niente turn over per Sarri che punta sulla squadra che ha vinto a Novara. Nel Cittadella out Dumitru, in campo gli ex Coralli e Pecorini.
.
PRIMO TEMPO – Parte veramente bene il Cittadella che mette in difficoltà l’Empoli. Pellizzer con un tiro ravvicinato impegna Bassi ad un difficile intervento poi, sugli sviluppi di un corner (13′), trova anche il gol vittoria: Coly la spizza di testa per Coralli che sul secondo palo supera Bassi depositando sempre di testa il pallone sotto la traversa. Empoli in difficoltà ad entrare nel match e Cittadella aggressivo che ingabbia Valdifiori e Verdi, mentre l’unico ad accendere la luce tra gli azzurri è Croce. Alla mezzora l’Empoli pare finalmente dare segnali di vita importanti: Maccarone impegna due volte Di Gennaro, Valdifiori ci prova dalla distanza, ma il primo tempo finisce 0-1 per i veneti.
.
SECONDO TEMPO – Nella ripresa ci si attende la reazione degli azzurri che in effetti c’è ma con il Cittadella tutto chiuso dietro la linea della palla è davvero difficile. Dopo pochi minuti mister Sarri manda in campo Pucciarelli per Verdi per cercare di dare più brio alla manovra. Maccarone, poi Tavano, sul finale anche Mchedlidze (entrato al posto di Signorelli, ndr) in effetti vanno vicino al gol del pareggio che però non arriva. Gli azzurri poi restano anche in dieci per una espulsione diretta di Mario Rui (fallo su Minesso, ndr) che era entrato da poco al posto di uno stanchissimo Hysaj. Finisce così 0-1 per il Cittadella proprio con il gol dell’ex Coralli, e con il pubblico del Castellani che certamente si immaginava di passare un Santo Stefano molto diverso da come in realtà si è rivelato. Ma non c’è tempo per recriminare, non c’è tempo per buttarsi giù di morale, coltello tra i denti e ripartire… domenica andiamo a Pescara a difendere il nostro secondo posto dall’assalto degli abruzzesi.

.
Montaggio e commento di Gabriele Guastella – Produzione PianetaEmpoli TV

.

2 Commenti

  1. difendere il secondo posto e perché no, cercare
    di riconquistare il primo visto che c’e’ crotone-palermo…
    comunque vada restera’ un anno da record per i cori azzurri!!

  2. E’ tanto che ho espresso le personali opinioni sulla ostinazione di Sarri oramai nota a tutti anche a chi non la vuole accettare, del suo modulo sempre uguale, di centrocampo inesistente senza Mirko o di un centrocampo di scarsa qualità con Signorelli che pur avendone le qualità sembra un giocatore da serie inferiore, con tutti gli altri problemi che sembrano ruotare intorno al gioco della squadra.
    13 punti in 9 partite non dicono niente di buono. Oggi sembra si sia pagato dazio per qualcosa che non sappiamo, bohhhh…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here