PETVL’Empoli rimonta il Genoa e porta a casa un punto pesante per la propria rincorsa alla salvezza nella massima divisione. Gli azzurri soffrono un gran primo tempo dei liguri che passano in vantaggio con Niang (prova strepitosa del giovane attaccante del Milan, ndr) al 20′ e rischiano in un altro paio di circostanze di capitolare di nuovo. Al 7′ Sarri aveva perso per infortunio Tonelli (distorsione alla caviglia) inserendo Barba. Nella ripresa gli azzurri soffrono nei primissimi minuti di gara, ma crescono alla distanza e riescono così a prendere in mano la partita, anche grazie all’innesto di un ispirato Verdi che “spacca” la partita. Lo stesso Verdi, Rugani e Barba sfiorano il pari. Il gol è nell’aria: infatti al 20′ sugli sviluppi di un angolo battuto da Valdifiori l’Empoli pareggia con Barba, bravo ad anticipare il portiere Perin sulla riga di porta. Nei minuti finali altro cambio forzato di Sarri: dentro il giovane diciannovenne Somma (figlio dell’ex tecnico dell’Empoli Mario, ndr) e al debutto in maglia azzurra per Laurinì (oggi in campo al posto dello squalificato Hysaj e al rientro dopo una lunga assenza per infortunio, ndr). Proprio da uno scambio Somma-Vecino nasce l’azione più pericolosa di tutto il match con Verdi che serve l’assist a Maccarone e BigMac che impegna severamente Perin, bravissimo a salvare il risultato deviando in angolo. E’ l’ultima vera emozione del match prima del triplice fischio finale del signor Maresca di Napoli.

.

Produzione PianetaEmpoliTV

Commento di Gabriele Guastella

.

1 commento

  1. Tutti ad elogiare Valdifiori per il corner battuto e siamo d’accordo,ma senza il blocco di Ciccio,quella palla in porta probabilmente non sarebbe mai arrivata…..e peccato per il tiro di Mac…bastava aver preso il pallone un po’ meno bene (tiro fortissimo ma centrale)e Perin non ci sarebbe mai arrivato…..

  2. Ci sono due errori sul gol.
    Il primo è di Rugani che è in una posizione troppo avanzata, dovuta alla velocità con cui il genoa ha rimesso la palla in gioco.
    Il secondo errore, più grave a mio modo di vedere, è di Barba che non ha dato un’adeguata copertura al suo compagno di reparto. Sul controllo di Niang, infatti, invece di aggredirlo senza farlo girare, scappa inspiegabilmente verso il centro dell’area di rigore, dove però non c’erano altri avversari. Rugani a quel punto non fa in tempo a contrastarlo e Niang calcia tutto solo.

  3. e’ andata bene, se lo meritava il Genoa di vincere e sul gol nostro il giocatore del Genoa sul palo va ringraziato e molto. Noi molto meglio con il doppio trequartista, Tavano mi dispiace tanto dirlo ma non e’ piu’ in condizione di giocare a questi livelli mentre secondo me Saponara e Valdifiori si ostacolano a vicenda quando c’e’ un solo 3/4.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here