L’Empoli torna al successo dopo la sconfitta di Crotone di sette giorni fa. Quinta vittoria di questa stagione nelle ultime sei partite giocate dagli azzurri. Al Castellani, per la giornata numero 15 del torneo cadetto, è in programma il derby con il Grosseto. Maremmani con il lutto al braccio per la recente alluvione che ha colpito la provincia, azzurri che scendono in campo indossando la maglia del Grosseto. Sugli spalti ed in campo striscioni di sostegno alle popolazioni colpite dalla tragedia. Nel Grosseto ci sono due ex: il mister Somma e Antonazzo, nell’Empoli Sarri è un ex del Grosseto.
.
PRIMO TEMPO – 1 minuto e 38 secondi sono sufficienti agli ospiti per segnare il gol del vantaggio con Lupoli che sorprende la mal messa difesa azzurra. L’Empoli soffre il colpo psicologico, ma più che altro soffre la giornata no dell’arbitro Cervellera che permette ai difensori del Grosseto qualsiasi tipo di trattamento nei confronti degli attaccanti azzurri.
.
SECONDO TEMPO – Passa 1 minuto e 21 secondi e l’Empoli pareggia: tiro da fuori area di Camillucci e Tavano tocca appena con la punta del piede mettendo out Lanni. Ora è un altro Empoli; gli azzurri sono furie scatenate che pressano e aggrediscono gli avversari ubriacandoli. Al 14′ stupenda azione corale dell’Empoli che libera in area di rigore il proprio capitano Moro: conclusione di destro e pallone del sacco; sorpasso azzurro e Castellani in delirio. Ma agli azzurri non basta, Croce prende palla a centrocampo, avanza palla al piede e serve Tavano che, entrato in area, con un tiro a girare infila il pallone a fil di palo alla sinistra di Lanni che nulla può. E’ il 3-1.
Il Grosseto corre ai ripari mettendo dentro Lanzafame ed Esposito: grifoni a trazione anteriore. Al 25′ la partita si riapre con l’ex Antonazzo che incorna sugli sviluppi di un angolo. Subito dopo però l’Empoli reclama un rigore (nettissimo! peccato che le immagini fornite dalla lega non ci sono…) con Tavano e ci sarebbe pure l’espulsione di Antonazzo, e il direttore di gara Cervellera (davvero pessimo!) si erge ancora a protagonista negando il rigore, con ammonizione per simulazione a Tavano ed espellendo il tecnico Sarri, e i dirigenti Martusciello e Calattini. Nel finale forcing dei maremmani, l’Empoli resiste e porta a casa tre punti d’oro.
.
Montaggio video sintesi di Gabriele Guastella

 .

8 Commenti

    • …lo abbiamo scritto sul pezzo… le immagini forniteci dalla Lega non mostra il nettissimo rigore… e non è la prima volta… comunque ci abbiamo pensato noi con il grande fotoreporter Max Ciabattini che con scatti a sequenza ha dimostrato quanto era nitido il penalty…

    • guarda io ero in Maratona e ti posso dire che nessuno della Maratona ha brontolato il rigore su Tavano. Sono stati i Desperados a iniziare a brontolare contro l’arbitro. Su quell’azione che ho visto io mi sembra che Tavano li reggano la maglia ma sembra che abbia simulato. Forza Empoli

  1. Guardando la sintesi si vede ancora meglio la colpa di Bassi sul 2 goal, dove quelle palle che passano nell’area piccola devono essere sua…

    • Sam….non colpevolizziamo troppo i giocatori dopo una vittoria….è vero Bassi poteva far meglio su tutti e due gli episodi…..ma se chi doveva badare Antonazzo lo avessi fatto e chi si è fatto infilare al secondo minuto fosse stato piu’ attento…….Questo per dire che gli errori ci sono stati….ma non sono dipesi solo da lui….davanti ad Antonazzo c’erano 3 empolesi e nessuno di loro l’ha presa di testa…..Questo solo per chiarire il mio punto di vista e per capire come mai si prenda sempre qualche goals…….Ma dopo una bella vittoria io non mi sento di dare colpe a nessuno……avessimo perso…ma abbiamo vinto….

      • Sono d’accordo abbiamo vinto ma il campionato non è finito, sapere dove si sbaglia vuol dire cercare di migliorare il prima possibile. Non mi piace parlare male dei giocatori ma osservare gli errori fatti forse serve. Il primo gol del Grosseto è una indecisione di Bassi. Le sequenze fotogramma per fotogramma fanno vedere benissimo che non ha bloccato una palla facile facile (n0n è la prima volta), è rimbalzata sul petto di Lupoli che l’ha indirizzata in porta. Alleniamolo a bloccare la palla x favore

        • ma come ragazzi!? Se un portiere non esce su quelle palle in area piccola calciate a rientrare allora quando deve uscire? E’ un casino perchè di tre portieri un se ne fa uno…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here