Commento di Gabriele Guastella

Produzione PianetaEmpoliTV

.

PETVDavanti a 10mila spettatori, ed in prima serata tv, l’Empoli di Maurizio Sarri regala al calcio italiano una serata di magie e passione. Gioca un primo tempo “galactico”, nei primi minuti stordisce il Napoli con un avvio incredibile (salvataggio di Britos e gol di Maccarone al minuto 8′, ndr), poi con il passare dei minuti lo annichilisce con una velocità ed una intensità di gioco impressionante. Il gol di Maccarone è delizia per gli amanti del vero calcio: Saponara e Pucciarelli confezionano la palla giusta per BigMac che da centro area fulmina Andujar con il decimo centro stagionale. Uno, due tocchi al massimo, così l’Empoli disorienta un Napoli incapace di contrastare la manovra degli azzurri che al 43′ raddoppiano e al 46′ calano il tris. L’azione che porta al 2-0 vede Saponara ancora protagonista: cross da fondo campo, Andujar che smanaccia via, la palla che incoccia sulla fronte di Britos e si deposita in rete. Al 46′ l’Empoli confeziona il 3-0: tris di delizie e cena servita al Castellani. E’ uno show dell’Empoli: Vecino serve Croce centralmente che disorienta mezza difesa partenopea, dai e vai con Pucciarelli che entra in area salta Britos e spara su Andujar, la palla finisce a Saponara che dal dischetto dell’area di rigore con una straordinaria “bicicletta” la mette sotto l’incrocio dei pali. Tutti negli spogliatoi e il Castellani è in delirio.

.

Il secondo tempo inizia come si era chiuso il primo: Empoli padrone del campo, Napoli che non trova le contromisure. Rafa Benitez le prova di tutte: inserisce anche Insigne e Gabbiadini, oltre a Albiol al posto di Ghoulam, e passa ad una difesa a tre con trazione anteriore. I partenopei alzano il baricentro ma si offrono ai contropiede dell’Empoli che con Maccarone e Tonelli sfiorano il poker. Al 64′ tuttavia i campani rientrano in gara: Maggio dal lato corto destro dell’area di rigore crossa al centro, Tonelli devia e Hamsik si ritrova il pallone tra i piedi e calcia su Sepe che di piede chiude la porta, il pallone carambola su Laurinì e finisce in rete. I partenopei trovato il gol si rianimano e per dieci-quindici minuti provano ad accelerare i ritmi: ci prova con Callejon a lato e Maggio di poco sopra l’incrocio. La partita è bellissima ed ora un po’ più equilibrata. Ma l’Empoli punge e quando riparte è micidiale: Croce è una delizia, devastante. A dieci dalla fine la gara, che comunque resterà intensa fino alla fine, si chiude di nuovo: punizione Empoli, Valdifiori pennella nei quindici metri del Napoli e Albiol devia nella propria rete; 4-1 Empoli e record di autoreti per una partita di Serie A: tre. Al 91′ il gol di Hamsik, tra l’altro da annullare per netto fuorigioco di Koulybaly che salta davanti a Sepe sulla traiettoria del pallone (la sfera passa sotto le gambe al giocatore partenopeo, ndr), che rende ancor più divertente l’esito del match. Poi il triplice fischio finale e la festa in campo: l’Empoli con questo successo è praticamente salvo. Si può iniziare a programmare con maggiori certezze l’undicesima partecipazione alla Serie A della storia azzurra.

.

1 commento

  1. Che bello l’abbraccio Sarri-Carli….fatto da due persone genuine e schiette….Comunque da questo filmato mancano alcune azioni pericolose azzurre tra cui la bellissima percussione di Verdi stoppata poi dal portiere Napoletano in uscita!

  2. …non ho potuto assistere alla partita e chiedo a PE:è possibile avere caricato sul sito in modo integrale almeno il primo tempo della splendida contesa??..a detta di molti è stata la migliore quest’anno e vorrei godermela……………..grazieeeeeee

  3. questa squadra meriterebbe qualcosa di speciale,per esempio una grande e mai vista scenografia con la fiorentina che ne dite ragazzi?

  4. minuto 2.45 – minuto 2.49

    “noooooooo!!!…….GOOOOOOOOOOOOL!!!!!!”

    brividi!!

    PE mettetela anche senza commento!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here