L’Empoli gioca un’altra gara spettacolare e ad alto contenuto tecnico-tattico. La vittoria contro lo Spezia non arriva ma solo per alcuni fattori quali la poca precisione sotto porta (troppe occasioni gettate alle ortiche), bravura del portiere avversario (miracoloso intervento su Maccarone dopo 90 secondi), un pizzico di sfortuna (clamoroso palo di Tavano), e qualche solito errore di troppo della terna arbitrale (netto fallo di mano di un difensore spezzino con Maccarone involato a rete, conseguente ingiusta ed insensata espulsione di mister Sarri), ormai un po’ troppo frequenti negli ultimi tempi ai danni degli azzurri. Ne esce comunque un 2-2 spettacolare che carica ulteriormente l’ambiente e sicuramente da maggior fiducia nei propri mezzi all’intero gruppo.
.
PRIMO TEMPO – Pronti via e dopo 90 secondi Maccarone costringe ad un intervento prodigioso il portiere avversario. Ancora Maccarone di testa poco oltre la traversa. Poi, dopo un salvataggio altrettanto miracoloso di Croce a Bassi battuto, l’Empoli si mangia un gol con Regini. Gli azzurri fanno la partita ma lo Spezia al primo vero affondo va in vantaggio. 25′, Madonna sorpassa Hisaj e mette in mezzo, Tonelli si dimentica di Sansovini, e l’attaccante capocannoniere della B, deposita in rete solo soletto. Ma l’Empoli è squadra vera e dopo undici minuti pareggia con Saponara in un’azione corale veloce e ficcante. L’Empoli perde Pratali: rottura di un dito della mano, entra Laurinì e Tonelli va a fare il centrale. La difesa traballa e al 40′ Sansovini la punisce ancora. Si va al riposo sul 1-2 Spezia.
.
SECONDO TEMPO – Sarebbe poco anche il pari, figuriamoci lo svantaggio degli azzurri, così l’Empoli entra in campo con la voglia di fare. La squadra azzurra prende in mano le redini del match, lo Spezia sta a guardare e aspetta. Le furie azzurre sfiorano il gol in altre due occasioni, in un’altra Maccarone segna ma l’arbitro annulla (episodio molto dubbio!), poi lo stesso Maccarone viene fermato con un braccio da un difensore spezzino, l’arbitro lascia correre e il Castellani va su tutte le furie. Pochi minuti dopo Tavano viene messo giù in area. E’ il 25′ del secondo tempo quando lo stesso Tavano infila il pallone in rete per il definitivo 2-2. Poi un altra chanche e nel finale lo Spezia ha anche l’occasione per tornare in vantaggio, ma sarebbe stato davvero troppo per uno Spezia che si prende il pareggio come una vittoria. Nel dopogara infatti il tecnico dei liguri Serena è sincero: “Empoli meglio di noi, e avrebbero meritato di vincere. Siamo stati fortunati a giocare contro questo Empoli in un campo pesante, diversamente per noi oggi sarebbe stata molto più dura uscire indenni”. Complimenti a Serena per la sportività.
.
Montaggio video a cura di Gabriele Guastella

.

11 Commenti

    • ggggggggggggggggggooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooolllllllllllllllllllllllllllllllll

      • Perlomeno il Castellani un è lo stesso stadietto silenzioso di una volta… cacchio in pausa caffè ho pure sentito i commenti di alcuni tifosi spezzini in tribuna affermare che la lettura delle formazioni se le ricordavano stile campetto dilettantistico…

    • E’ il grande Cocchi, e questi commenti a bischero li stai facendo a “casa sua”.
      Cosi si vuole anche di più, che già di per se è un mortorio

    • Quel brodo si chiama Cocchi e ce ne vorrebbero tanti come lui da retta!!! piuttosto guardiamo di essere più numerosi allo stadio e di farci sentire quando è il caso…..
      GRANDE COCCHI & company
      FORZA AZZURRO.

  1. Abc sai perfettamete chi è se no non lo scriversti qui. Io sto con PE che da quando esiste ha dato molto a noi tifosi che forse meritiamo meno di quanto abbiamo visto che siamo tre gatti (basta vedere le immagini)

  2. il tifo empolese e´ da c2?….va bene signorotti del mondo delle curve che non frequentate,andate allo stadio e sgolatevi e vedrete che non siamo piu´ da c2…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here