Entusiasmante vittoria dell’Empoli in casa della Juve Stabia, su un campo dove è davvero difficile per chiunque fare punti. Invece la squadra di Sarri gioca 80 minuti nel campo degli avversari e il successo per 2-1 sta anche molto stretto agli azzurri.

.

PRIMO TEMPO – L’Empoli, privo di molti elementi e con Pratali squalificato, recupera Saponara, Croce e Tavano che alla vigilia sembravano dovessero dare forfait per diversi motivi. L’avvio di gara è in salita perchè le vespe mettono il match sul piano dell’aggressività e gli azzurri soffrono. Al minuto 11′ Caserta recupera un pallone vagante avanza di 10 metri palla al piede e, approfittando di un buco tra centrocampo e difesa azzurra, batte Bassi con una botta di collo destro. Si teme il contraccolpo psicologico ed invece l’Empoli prende la partita in mano. Inizia così il festival delle occasioni mancate: Tavano di testa alto di poco su invito di Maccarone, poi ancora Tavano debole a pochi passi, quindi Maccarone impegna severamente Nocchi che fa il miracolo deviando in angolo. Poi ancora altre occasioni sfumate, ma si va al riposo sull’1-0 per i campani increduli dello svantaggio.

.

SECONDO TEMPO – E il bello deve ancora venire. L’Empoli è decisamente padrone del campo. Scatenato Croce che cuce tra centrocampo e attacco, delizioso Saponara, elegante Maccarone, ispirato Tavano che però manca ancora una colossale occasione a Nocchi battuto. L’Empoli continua a macinare occasioni su occasioni e, quando ormai si pensa ad una partita stregata (tutti i rimpalli sono palloni degli avversari, ndr), ecco che il quartetto d’attacco (ci mettiamo dentro anche Croce) a dieci dal termine fa la magia e questa volta Tavano, su una respinta corta di Nocchi, deposita in rete. L’Empoli è un fiume in piena che tracima: la Juve Stabia prova ad opporsi con Caserta, ma al 90′ è Saponara, a termine di un’altra magistrale azione d’attacco, che deposita in fondo al sacco. Poi i cinque minuti di recupero che regalano altre emozioni e pathos. Al triplice fischio finale da sottolineare l’applauso dei tifosi stabiesi rivolto agli azzurri.

.

Montaggio video di Gabriele Guastella

 

9 Commenti

  1. volevo sottolineare l’audio di sottofondo con gli sbattoni dei tifosi dell’empoli ai gol nostri…sono queste le cose che riconciliano con il giuco del calcio..
    l’audio delle sigle dei video di PE un po’ meno,troppo chiassoso e discotecaro,era tanto che volevo scriverlo,nessuno se la prenda a male per carita’,magari sono solo io a pensarla cosi’..

  2. Questo è un fuoriclasse…..calcia indifferentemente con il destro e con il sinistro…quindi ha 2 piedi e non uno solo se ne andra’…ma prendiamoci tanti ma tanti soldi….indovinate di chi parlo?

      • La possibilita’ di venire al Castellani a vedere Empoli -Spezia per goderti il primo goal di Saponara in casa! 🙂 ….ehm….dimenticavo…..sono a corto di spiccioli…..potessi tu magari anticipare la spesa del tuo biglietto…. 🙁

  3. Non ho visto la partita, ma dalla sintesi sembra che l’Empoli abbia dominato la gara nonostante lo svantaggio iniziale. Questo denota una sempre maggiore consapevolezza dei propri mezzi da parte dei ragazzi (tipica delle vere squadre), ma soprattutto depone a favore di Mr Sarri, che evidentemente ha saputo creare la giusta mentalità.
    Credo che il significato di questa vittoria in trasferta sia doppio, non solo per il valore dell’avversario, ma anche perché le assenze erano tante e importanti.
    Ora i ragazzi devono rimanere umili e continuare a lavorare sodo, anche perché questa serie B non mi pare ricca di “valori assoluti” e un trio d’attacco come quello azzurro é sicuramente ai vertici della categoria.
    Infine fa piacere l’ennesima buona prova di Croce, che sempre più sembra essere quel centrocampista di valore che credevo mancasse all’Empoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here