Inizia male il nuovo anno dell’Empoli che, come nel 2013, perde la prima partita ufficiale del nuovo anno. Questa volta però a differenza di un anno fa gli azzurri giocano nettamente meglio, fanno la partita sul difficile campo della matricola terribile Latina, e a 15 minuti dalla fine, passano addirittura in vantaggio con bomber Tavano. Tre minuti dopo però su un non del tutto irresistibile colpo di testa di Jefferson Bassi non trattiene e il pallone finisce in fondo al sacco: 1-1.

Nonostante il gol subito l’Empoli non si scompone e continua a fare la partita, non disdegnando anche di cercare nuovamente il gol-vittoria. Nel terzo dei quattro minuti di recupero però subisce il gol-vittoria dei pontini. Alhassan sfugge via a Signorelli, che poi non aiuta Hysaj, il quale ubriacato di finte dall’esterno offensivo del Latina non riesce ad opporsi al cross del numero 19 nerazzurro: cross perfetto per la testa di Ristovski che, lasciato colpevolmente solo da Castiglia in marcatura, deposita il pallone alle spalle di Bassi per il decisivo 2-1 finale. Un gol-beffa a 90 secondi dalla fine del match, quando ormai non c’è più tempo per rimediare. Perde dunque l’Empoli, una sconfitta che brucia per il modo in cui è arrivata, ma che non danneggia la classifica, visto che il Palermo non va oltre il pari con il Modena (0-0), e che dietro sia Avellino che Pescara finiscono ko rispettivamente a Novara e Castellammare di Stabia. Si avvicinano però Virtus Lanciano, Spezia, Cesena e proprio il Latina.

.

Commento di Gabriele Guastella, produzione PianetaEmpoli TV.

.

8 Commenti

  1. Ad onor del vero, c’è da dire che nel primo tempo non abbiamo mai visto la porta e comunque loro avevano più voglia di vincere. Cambi come spesso accade, sbagliati e tardivi, tanto da soprannominare Sarri, Maurizio il tardivo!!!!

    • Nonostante tutto Maurizio è uno dei migliori allenatori della categoria …. certo è che se migliorasse negli aspetti che ho elencato sopra sarebbe un allenatore top, quindi non da Empoli ….
      Marcello compra Missiroli che ci serve come il pane!!!!!

      • Tardivo nel senso che i cambi li fa alla fine, che l’acume tattico sui cambi non ce l’ha mai avuto, che insiste sulla rigidità’ dello schema e della formazione, che mette nel calcio d’angolo Croce a fianco a Valdifiori togliendo un uomo dall’area avversaria (questo schema non era affatto previsto nella sua tesi), che spreco…
        Poi mi fermerei e non vorrei offendere un allenatore che è ancora secondo in classifica e che ha creato un gruppo che giocano al calcio, ricordare la partita di Pescara anche se eravamo nell’anno passato…

          • o Gandalf lo vedi da te che non hai colpe, è uno schema di Sarri che spreca mettendo Croce sulla bandierina e togliendo una possibilità dall’area avversaria e credimi non è l’unica cassata che fa.
            Sono stato sempre critico con alcune scelte di Sarri e lo sono ancora di più da quando ho studiato la sua tesi. A chi volesse fare la solita polemica spicciola ricordo che, prima di scrivere quì su PE di Sarri, studio in quello che ha scritto, la teoria il suo modo di pensare il calcio, poi in campo andando allo stadio lo osservo nella pratica.
            Da tifoso mi auguro che sappia schierare la squadra contro il Palermo.

  2. Inguardabile quel Signorelli che ondeggia “passeggiando” senza il raddoppio in copertura, inguardabile… Sarri fai qualcosaaaaa…..

  3. L’assenza del capitano ci pesa tantissimo e poi ci serve come il pane qualcuno che segni, perché se non segna tavano si va da poche parti e tavano non può certo segnare 40 goal all’anno! Quindi in questi ultimi giorni di mercato sarebbe bene prendere missiroli, che oltre a darci la giusta qualità dietro le punte potrebbe aiutarci anche in fase realizzativa. Io sogno un ritorno in extremis di ricky saponara, lui si che fece la differenza lo scorso anno ma questo resterà solamente un sogno..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here