Ci siamo, dopo una lunga estate dove ognuno di noi ha immaginato il momento, domani sera si alzerà il sipario sulla decima stagione di serie A degli azzurri, una massima categoria che torna dopo 6 anni. Si andrà a far visita ad una squadra molto difficile che nella sua rosa ha il più grande degli ex in attività: Di Natale.

Vediamo le ultime.

 

dintvRifinitura mattutina per gli azzurri che, dopo pranzo, partiranno alla volta del Friuli. Non ci sono particolari novità da raccontare se non dare la conferma dell’assenza di Maccarone. L’undici che mister Sarri manderà in campo, modulo 4-3-1-2, dovrebbe ricalcare a grosse linee quello sceso in campo contro l’Aquila settimana scorsa. Ci sono dei ballottaggi, questo si, partendo anche stavolta dal portiere dove Davide Bassi dovrebbe essere leggermente in vantaggio rispetto a Sepe. L’altro ballottaggio è sulla trequarti con Verdi a giocarsi il posto, non più con Pucciarelli, ma con l’ex Inter Laxalt: la “Lanterna Verde” però dovrebbe partire dal primo minuto.

Per il resto, poi magari il mister ci smentirà, non ci dovrebbero essere variazioni, con quindi ancora Vecino da interno destro accanto a Valdifiori. In attacco sarà ovviamente Mchedlidze a prendere il posto di Big Mac.

Gli indisponibili in casa azzurra sono il già citato Maccarone ed Aguirre che però oggi è tornato ad Empoli.

Mister Sarri presenta la sfida parlando di poche certezze e di molte incertezze, quelle che proiettano questo Empoli in una dimensione particolare e tutta da verificare, ma la forza del gruppo, che tatticamente si conosce da tre anni sarà la leva per provare ad alzare un masso molto pesante.

 

In casa friulana Stramaccioni arriva al match senza grossi problemi di disponibilità di uomini: sono out Gabriel Silva per infortunio e Pinzi e Riera per squalifica. Le alternative sono già pronte e indirizzano il tecnico verso quella che dovrebbe essere la formazione titolare contro l’Empoli. Gli unici dubbi riguardano i ruoli del portiere e della ‘spalla’ del grandissmo ex, Di Natale.
In porta, infatti, le quotazioni del Nazionale greco Karnezis sono vertiginosamente salite nell’ultima settimana e pare favorito per la maglia da titolare. Il ragazzo ha impressionato, soprattutto il preparatore Nista e potrebbe essere la novità di questa ‘prima’ al Friuli. Come già detto, non si tratterebbe di una bocciatura per Scuffet, che può continuare ad allenarsi e crescere in tutta tranquillità, con la consapevolezza che la società e l’allenatore credono in lui.
Davanti Stramaccioni dovrà scegliere il compagno di reparto ideale per Di Natale. Thereau si è dimostrato molto utile nella partita contro la Ternana, ma Muriel, adesso disponibile, scalpita e dovrebbe riprendere il suo posto accanto al capitano. Il modulo adottato sarà il 3-5-2.

Stramaccioni tesse grandi lodi a Sarri ed al suo calcio e mette tutti sull’attenti nel non prendere sotto gamba una gara che, lato loro, potrebbe avere più insidie di quante se ne possa pensare.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

 Logo_Udinese  logo empoli
 KARNEZIS  BASSI
 HEURTAUX  LAURINI
 DANILO  TONELLI
 DOMIZZI  RUGANI
 WIDMER  HYSAJ
 ALLAN  VECINO
 GUILHERME  VALDIFIORI
 FERNANDES  CROCE
 PASQUALE  VERDI
 MURIEL  TAVANO
 DI NATALE  MCHEDLIDZE

 

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteUdinese: il nuovo corso di Stramaccioni riparte dall'uomo dei record
Articolo successivoDa Udine parla il tecnico Stramaccioni
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

17 Commenti

  1. E vai pronti via …. da agenti di mercato ci travestiamo da allenatori ….

    Non critichiamo tanto per fare … s ostina / talismano azzurro a parte …

    Buon campionato a tutti i tifosi azzurri …

    • SAM….chi gioca gioca,tanto è Sarri che decide….però non dimenticherei che siamo venuti in A con Bassi e credo sia giusto che parta titolare…..se poi Sepe si dimostrerà piu’ forte di Davide….che giochi lui…..ma perché questo accada bisogna che Bassi si dimostri non all’altezza….credo che contino poco “I RESPONSI DA ALLENAMENTO”….e che se Bassi non fa “CAPPELLATE A RIPETIZIONE” o si infortuna,Sepe farà parecchia panchina….A meno che domani non giochi lui….allora…cambia tutto!

  2. Pure io Daniele sono d’accordo su quanto dici…se fosse per me farei partire dal primo minuto Bassi che sicuramente meriterebbe di più visto che lo sorso anno ha fatto una grande stagione ed è anche grazie a lui che siamo tornati in serie A…..ma visto che già in coppa è partito titolare Sepe ed ha fatto bene e guardando anche un pò come agisce mister Sarri credo che ad Udine secondo me domani parta titolare Sepe..

    • Se Sarri scegliesse Sepe,vorrebbe dire che lo reputa superiore a Bassi…..ma in base a cosa?Agli allenamenti…alle amichevoli?Sepe è partito titolare in coppa solo perché è giusto che venga valutato al meglio e perché la coppa ci interessa come il 2 di picche!Dire che ha fatto bene con l’Aquila,credo che non sia poi tanto vero,anche perché in porta ci sarei potuto stare anch’io…..L’Aquila,non ha mai tirato in porta….quindi Sepe se avesse ricevuto un voto da me,sarebbe stato S.V.Il mister ha un dubbio,ma per me non è tanto il dubbio Moro-Vecino o Tonelli-Bianchetti o Sepe-Bassi…..per me il suo dubbio è se giocare con il solo Tavano di punta,con Levan pronto a subentrare quando Ciccio “cala” fisicamente…..E’chiaro che giocando con il solo Tavano…..cambia anche il modulo……comunque se giocasse Sepe rimarrei davvero sorpreso della cosa….proprio perché Bassi è il portiere titolare da 2 anni e panchinarlo dalla prima partita vorrebbe dire “perderlo” psicologicamente….e comunque non credo che Bassi sia inferiore a Sepe…..

  3. Siamo l’unica squadra italiana che gioca sempre con le 2 punte e il trequartista, Daniele. Sempre! In casa come fuori.
    Mi sorprendono queste tue parole.

  4. Innanzitutto i complimenti li merita anche l’Udinese per i grandi campionati che ha disputato in questi anni e per i tanti talenti che ha fatto esplodere.Sulla formazione sono tranquillo perché so che chiunque giocherà darà il 100%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here