2006-leone-argento-almiron
E’ il 2006: Sergio Bernardo Almiròn riceve il Premio Leone d’Argento da Gabriele Guastella e Paolo Lunghi, presidente di giuria della quarta edizione del premio.

Si chiude dopo 4 anni l’avventura in maglia rossazzurra per il centrocampista Sergio Almiron. L’ex Empoli ha trovato l’accordo per la risoluzione del contratto come riporta il sito ufficiale del club etneo, che vi riportiamo di seguito: “il Calcio Catania S.p.A. rende nota la risoluzione consensuale del legame contrattuale con il calciatore Sergio Bernardo Almiròn, che conclude così la sua esperienza in maglia rossazzurra”.

.

Almiron (classe ’80) arrivò ad Empoli nell’agosto del 2004 dall’Udinese, nella stessa operazione che portò ad Empoli l’attaccante Nomvhete. Almiròn vinse subito un campionato di Serie B in maglia azzurra, con alla guida Mario Somma, poi due stagioni in A con nella stagione 2006/2007 la conquista della qualificazione in Coppa Uefa e il successivo passaggio alla Juventus. Con l’Empoli ha disputato 95 gare di campionato segnando 18 reti: è la migliore performance italiana del figlio d’arte (suo padre è Campione del Mondo con l’Argentina a Mexico ’86, ndr). Dopo l’esperienza in maglia bianconera (solo 9 presenze), quella con i francesi del Monaco (11 presenze e 2 reti), Fiorentina (11 presenze), Bari (52 presenze e 5 reti) ed infine i quattro anni al Catania con 81 presenze e 9 gol.

.

Ad Empoli nel 2006 ha vinto la quarta edizione del Premio Leone d’Argento.

.

Gabriele Guastella 

1 commento

  1. Sergio Almiron, tira la bomba Sergio Almiron, tira la bomba Sergio Almiron, tira la bomba e GOOOOL, Sergio Almiron.
    S’è trovato chi ci batte le punizioni!!!!

  2. anche iio penso che sarebbe ottimo come vice mirko,
    con caratteristiche diverse da Signorelli.
    anche se per pochi mesi io lo riprenderei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here