Erano le favorite dopo i due pari strappati in trasferta all’andata, Frosinone e Palermo hanno confermato le attese. Le formazioni di Longo e Stellone conquistano così la finale del playoff di serie B. La prima pareggia contro il Cittadella e passa per la migliore classifica, la seconda batte 1-0 il Venezia grazie a un’autorete di Domizzi. Andata il 13 giugno a Palermo, ritorno tre giorni dopo allo Stirpe. Chi vince tra le due accede in serie A.

Frosinone-Cittadella 1-1  

Gori porta in vantaggio i frusinati a inizio ripresa, Kouame risponde per gli ospiti. In finale va il Frosinone, ma tanti i brividi per i padroni di casa che hanno perso il secondo posto nell’ultima giornata di campionato cedendo la A al Parma. Al 47’ ci pensa il centrocampista a portare avanti gli uomini di Longo. Cross basso dalla sinistra di Soddimo, con un rimpallo la palla arriva nella zona di Gori che arriva in corsa e con il destro, anche con una leggera deviazione di Lora, batte Alfonso.  Il pari al 75’. Bartolomei calcia una punizione in mezzo all’area, il pallone viene allontanato nella zona di Chiaretti che conclude dalla distanza. Una deviazione fa così arrivare il pallone a Kouame che, in posizione regolare, batte Vigorito con un preciso diagonale. Il forcing finale del Cittadella (espluso nel recupero Varnier) non porta i risultati sperati e così lo Stirpe può festeggiare la finale.

Palermo-Venezia 1-0  

Il Palermo batte il Venezia di Inzaghi nella prima partita delle semifinali di ritorno dei Playoff di B e accede alla finale. Al Barbera decide un autogol di Domizzi al 5’. Dopo un tiro di Rispoli dal limite dell’area, Trajkovski si trova sulla traiettoria, controlla e calcia col destro ad incrociare: Audero si supera e respinge il pallone, ma la palla rimbalza sul difensore e termina in rete. Il Venezia prova a segnare due gol che garantirebbero la finale, ma rimane a secco e in 10 con l’espulsione di Pinato (81’). Con il vantaggio numerico, i rosanero potrebbero addirittura raddoppiare con un rigore nel finale ma La Gumina – autore del gol del vantaggio nella sfida di andata al Penzo – si fa parare il tiro da Audero. Alle 21 la seconda e ultima sfida delle semifinali tra Frosinone e Cittadella. Allo Stirpe si riparte dall’1-1 dell’andata. Gli ospiti, complice la peggiore posizione in classifica, saranno costretti a vincere. La partita di andata mercoledì 13, quella di ritorno sabato 16. Se passano i laziali, il ritorno sarà a Frosinone. Se passano i veneti, sarà il Palermo a giocare in casa l’ultimo match della stagione di Serie B.

 

8 Commenti

  1. Tra tutte e due non so chi sia peggio…squadre antipatiche personalmente. Come meriti però penso il Frosinone la meriti di più

  2. Per noi forse meglio il Frosinone.
    Se il Palermo rimane in b, fallisce.
    Anche il Frosinone dopo una retrocessione due campionati costruiti per vincere e lo stadio non credo navighi nell’oro.
    Per essere sportivi la migliore soluzione sarebbe Palermo in A con penalizzazione …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here