EmpoliEmpoli: Bassi, Kokoszka, Marianini, Vannucchi (cap.), Marzoratti, Carrus (87′ Moro), Lodi (81′ Sabato), Vinci, Buscè, Corvia 62′ Pozzi), Tosto. A disposizione: Dossena, Valdifiori, Saudati, Pasquato. All. Silvio Baldini

 

RiminiRimini: Pugliesi, Cardinale (60′ La Camera), Milone, Basha, Frara, Matteini (55′ Docente), Ricchiuti (cap.), Sottil, Vitiello, Regonesi, Paponi (73′ Cipriani). A disposizione: Agliardi, Bravo, Rinaldi, Paraschiv. All. Selighini

 

Marcatori: 24′ Corvia (E), 56′ Corvia (E), 80′ La Camera (R)

Ammoniti: Ricchiuti (R), Basha (R), Regonesi (R), Sottil (R), Vinci (E)

Minuti di recupero: pt 0, st 3

Arbitro: Dondarini (Finale Emilia), assistenti Barbirati e Bernardoni; Quarto Ufficiale: Donati.

 

Sportivi azzurri non fatevi ingannare dal risultato. Il 2-1 è bugiardo, bugiardissimo. Sarebbe stato stretto perfino il 2-0, figuriamoci il 2-1 finale dopo l’inaspettata rete realizzata a dieci minuti dal termine da La Camera, utile solo a rendere onore ad una squadra, il Rimini, che anche al Castellani, nonostante il dominio pressochè totale degli azzurri, ha dimostrato di possedere buone qualità tecnico-tattiche.

 

La spettacolare rovesciata di Vannucchi nel primo tempoL’Empoli è semplicemente stato superiore, ha giocato una partita praticamente perfetta, e se il punteggio finale avesse regalato altri due gol agli azzurri nessuno avrebbe avuto da recriminare.

 

LA PARTITA – Il Rimini ha resistito solo quindici minuti, o meglio, diciamo pure che l’Empoli ha lasciato giocare il Rimini sono nel primo quarto d’ora. E’ stata la squadra ospite a rendersi pericolosa per prima: conclusione dalla distanza di Frara e pallone a lato di un soffio (3′). La replica azzurra arriva dieci minuti dopo con Vannucchi che sfiora l’incrocio dei pali. Poi l’Empoli è salito in cattedra. Vannucchi, ispiratissimo, inizia a dettare i ritmi, Marianini e Carrus ottimi frangiflutti di centrocampo: bravo il primo come incontrista, ottima la regia del secondo, al debutto con la maglia azzurra, che si è fatto notare più di una volta per la sua maestosa visione di gioco, e per i millimetrici e taglienti lanci per gli esterni azzurri.

Il primo gol dell’Empoli arriva al 24′. Discesa di Tosto sulla sinistra, combinazione con Vannucchi, e cross di Tosto per Corvia che da opportunista infila Pugliesi all’angolino basso sul primo palo.

In campo c’è solo la squadra azzurra che va al riposo solo sull’1-0, ma che poteva farne almeno altri due. Clamorosa l’occasione creata intorno al 35′ con quattro conclusioni verso la porta del Rimini respinta da Pugliesi (2 volte) e dai difensori avversari. E poi la traversa di Marianini, e la spettacolare rovesciata di Vannucchi fnita di un soffio a lato.

Nel secondo tempo la squadra azzurra ricomincia da dove aveva chiuso la prima parte di match, cioè dominando. Il gol del raddoppio arriva al minuto 11 della ripresa: Vannucchi in piena area di rigore appoggia per Corvia che batte Pugliesi con un preciso destro sul secondo palo.Alessandro Vinci al cross

 

PROTESTE AZZURRE – Prima del gol del 2-0 l’Empoli protesta vivacemente con la terna arbitrale per due calci di rigore solari. Prima Corvia in contropiede entra in area e viene placcato, poi Buscè scende sulla destra e tre-quattro metri dentro all’area di rigore viene steso. Dondarini sorvola tra le proteste del pubblico, dei giocatori azzurri e della panchina empolese: Silvio Baldini esce dall’ area tecnica e viene espulso.

 

OCCASIONI SPRECATE – Lodi e Vannucchi potrebbero arrotondare il punteggio, e alla fine, causa il gol di La Camera, ecco un pizzico di sofferenza. Ma in realtà la squadra azzurra non concederà più nulla agli avversari e conquista tre punti importantissimi in chiave “lotta promozione”. Adesso l’Empoli è tornato in Zona Play Off , al 6° posto, sorpassato il Grosseto, e martedi si scende in campo a Modena per il turno infrasettimanale.

 

G. G.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here