Due acquisti per la stagione 2017-18 potrebbero arrivare nelle prossime settimane, due giocatori non propriamente sconosciuti che dalle nostre parti qualcosina hanno anche fatto: Maccarone e Croce. Battute a parte, i due senatori azzurri sono in scadenza di contratto a giugno 2017, e per entrambi si è deciso di lavorare stagione per stagione sondando principalmente le motivazioni ed i desideri dei due calciatori. Non crediamo di offendere ne “Il Gladiatore” ne “Il Prestigiatore” se diciamo che i due non sono certo calciatori di primo pelo e quindi sta soprattutto alla volontà dei giocatori il prolungamento o meno del contratto.

Entrambi a più riprese hanno sottolineato di come la loro carriera vuol essere chiusa in maglia azzurra, con (per entrambi) un domani o un dopodomani sempre nell’Empoli ma in altri ruoli. Maccarone, salvo sorprese, è destinato ad una carriera dirigenziale, mentre Daniele ha sempre fatto capire di come gli piacerebbe rimanere sul campo partendo magari dai bambini. Il futuro prossimo pero’ è ancora dentro al rettangolo verde a sgomitare e sudare, con la maglia azzurra ben appiccicata addosso. Per questo nelle prossime settimane si dovrebbero aprire i due tavoli che porteranno a due fumate bianche dando continuità alla storia sportiva di due ragazzi che, nonostante i quasi ottanta anni in due, stanno dimostrando uno spessore importante per la storia azzurra e per il calcio italiano.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Manovre in attacco
Articolo successivoFabrizio Corsi: “Gilardino ha chiesto di andare via !”
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

11 Commenti

  1. per essere alla porta della partita più importante della stagione ..mi pare che si concentri l’attenzione sù tutto fuorchè l’obbiettivo di preparare la sfida con il Palermo con la Max concentrazione ..prima le feste , le vacanze , il fine anno ora rinnovi e mercato … io penso che tutti dovevano capire che era più importante un giorno meno di vacanze adesso e concentrarsi sull’obbiettivo e festeggiare magari quando le cose fossero stae un pò più tranquille ..la mia sensazione ..è che sabato ci porteranno via di peso ..e poi ci leccheremo le ferite ..mi auguro di sbagliarmi e dovermi cospargere il capo di cenere ma se andasse così …. mi sentirei veramente preso per il C–o da società e giocatori … ( alla stessa maniera dei Ns. Politici) …che pensano solo ha fattaci propri … e di chi paga ( i tifosi e comunque il pubblico) non gli importa una mazza!

  2. Che sabato il Palermo sia strafavorito è fuori di dubbio. Che arriviamo alla partita senza la giusta concentrazione e serenità pure. Se poi consideriamo che ci arriviamo pure senza un allenatore…la frittata è fatta.
    Speriamo in qualche uscita destabilizzante in questi giorni da parte di Zamparini…è l’unico modo per agguantare almeno un pareggino che tenga i rosanero lontano e tenga la nostra bagnarola in linea di galleggiamento.

  3. Cmq parlare di rinnovo per Maccarone e Croce…oltre 70 anni in due…fa un po ridere…credo che una società seria li ringrazierebbe e li saluterebbe se ancora vogliono giocare, lasciando naturalmente le porte aperte per incarichi all’ interno della società o sul campo tra i giovani.

  4. Che nel calcio niente sia scritto siamo d’accordo,ma che il Palermo venga ad Empoli strafavorito mi pare una bella baggianata,senza voler offendere nessuno….Il Palermo può solo venire ad Empoli per vincere e su questo si può essere d’accordo,ma può anche venire per prendersi un punto per lasciare il distacco invariato e mancando poi ancora 19 partite alla fine,loro son sicuro che il pareggio lo firmerebbero gia da oggi!Sta a noi dargli un colpo se non da KO,almeno da vittoria ai punti….e 7 non sarebbero davvero pochi considerando anche le partite che andranno ad affrontare Pescara e Crotone.E’ INUTILE GIRARCI INTORNO SON 3 PUNTI NON VITALI,MA IMPORTANTISSIMI PER IL PROSEGUO DEL NOSTRO CAMPIONATO.E in casa gli scontri diretti vanno vinti,soprattutto quando conta!

    • vatti a vedere con quanta voglia determinazione e foga agonistica hanno vinto a Genova … con le nostre “pappemolli” compreso il “fringuello” in panchina che non carica nemmeno la sveglia ..immaginati ..quel che succederà

    • Soprattutto loro hanno due giocatori di grande qualità e con le PALLE: Quaison e Nestorowsky…noi chi abbiamo da contrapporre? Cuor di…Leone (???)Saponara…Non segno manco al bar Puccinelli. ..il povero Maccarone Che a 37 anni vorrebbe poter giocate un po da fermo?

      Il Palermo ha più qualità in attacco e più fisico a centrocampo di noi…poi cosa non trascurabile, ha un VERO allenatore…dire che è strafavorito è semplicemente la verità…poi il pallone è rotondo ed in una singola partita può accadere di tutto…anche difficile in questo caso…ma con 19 partite da giocare…con una squadra deprimente come la nostra…con una parodia di allenatore in panchina…con lo scontro diretto a fine campionato a Palermo…cosa sono eventuali 7pt di vantaggio?…Niente!!!

  5. Mork ti ricordo che S’ostina è l’amuleto più prezioso di cui dispone l’Empoli per ottenere promozioni e salvezze. Uno dei gufacci + portafortuna che esistano.

  6. Croce mi sembra che abbia ancora molto da spendere nonostante l’età e è ad oggi il giocatore con il miglior rendimento (fatta eccezione per il portiere): il primo a combattere l’ultimo ad arrendersi. Macca mi sembra in parabola discendente, un po come Tavano nel suo ultimo anno a Empoli; dovrebbe accontentarsi di un ruolo alla Totti prima di entrare in società.

    • Croce il prossimo anno avrà 35 anni…bisogna saper passare oltre…I casi Tavano 2 anni fa e Maccarone quest’anno dovrebbero aver insegnato qualcosa…ma forse no.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here