Ormai ci siamo, quel che è fatto è fatto ed il countdown è arrivato a zero. L’ultima giornata di allenamento è andata ed adesso ci sarà da superare soltanto la notte prima dell’esame. Nella mattinata di fatti sia azzurri che biancorossi (entrambi a porte chiuse) hanno svolto la rifinitura. Andiamo a vedere le ultime.

 

Il dubbio maggiore che ci porteremo fino a domani è se l’Empoli giocherà con il 4-4-2 o con il centrocampo a rombo. Da dire che gli interpreti del match, nel 90% dei casi saranno gli stessi, l’unica variazione, anche se come noto gli azzurri si stanno allenando da tre giorni a porte chiuse, sarà quella di vedere (in caso di centrocampo a quattro in linea) sia Lazzari che Saponara sugli esterni, con Moro e Valdifiori interni. Dovesse essere rombo, l’ipotesi che noi accreditiamo e con la quale metteremo in campo gli azzurri, ci dovrebbe essere Lazzari trequartista con l’esclusione di Saponara a vantaggio di Guitto che dovrebbe essere il playbasso. Questo anche perchè le condizioni di Ze Eduardo non sembrano al top, oggi il brasiliano ha lasciato anzitempo la seduta. Davanti e dietro zero sorprese. L’unico dubbio sarà quello che vedrà chi tra Regini e Gorzegno sarà titolare come terzino sinistro. Per il resto solita difesa con Tavano e Maccarone di punta.

Un Empoli che lavorando a porte chiuse non ci ha permesso di capire (giusto cosi in questa situazione) come vorrà approcciare al match, l’idea di massima dovrebbe essere quella di attendere un avversario che avrà l’obbligo di fare un gol, nella speranza che questo conceda spazi per gli inserimenti dei nostri.

La panchina azzurra dovrebbe essere formata, oltre che dal portiere Pelagotti da Tonelli, Signorelli, Brugman, Saponara, Mchdlidze e Dumitru.

Non partiranno per Vicenza gli infortunati Mori, Vinci, Coppola e Gallozzi e da capire le condizioni di Ze Eduardo che comunque è tra i convocati.

Mister Aglietti sa che l’Empoli uscendo dal “Menti” con un pari avrebbe fatto metà strada verso la salvezza ma sa altresì che non potremmo giocare una gara volta allo 0-0. Per questo, oltre al sottolineare l’importanza di avere finalmente i tifosi al seguito, ha fatto capire che la squadra dovrà stare molto attenta agli sfoghi vicentini cercando di prendere tutto quello che i biancorossi concederanno.

 

Il grande ex, Gigi Cagni, ha lavorato anche lui a porte chiuse queste mattina. Le informazioni che ci arrivano da Vicenza, ovviamente non per colpa dei colleghi, hanno un po’ il sapore della pretattica, ma da quanto ci arriva si capisce che il Vicenza potrebbe schierare un corposo centrocampo, giocando con una sorta di 3-5-1-1. Spazio in avanti ancora per Paolucci, mentre il sempre temuto Abbruscato dovrebbe partire dalla panchina. Come detto già in settimana, ha recuperato a pieno il portiere Frison che sarà quindi regolarmente tra i pali. Cagni dovrà fare a meno di Mustacchio e Rigoni, entrambi indisponibili anche in vista della sfida di ritorno di venerdì prossimo. Rimangono poche speranze anche per Baclet e Bastrini che però alla fine potrebbero strappare una panchina. Out anche Augustyn, vittima di un’intossicazione alimentare.

C’è ovviamente molta pacatezza nelle dichiarazioni di Cagni che sogna l’impresa salvezza ma che ovviamente mette spesso le mani avanti ricordando il doppio vantaggio che ha l’Empoli. Sarà secondo il tecnico molto importante, lato Vicenza, fare una grande gara in casa, cercando di vincerla, anche con un gol di scarto e per questo chiama a raccolta tutta la città.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:

 

 FRISON  DOSSENA
 MARTINELLI  BUSCE’
 PISANO  FICAGNA
 GIANI  STOVINI
 BRIGHENTI  GORZEGNO
 GAVAZZI  MORO
 SOLIGO  GUITTO
 BOTTA  VALDIFIORI
 MAIORINO  LAZZARI
 PINARDI  TAVANO
 PAOLUCCI  MACCARONE

 

Al. Coc.

6 Commenti

  1. Caro Gigi, la nostra gratitudine nei tuoi confronti sarà sempre infinita per le bellissime sensazioni che ci hai fatto provare negli anni di A, ma adesso dobbiamo batterti e ti batteremo. … Senza rancore!!

  2. ma di quale gratitudine parli, di averci fatto retrocedere con diversi giocatori da nazionale, ma facciamola finita ci ha rovinati.

  3. Che tensione pre partita!!!

    Partendo dal presupposto che spero di vedere una grande partita di guitto!!! Io partirei col 4-3-1-2

    Dossena

    Busce stovini ficagna regini

    Moro guitto valdifiori

    Lazzari

    Tavano maccarone

    Molto meglio regini che gorzegno…

    Ragazzi domani senza paura andiamo a giocarci la salvezza!!!!

  4. Ora non perchè io sia un 4-4-2 dipendente….ma se questo modulo non sara’ scelto,nel modulo 4-3-1-2 che eventualmente verra’ schierato dovremmo vedere 2 centrali come Moro e Valdifiori messi ai lati di Guitto?SE VUOI GIOCARE COSI’VAI A SCOMBUSSOLARE TUTTO IL CENTROCAMPO.Magari metti Signorelli a destra o senno’ davvero metti in campo il 4-2-3-1!Son sicuro che Aglietti dopo un buon sonno scegliera’ il 4-4-2 con Moro e Valdifiori centrali con ai loro lati Lazzari e Saponara…anche se al posto di quest’ultimo farei giocare Signorelli(vorrei piu’ copertura).Non possiamo permetterci di regalargli il centrocampo anche perchè loro ne schiereranno 5 di centrocampisti quando andranno ad impostare l’azione!Oltretutto pur stimando Guitto,perchè secondo me se avesse avuto piu’ spazio,adesso con la giusta esperienza sarebbe stato uno dei nostri punti di forza in quest’incontro,credo che non sia la partita dove rischiarlo in un ruolo così delicato….Certo si fa per dire qualcosa,non certo per voler fare l’allenatore…d’altra parte la tensione è tanta….anche per noi tifosi….se vinciamo questi play out,checchè se ne pensi,sara’ come aver vinto uno scudetto…..

  5. Caro Sam che fai le formazioni… Di a Regini di giocare le partite invece di cacarsi addosso tutte le volte…. Ma vai in culo te e regini vai

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here