La Società Vicenza Calcio comunica che, nella mattinata odierna, dopo una ulteriore e sofferta analisi del delicato momento sportivo, il Presidente, Dott. Massimo Masolo, ha disposto di sollevare dalla conduzione tecnica della Prima Squadra i sig.ri Manlio Zanini e Massimo Beghetto.

Il Club biancorosso desidera comunque ringraziare i sig.ri Zanini e Beghetto per l’impegno profuso e il lavoro svolto.

La guida tecnica della Prima Squadra è stata nuovamente affidata al sig. Luigi Cagni.

 

Da indescrizioni raccolte pare che il Vicenza in un primo momento avesse pensato anche al primo tecnico di stagione, Silvio Baldini, il quale si sarebbe dimostrato non favorevole a riprendere in mano la squadra per le ultime 5 gare. Se cosi fosse potrebbe eserci anche stata una rescissione del contratto.

tmw.com / To. Che.

20 Commenti

    • Condivido in pieno quello che dici proprio come eravamo d’accordo io e te quando ci trovammo ad esultare assieme x l’esonero di Cagni, con tanti altri utenti che, come oggi, non ci capivano!
      Non so cosa accadrà di qui alla fine, sono peró sicuro di quello che dissi quando Cagni fu esonerato (rileggetevelo se non ci credete) ovvero che senza di lui il Vicenza sarebbe retrocesso… ed ai tempi loro erano davanti a noi!

  1. Era meglio per noi se riprendevano Baldini. Speriamo davvero faccia la fine del 2008. Anche se con 1 punto di vantaggio ed una partita in meno, siamo padroni del nostro destino rispetto a loro.

    • Baldini per quanto male possa aver fatto l’ultimo anno di Empoli,…ci ha portato ai play off…e non veniamo a dire che avevamo una squadra superiore alle altre…era solo una squadra giunta al capolinea!

  2. Senza dubbio che il buon Gigi sia migliore di Beghetto,non c’è bisogno di dirlo…gia lo sappiamo tutti….però è anche vero che da quando se ne andato da Empoli i suoi sono stati solo esoneri,percui qualche chanche in piu’ al Vicenza la darei,ma non piu’ di tante…senza contare che il Vicenza non solo deve venire al Castellani,ma martedi mentre noi giochiamo con il Gubbio ,loro vanno a Pescara e potrebbero ritrovarsi a 4 punti da noi e se anche noi perdessimo ad Ascoli e loro vincessero in casa con il Bari,avremmo sempre un punto di vantaggio prima dello scontro diretto!Senza contare che avremo anche da recuperare la partita a Bergamo.Quindi se qualcuno dà qualche chanche alla squadra di Cagni di potersi salvare….se tutto va come deve andare(a cominciare dalla vittoria con il Gubbio che è BASILARE)credo che gli azzurri di possibilita’ ne abbiano come minimo il triplo di loro!I miei è chiaro sono tutti discorsi sulla carta che poi vanno supportati con i fatti,pero’ mi fossi trovato al posto del Vicenza non sarei stato molto tranquillo(Cagni o non Cagni)

  3. No Daniele57…era una signora squadra…e se avesse messo i giocatori nei loro ruoli…avremmo fatto almeno 7/8 punti in più avremmo conquistato il terzo posto…e da terzi sono convinto saremmo saliti! Qualcuno dirà che abbiamo pagato l’ ultima giornata…con i goal nel recupero di Livorno e Brescia…ma in realtà noi eravamo meglio di Livorno e Brescia e all’ ultima giornata dovevamo arrivarci con un punto in più! Poi l’ ha detto lui un paio di anni fa: senza di me in panchina l’ Empoli sarebbe andato in A!!!! Rimarchevole atto di colpa…ma tardivo! Troppo!

    • Hai proprio ragione.
      Una squadra con pozzi, corvia, lodi, Vannucchi, Buscè, tosto, vargas, Angella, moro, Valdifiori, marzoratti, saudati… doveva vincere i play off punto e basta!

      • Avrebbe dovuto,ma se non l’ha fatto,non puo’ dipendere solo e sempre dall’allenatore!Dato che era piu’ forte di tutti come mai non ha vinto lo spareggio con il Brescia e al ritorno ne ha presi 3? I discorsi li porta via il vento solo i fatti contano!Alcuni di quei giocatori che rammentate ne giocavano bene 1 su 3 quando andava bene ed erano ormai sulla via del tramonto!

        • Non dono affatto d’accordo, ma capisco la tua opinione.
          Per me, ai tempi, non erano affatto sulla via del tramonto. Lo sono adesso, non allora.
          I motivi della mancata promozione furono tanti: baldini in primis; poi errori nella rosa, troppi doppioni inutili; non ultimo un portiere che faceva acqua in ogni partita e prendeva goal paurosi, fra i quali riguardatevi quelli del 3-0 per il Brescia nei play off!
          E poi se lo stesso allenatore (baldini) ad anni di dustanza ha ammesso di essere stato il problema principale della mancata promozione, ci possiamo credere, o no?

          • L’HA AMMESSO SOLO PERCHE’ QUELL’ANNO LI’ I GIOCATORI ANDAVANO DAVVERO PRESI UNO PER UNO E PRESI A PEDATE NEL CULO COME POI HA FATTO INVECE SBAGLIANDO CON DI CARLO!QUELLA LETTERA CHE SCRISSE DI SCUSE DICE TUTTO QUELLO CHE VALEVA QUELL’ALLENATORE E DI QUANTO VALESSERO POCO MOLTI DI QUEI GIOCATORI
            “Dopo la sconfitta di Pisa, il mio primo sentimento è quello di chiedere scusa ai tifosi azzurri, addolorati per la prestazione della squadra, più che il risultato, già penalizzante.

            Chiedo scusa a persone che la mattina vanno a lavorare, con fatica e per un “pane duro”, sono persone che sperano di trovare, nella squadra, quelle soddisfazioni spesso negate da una vita agra.

            Chiedo scusa ai miei giocatori, che dopo la prestazione di Pisa, non ce l’ho più fatta a difenderli, proprio perché ritenevo che ognuno ci doveva mettere la propria faccia.

            Chiedo scusa alla società che mi chiedeva di fare un campionato di transizione e io gli ho promesso la serie A.

            Ma Empoli, nella metafora calcistica, rappresentava la mia Itaca, insomma per chi non lo sapesse come Ulisse quando torna a casa: il ritorno, con entusiasmo, per i valori umani trovati in passato, giocatori a disposizione considerati validi, una dirigenza inappuntabile e una tifoseria civile, vicino alla squadra, composta.

            Ai tifosi azzurri ai giocatori ai miei dirigenti chiedo, con umiltà, l’ultimo sforzo: quello della speranza, senza illudere più nessuno, ma credendoci, tutti uniti con passione”.

            Silvio Baldini

  4. Da sottolineare poi che nel 2001-2002 aveva una grande squadra….ma nessuno lo sapeva…ma i nomi che la componevano erano:
    DiNatale…Rocchi…..Tavano…Grella…Cappellini….Maccarone…Barollo….Pratali…Atzori etc.
    Ma ci ha portato anche in serie A FACENDO SEGNARE SE NON SBAGLIO IL PUNTEGGIO PIU’ ALTO DELL’ANNATA 2002…fra tutte le squadre professionistiche!Tu mi parli di giocatori che principalmente hanno giocato in serie B…Come Pozzi,che in serie A NON E’ MAI ESPLOSO….IN 5 CAMPIONATI DI A ha realizzato appena 24 goals…e IL MASSIMO delle reti non è arrivato a piu’ di sette all’anno!Mi parli di Corvia che in 6 ANNI DI A ha realizzato un totale di 10 goals.Il 31enne Vannucchi ti sembrava quello di 6 anni prima?Tosto era rotto,Saudati idem con patatine,Vargas l’ombra del giocatore di qualche anno prima.Guarda Angella dove gioca e anche Marzoratti!Quindi propio fenomeni non si sono poi dimostrati….a parte Lodi che però nonostante i 13 goals messi a segno (play off compresi)aveva disputato un campionato mediocre facendo spesso sembrare che la squadra giocasse in 10!Quindi tutti questi fuori classe potenziali che avevamo quell’anno in B,NON MI SEMBRA CHE POI CI SIANO STATI!Era una squadra che poteva puntare ai play off,ma niente di questo la societa’ aveva chiesto…come tra l’altro è scritto in quella lettera ed infatti ai play off è arrivata….poi ha perso perchè il Brescia si è dimostrato piu’ forte….PUNTO!E se il portiere era scarso…non puo’ essere che un aggravante!

  5. Non concordo con niente…i giocatori erano ottimi per la B…la squdra da promozione…se non diretta visto l’ exploit del Bari e il maggior valore del Parma…almeno da terzo posto e i play off da terzi li avremmo vinti! Ha sbagliato lui…solo lui…riproponendo lo stesso schema di gioco di 6 anni prima…pur sapendo che Vannucchi e Lodi sugli esterni non potevano fare i Rocchi o i Di Natale

  6. E gli attaccanti non erano x caratteristiche assimilabili a Maccarone. La lettera post Pisa è un pietoso scarica barile sui giocatori avallato da una società ai primi evidenti segni di sbandamento! Non aggiornato…non umile…senza carisma e carattere…le lettere strappalacrime…i pentimenti tardivi…molto tardivi…non interessano a nessuno o quasi. Se siamo quasi in Lega Pro…in parte la colpa è anche sua e del suo fallimento…voluto…cercato…e purtroppo x noi trovato.

    • Caso strano da quella lettera la squadra ha reagito ed è andata ai play off!Se eri tanto forte perchè non hai vinto con il Brescia in casa e poi magari anche fuori o pareggiato…..un Brescia che tra l’altro in quel campionato c’ha mazzolato con Possansini e Caracciolo e che aveva giocatori come Baronio ed altri forti come i nostri se non di più!

  7. Condivido in pieno quanto detto dall’utente S’ostina: ancora oggi ci portiamo dietro i segni “economici” e “tecnici” del fallimento della gestione di baldini.
    Concordo in quello che hai detto al 100%

  8. Adesso se si retrocede la colpa è di Baldini….e se si fallisce?Sempre colpa sua?O quest’anno che si è sbandierato ai 4 venti di obbiettivo minimo play off…..dove siamo arrivati?O un si aveva SULLA CARTA una delle squadre piu’forti della serie B?Mi ripeto….i giocatori sono forti quando sul campo lo dimostrano……quella era una squadra inferiore al Brescia o sicuramente non superiore…..l’ultima partita che gioco’ a Pisa,pur vincendo al 90′,si permise di mettere in campo una squadra con diverse riserve e di NON FAR GIOCARE NE POSSANZINI,NE CARACCIOLO……PERCHE’ERA GIA SICURA DEI PLAY OFF E IL TERZO POSTO GLI INTERESSAVA RELATIVAMENTE…..E QUESTO LO DIMOSTRO’ ANCHE IN CAMPO(IO C’ERO A GUFARGLI CONTRO)GIOCANDO UNA PARTITA CHE SOLO IL PISA RIUSCI’ A PERDERE PER LA PROPIA INCONSISTENZA!In quel campionato tra l’altro abbiamo fatto figurette a destra e manca e mi dite che la squadra era la terza forza del campionato?Andate a rivedervi su tutte le due partite con il Pisa o quante palle ha toccato Pozzi nella partita dei play off giocata in casa con il Brescia o di come il Brescia usci da quella partita dimostrando di meritare ampiamente la finale!Come quando Boskov diceva “rigore è quando arbitro fischia” io penso “Chi è piu’forte lo dimostri”

  9. Nessuno ha detto che se si retrocederà sarà colpa di baldini, ma solo che la gestione economica e tecnica di quell’anno ha determinato una serie di reazioni a catena che sono arrivate fino ai giorni nostri.
    Per la precisione, poi, tutto è nato perchè ad avviso di alcuni di noi, me compreso, era meglio se il Vicenza riprendeva baldini invece che Cagni.
    Punto e basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here