Le vespe della Juve Stabia sembrerebbe avessero mollato la presa su Vasco Regini, ma staccati gli occhi da un difensore azzurro gli riavrebbero messi addosso ad un altro: Alessandro Vinci.

 

Il difensore fiorentino, come ormai noto, è in scadenza di contratto, e la società azzurra non farà pazzie per trattenere uno dei suoi prodotti del settore giovanile. La mancata esplosione definitiva ed un lungo infortunio hanno sicuramente inficiato su alcune scelte interne alla nostra dirigenza, portando quindi il contratto a scadere senza mai, durante la stagione, aver provato ad intavolare una sorta di trattativa per il rinnovo.

 

Anche Vinci, dopo una vita in azzurro, potrebbe aver voglia di cambiare aria, e l’occasione di riprendersi in mano il suo cartellino, senza dover quindi stare anche alla volontà di qualcun altro che dovrebbe e potrebbe lucrare, sarebbe sicuramente uno sgravio nelle ricerca di una nuova sistemazione.

 

In teoria, cosi come per tutti gli altri arrivati a scadenza, anche per lui ci dovrebbe essere almeno un confronto con il Ds Carli per fare il punto della situazione e valutare il da farsi, che poi si tradurrebbe magari in una stretta di mano ed in un arrivederci.

Potrebbe invece, anche all’ultimo momento, subentrare una parola del nuovo allenatore, che ancora non si è espresso su nessuno, visto che soprattutto la difesa sarà il reparto che inizialmente avrà bisogno delle maggiori attenzioni, dato proprio il numero scarso di componenti di quel reparto.

 

Vinci, dopo una discreta carriera nelle giovanili azzurre, esordi in prima squadra nella stagione 2008-09, sotto la guida tecnica di Silvio Baldini, facendo a tutti un ottima impressione, poi però, negli anni (forse erano a quel punto anche alte le aspettative) non è riuscito ad alzare quell’asticella, nonostante sempre un apporto più che sufficiente nelle occasioni in cui veniva chiamato in causa.

Quest’anno poi, una brutta bronchite lo ha messo KO per tutta la parte finale della stagione.

 

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLunedi 2 Luglio la presentazione di Sarri
Articolo successivoIl pupillo di Sarri anche ad Empoli?
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. Se ci lascia credo(speriamo) di non sentire la mancanza, in special modo in questa stagione e’ stato inutile, terzino che fatica a fare la fase difensiva e non fa quasi mai la fase offensiva, per me e’ troppo la serie B per lui….

  2. Commenti ingenerosi per un ragazzo che, fra l’altro, ha vissuto un’annata terribile dal punto di vista fisico. Magari cambiare aria gli farà bene come è stato per Baldanzeddu. In bocca al lupo 😉

  3. Mi accosto al pensiero di Marta qui sopra.
    Vinci non è eccelso è vero ma nemmeno un dilettante.
    Va preso per quello che è un comune difensore in serie B.
    Se fatto lavorare senza pretendere e inserito in una difesa con qualità leggermente sopra la norma può apportare il suo contributo.

  4. E’ proprio fastidioso questo modo di trattare i calciatori dell’Empoli. Che non vi piaccia un giocatore è comprensibile ma per quale motivo si deve sempre essere offensivi. Vinci, come altri, è cresciuto nel settore giovanile azzurro e si è sempre impegnato in campo. Non vedo il bisogno di essere offensivi.

  5. …Gia’ il fatto che lascia un quartiere come Empoli, x venire a giocare in una citta’ come Castellamare di stabia,…e’ un enorme SALTO di qualita’ ahahahahh

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here