tonelli intPochi giorni fa aveva categoricamente smentito un ritorno di fiamma del suo Palermo per Lorenzo Tonelli, per il quale l’Empoli chiedeva – a suo dire – un prezzo sproporzionato al valore. Ma adesso pare avere già cambiato idea, in pieno Zamparini-style: il presidente rosanero ha infatti fatto sapere, in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, che il centrale azzurro è ancora al centro dei suoi pensieri. “Voglio Tonelli, puntiamo molto sul suo acquisto”. Parole che non lasciano dubbi sull’interesse nei confronti del difensore fiorentino e che fanno da eco a ciò che aveva detto il ds Gerolin un paio di giorni fa.

 

Ora resta da vedere se le parti si incontreranno e se il Palermo alzerà la posta per assicurarsi Tonelli. L’Empoli rimane abbastanza indispettito nei confronti della dirigenza rosanero, rea di aver trattato solo con l’agente del giocatore e di aver presentato un’offerta ritenuta insoddisfacente. In questo caso l’oste è la società azzurra e il prezzo lo fa lei. La sensazione, però, è che se il Palermo fosse disposto a offrire di più, scrollandosi da quella cifra di 3-5/4 milioni di euro paventata fin qui, il tavolo delle trattative possa essere riaperto.

 

Vedremo se questa vicenda, che sta tenendo banco ormai da un paio di settimane, si smuoverà, in un modo o nell’altro. Zamparini ora gioca a carte scoperte, ma l’asso lo possiede ancora l’Empoli.

 

Simone Galli

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Anche il Bologna su Hysaj
Articolo successivoMercato Azzurro | Giannetti in pole position in attacco
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

18 Commenti

  1. Certo che finire in una società con un presidente a dir poco “lunatico” come ZampaRiina non è esattamente il massimo.

    Se poi ci aggiungiamo che il Palermo non è, non è mai stato e non lo sarà mai un top-club… la scelta di Tonelli non è molto comprensibile… evidentemente è solo questione del Dio Quattrino…

  2. I procuratori hanno ucciso il calcio in generale e nello specifico quello italiano! Da quando i super procuratori costruiscono le rose in Italia non si vede più neanche l’ombra di un progetto tecnico (fatta eccezione nei piccoli club)! Le parole di Laporta (candidato alla presidenza barça) sull’incapacità di Braida reo di aver trattato con la Juventus e non con Raiola sono sconcertanti, preoccupanti… su tonelli siamo sulla stessa lunghezza d’onda…I veri proprietari sembrano i procuratori e non le società

  3. Concordo con Anonimo.La categoria dei procuratori ha contribuito molto a far diventare il calcio la giungla di adesso.I calciatori hanno tutti i diritti e pochi doveri.

  4. La valutazione giusta del ragazzo, al netto di tutto il bene che gli vogliamo e considerando gol e rendimento della stagione passata…è 5.000.000.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here