Quelli…a giro 20 e 21 Febbraio 2010

Quelli…a giro 20 e 21 Febbraio 2010

ESTERO   BONATTI Matteo (Univer.Cluj – Rom) – 24/03/81 – 0 Presenze 0 Gol   13 Presenze 0 Gol con il Lumezzane   Ha lasciato l‘Italia la scorsa settimana per approdare, pure lui, in Romania per affrontare questa nuova esperienza. Ha trovato l’accordo con l’Universitatea Cluj, Se

ESTERO

 

BONATTI Matteo (Univer.Cluj – Rom) – 24/03/81 – 0 Presenze 0 Gol

 

13 Presenze 0 Gol con il Lumezzane

 

Ha lasciato l‘Italia la scorsa settimana per approdare, pure lui, in Romania per affrontare questa nuova esperienza. Ha trovato l’accordo con l’Universitatea Cluj, Serie B rumena. Attualmente terza in classifica, tenterà il salto nella massima categoria nazionale alla ripresa del campionato (vengono promosse le prime due). Al momento in prima posizione c’è l’FMC Targu Mures con 33 punti, al secondo posto l’UTA Arad con 31 e quindi, come detto, la nuova squadra di Bonatti con 29 punti. Un breve sunto delle parole pronunciate da Matteo all’arrivo a Cluj: “Sono venuto qui con grande entusiasmo e sono felice per questa nuova esperienza che per me rappresenta una novità. So che Cluj è una bella cittadina e che Kapfenberg è la squadra più importante della città stessa, ha la maggior parte dei tifosi. La squadra è fatta da tanti giovani, desiderosi di fare bene e di mettersi in mostra, mi auguro che il mio apporto possa servire per fare in modo di celebrare tutti insieme la promozione a fine stagione”

 

PICCOLO Felice (Cluj CFR – Rom) – 27/08/83 – 0 Presenze 0 Gol

 

0 Presenze 0 Gol con il Chievo

 

La giornata di campionato in Romania propone lo scontro al vertice tra Unirea Urziceni e Cluj, entrambe appaiate in vetta a quota 34 punti assieme alla Steaua Bucarest. La vittoria va alla formazione allenata da Andrea Mandorlini: decide un gol di Traore al 43‘ del p.t. al termine di un‘azione confusa. Probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più consono visto l’andamento, ma il Cluj è stato cinico ed ha incamerato tre punti importantissimi. In panchina Piccolo che era alla sua prima apparizione con la nuova maglia, Mandorlini però non lo ha schierato e per Felice il debutto rumeno slitta.

 

 

SERIE A

 

LODI Francesco (Udinese) – 23/03/84 – 14 Presenze 1 Gol

 

Rileva Inler al 24′ del s.t. quando il risultato è già sul 3-0 per il Genoa. Non è chiaramente facile entrare in campo con un simile punteggio a sfavore e non a caso Lodi non è riuscito minimamente ad incidere. Sempre a livello di guardia la situazione di classifica per l’Udinese che dopo la netta sconfitta di Genova ha esonerato il tecnico De Biasi e richiamato alla guida della squadra Marino.

 

MARZORATTI Lino (Cagliari) – 12/10/86 – 8 Presenze 0 Gol

 

Non convocato per la gara interna contro il Parma, vinta dai sardi con un classico 2-0, a causa di un fastidio al tallone del piede destro. La formazione di Allegri continua a volare verso l’Europa.

 

MCHEDLIDZE Levan (Palermo) – 24/03/90 – 2 Presenze 0 Gol

 

Rottura insanabile con il Palermo. Lui è in Georgia, vedremo che sviluppi prenderà questa vicenda.

 

MORO Davide (Livorno) – 02/01/82 – 19 Presenze 0 Gol

 

Torna in campo dal primo minuto nella delicata trasferta di Firenze con i viola reduci dal “furto” di Monaco e in formazione rimaneggiata. Il centrocampo amaranto, quello di Moro, ha nettamente la meglio su quella della Fiorentina anche se al termine, con un pizzico di fortuna e non meritandolo fino in fondo, è proprio la formazione di Prandelli ad aggiudicarsi i tre punti. Davide si becca il giallo al 17′ del s.t. per un fallo su Jovetic e tre minuti dopo è costretto ad abbandonare dolorante il terreno di gioco, appena dopo la rete del pareggio di Vargas, gol forse viziato proprio dal fallo subìto dall‘ex azzurro. Non è bastato al Livorno rinforzare gli argini (rimasto peraltro in 10 per la sciocca espulsione di Rivas) per portare a casa un risultato positivo: nel finale il gol di Gilardino condanna alla sconfitta la formazione labronica.

 

POZZI Nicola (Sampdoria) – 30/06/86 – 13 Presenze 2 Gol

 

Buona gara di Nick nello 0-0 di San Siro contro l’Inter, teatro della dura contestazione del pubblico nerazzurro nei confronti dell’arbitro Tagliavento reo di aver espulso due giocatori interisti nel giro di pochi minuti. E praticamente è stato Pozzi a “causare” i due rossi, nel senso che è proprio su di lui che i difensori Samuel e Cordoba hanno scaricato il loro nervosismo. Pozzi è stato letteralmente martoriato nel primo tempo. Tanto movimento, cerca anche il gol con scarsa fortuna e rimedia un cartellino giallo. Era diffidato, salterà Parma al pari di Pazzini che è stato espulso a Milano. La Samp nel prossimo turno nella città ducale rischia di presentarsi senza punte se Cassano non recupera dall’infortunio. Non ci voleva questo turno di stop per Nicola che sta attraversando un ottimo momento.

 

 

PRIMA DIVISIONE

 

ARCIDIACONO Pietro (Sorrento) – 21/05/88 – 21 Presenze 1 Gol

 

Torna a giocare uno scampolo di partita dopo tre gare in cui non è stato utilizzato. Esattamente è entrato in campo al 24′ del s.t. al posto di Vanin nella sconfitta, perentoria nel risultato ma non nel gioco, di 3-0 al “Santa Colomba” di Benevento. Al momento del suo ingresso i giallorossi stavano conducendo con il doppio vantaggio, il terzo gol è giunto nel recupero. Insufficiente l’impatto alla gara da parte di Pietro.

 

BENASSI Maikol (Viareggio) – 26/11/89 – 20 Presenze 0 Gol

 

Squalificato per un turno, non ha preso parte al posticipo Viareggio-Perugia.

 

CATURANO Salvatore (Viareggio) – 03/07/90 – 4 Presenze – 0 Gol

 

Entra in campo al 25′ del s.t. al posto di Marolda nel posticipo giocato allo stadio “Dei Pini” di Viareggio quando la formazione bianconera controlla l’andamento della gara, forte dell’1-0, e si difende dai velleitari attacchi del Perugia. Non giudicabile la sua gara.

 

FIUZZI Luca (Monza) – 29/08/84 – 22 Presenze 0 Gol

 

Buon pareggio del Monza per 1-1 a Foligno al termine di una gara giocata a viso aperto e che, soprattutto nel secondo tempo, il Monza avrebbe potuto fare sua. E’ stato però il Foligno a sbloccare il risultato con Turchi, abile nell’evitare l’intervento proprio di Fiuzzi. Lo stesso difensore è stato bravo a sbrogliare una situazione pericolosa sul finire del primo tempo e nella ripresa, a venti minuti dalla fine, ha sfiorato addirittura il gol di testa su preciso traversone dell’ex azzurro Iacopino. Prima del triplice fischio ancora una situazione che vede protagonista Fiuzzi in area di rigore: presunto fallo di mano tra le proteste degli umbri ma il direttore di gara ha lasciato proseguire. Riassumendo, più che positiva la prova di Luca.

 

PANARIELLO Aniello (Viareggio) – 08/10/88 – 13 Presenze 0 Gol

 

Complice l’assenza di Benassi per squalifica, Aniello torna a giocare dal primo minuto (e gioca l’intero incontro) contro il Perugia che ha visto la vittoria delle “zebre” per 1-0 grazie ad un gol dopo appena due minuti di gioco siglato da Eusepi. Di fronte due clienti scomodi come Docente e Del Core, schierato un po’ a sorpresa dal tecnico perugino. Panariello è stato graziato dal direttore di gara a dieci minuti dal termine del primo tempo per una cintura proprio ai danni di Del Core all’ingresso dell’area di rigore. Poteva starci l’espulsione. Nella ripresa, dopo l’ingresso di Ercolano, duella con l’armadio biancorosso senza timore.

 

PIZZA Samuele (Viareggio) – 05/09/88 – 22 Presenze 1 Gol

 

Perno insostituibile del centrocampo bianconero, una gara tutta corsa e sostanza, agevolata dal vantaggio immediato da parte del Viareggio. Di fronte un avversario non facile, il Perugia, che era salito in Versilia alla ricerca di conferme e di punti pesanti per continuare la propria corsa verso i play-off. Sta sapendo dare continuità alla positiva esperienza di Monza ed è ormai pronto per l’Empoli del futuro.

 

SCIANNAME’ Claudio (Paganese) – 15/07/87 – 18 Presenze 1 Gol

 

Pareggio interno per la Paganese contro il Varese per 0-0 al termine di una gara che probabilmente, ai punti, avrebbe premiato la formazione azzurro-stellata. Un pizzico di sfortuna e di imprecisione sotto porta han fatto sì che la casella “gol fatti” rimanesse vuota e ciò vanifica anche il sorpasso ai danni del Pergocrema, sconfitto a Figline. Rimane quindi ultima in classifica la Paganese e domenica prossima andrà a far visita al Viareggio: uno scontro diretto. Claudio ha disputato una buona gara, si è mosso bene e soprattutto nella ripresa si è fatto notare subito in avvio con un cross velenoso dalla sinistra non sfruttato a dovere dai compagni e poi, al 21′, ci ha provato direttamente su punizione con il pallone che è finito a lato di poco.

 

 

SECONDA DIVISIONE

 

APERUTA Andrea (Sangiovannese) – 01/02/89 – 1 Presenze 0 Gol

 

4 Presenze 0 Gol con il Poggibonsi

 

Rimane in panchina nella vittoria esterna della Sangiovannese a Bellaria per 1-0 grazie ad una rete messa a segno da Bernini. Adesso la “Sangio” è più vicina ai play-off che non ai play-out e domenica può attendere con serenità l’arrivo della capolista Lucchese al “Fedini”.

 

ARVIA Giuseppe (Pro Vasto) – 24/02/88 – 1 Presenze 0 Gol

 

11 Presenze 0 Gol con il Melfi

 

Esordio con la nuova maglia per Arvìa nella trasferta di Celano, dopo le polemiche della settimana scorsa tra i tifosi vastesi e il tecnico Di Meo. Schierato dal primo minuto nel consueto ruolo di esterno destro della difesa, Giuseppe non inizia in maniera fortunata la sua nuova avventura: la Pro Vasto esce difatti sconfitta al termine di una gara ricca di gol. Sotto di due reti già dopo venti minuti (la prima è un pasticcio in uscita del portiere Sassanelli), riesce a pervenire al pareggio alla mezz’ora sempre del primo tempo con il sempreverde Cammarata (su rigore) e Servi. Prima della chiusura di tempo la Pro Vasto rimane in dieci per l’espulsione di Cacciaglia e nella ripresa i padroni di casa mettono a segno il gol del definitivo 3-2 direttamente su calcio di punizione con l’estremo difensore vastese immobile a centro porta. Esordio in chiaro-scuro quindi per Arvìa che domenica prossima se la dovrà vedere con il lanciatissimo Fano all’ “Aragona”.

 

BALDANZEDDU Ivano (Lucchese) – 11/04/86 – 21 Presenze 0 Gol

 

Rallenta il passo la capolista che nelle ultime due gare ha raccolto un solo punto. Dopo la sconfitta di Celano, la Lucchese era chiamata a reagire in casa contro una formazione ostica come il Gubbio e ci era, per la verità, pure riuscita grazie al gol del solito Scandurra ed altre occasioni non concretizzate. Il pari umbro è arrivato soltanto a cinque minuti dal termine dell’incontro complice un’incertezza del portiere rossonero su un calcio di punizione. Il distacco sul Fano, vittorioso sul San Marino, si assottiglia ma resta comunque importante: sette punti. Ivano colleziona l’ennesima ottima prestazione non facendo mai veder palla al suo diretto avversario, anticipandolo sistematicamente e mostrando di essere tra i migliori anche dal punto di vista atletico. Unico neo un cartellino giallo rimediato. Domenica prossima derby a San Giovanni Valdarno.

 

CAROTI Maico (Poggibonsi) – 26/08/89 – 7 Presenze 0 Gol

 

Nessuna novità sulla sua situazione dopo la rottura con la dirigenza del Poggibonsi.

 

D’ORIA Gianmarco (Prato) – 09/06/90 – 21 Presenze 16 Gol subìti

 

Ancora pareggio per il Prato, stavolta però il punto ha un peso diverso perché ottenuto su un campo difficile come quello di Nocera Inferiore. Quarto risultato utile consecutivo per la formazione di Bellini che consente al Prato di rimanere solitario al terzo posto in classifica, a tre punti dal Fano (vittorioso nello scontro diretto contro il San Marino) che è la prima inseguitrice della Lucchese. Gianmarco è stato a lungo inoperoso, specialmente nel primo tempo e la prima parata l’ha compiuta in avvio di ripresa, bloccando in due tempi un’insidiosa conclusione da fuori da parte di Iannini. Al 7′ del s.t. niente può su Pignatta che gli si è presentato davanti dopo aver percorso trenta metri palla al piede. Il giusto pareggio arriva al 20′ del s.t. con la dodicesima rete stagionale da parte di Basilico.

 

FORINO Dario (Poggibonsi) – 01/08/90 – 12 Presenze 0 Gol

 

Ancora assente per infortunio, ha saltato la seconda trasferta consecutiva per i giallorossi sul campo della Sangiustese dove il Poggibonsi ha ottenuto un prezioso pareggio per 2-2.

 

GRANAIOLA Marco (Olbia) – 10/04/90 – 15 Presenze 0 Gol

 

Pareggio a reti bianche nel derby con la Villacidrese che fanno salire ormai a sei le gare consecutive in cui la formazione di Carmine Gautieri non riesce a trovare la via della rete. Ricordiamo che l’Olbia non vince dal 29 Novembre, quasi tre mesi, e domenica prossima in Sardegna sbarcherà la capolista Spezia. I play out sono ormai una certezza visto che non ci sono i mezzi per risollevarsi e per fortuna la Pro Sesto sta ancora peggio: relegata all’ultimo posto con appena 11 punti, la metà di quelli dei sardi che si trovano in penultima posizione. Marco ha giocato l’intero incontro in mezzo al campo nel 4-1-4-1 disegnato da Gautieri. Prestazione sufficiente.

 

HEMMY Luca (Poggibonsi) – 31/01/88 – 1 Presenza 0 Gol

 

Si avvicina la data del rientro dopo il grave infortunio al ginocchio. Tra circa un mese dovremmo vederlo in campo.

 

LA ROCCA Emanuele (Isola Liri) – 15/01/89 – 21 Presenze 0 Gol

 

Sconfitta per l‘Isola Liri in trasferta a Manfredonia per 1-0 con un gol dello scatenato Arigò ma il punteggio poteva essere anche più largo, i padroni di casa hanno pure fallito un calcio di rigore nella ripresa. I laziali hanno dato l’impressione di non essere mai entrati in partita. La Rocca ha giocato dal primo minuto l’intero incontro in posizione di esterno sinistro della difesa e proprio dalla sua fascia di competenza è partito il cross, che ha portato la formazione dauna in vantaggio, da parte di Di Pasquale che, in dribbling, ha messo a sedere proprio La Rocca ed ha pescato in mezzo Arigò. Emanuele è stato anche ammonito.

 

PELLECCHIA Saverio (Melfi) – 09/11/88 – 14 Presenze 1 Gol

 

Non ha fatto parte dei 18 scesi in campo a Monopoli dove il Melfi è uscito sconfitto per 1-0.

 

SMITH Thomas Lucie (Colligiana) – 22/08/88 – 4 Presenze 0 Gol

 

4 Presenze 1 Gol con il Potenza

 

Dopo 12 giornate la Colligiana torna, finalmente, a vincere. Non succedeva dal 1° Novembre scorso quando i valdelsani si imposero per 4-2 nel derby contro il Poggibonsi riuscendo a ribaltare lo 0-2 iniziale. La vittoria per 1-0 su calcio di rigore di Cibocchi contro la più quotata Itala San Marco è un’autentica boccata di ossigeno per i ragazzi di Vanoli, impegnati ad abbandonare l’ultimo posto in classifica distante adesso soltanto due punti. Domenica prossima altro impegno casalingo contro la Sacilese che ha soltanto 5 punti in più della Colligiana. Smith è partito dalla panchina ed è entrato in campo al 14′ del s.t. al posto di Iannelli.

 

 

SERIE D

 

MANZO Stefano (Gavorrano) – 02/02/90 – 16 Presenze 2 Gol

 

Grave e brutta sconfitta per il Gavorrano tra le mura amiche contro la Sestese per 1-0 che fa seguito al secco 0-3 rimediato la settimana precedente a Montevarchi. Brutto momento quindi per la formazione di Magrini che domenica prossima è attesa da una trasferta molto impegnativa sul campo del Deruta. Stefano è rientrato dopo l’infortunio, è partito dalla panchina e subentrato a Gerbaudo al 9′ del s.t. quando il risultato era già a favore dei fiorentini. Dopo due minuti si becca il giallo per un intervento scorretto e questa ammonizione lo costringerà a fermarsi ancora visto che era diffidato. Inoltre, nella gara contro la Sestese, il Gavorrano ha subìto pure le espulsioni di Miano e Magnani che non saranno quindi in campo a Deruta. Momento decisivo del campionato per i grossetani che fra tre settimane saranno di scena a Città di Castello, avversaria numero uno per la vittoria finale ed oggi distante di una sola lunghezza.

 

NICOLETTI Matteo (Borgo a Buggiano) – 13/06/90 – 4 Presenze 1 Gol

 

9 Presenze 0 Gol con il Poggibonsi

 

Il Borgo a Buggiano, dopo due sconfitte consecutive, si aggiudica la sfida salvezza contro l’Adriese battendola per 1-0 al “Benedetti” e staccandola in classifica. E’ stato proprio Matteo a segnare il gol decisivo a metà ripresa al termine di un ottimo spunto di Di Tommaso sulla destra che, arrivato sul fondo, ha messo in mezzo il pallone colpito al volo da Nicoletti che ha battuto il portiere avversario. Matteo già nel primo tempo ci aveva provato con una conclusione da fuori e con un colpo di testa ma senza fortuna. Ha giocato l’intero incontro in mezzo al campo risultando il migliore, gol a parte. Si è inserito subito alla grande nella sua nuova squadra.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy