Con il DG Giuseppe Vitale…

Con il DG Giuseppe Vitale…

All’indomani della decisione presa riguardo l’intervento chirurgico a cui dovrà sottoporsi Francesco Tavano, abbiamo contattato il DG azzurro, Giuseppe Vitale, per capire quali sono le sensazioni e gli umori da parte della dirigenza su una circostanza che priverà al squadra del suo bomber per

Commenta per primo!

All’indomani della decisione presa riguardo l’intervento chirurgico a cui dovrà sottoporsi Francesco Tavano, abbiamo contattato il DG azzurro, Giuseppe Vitale, per capire quali sono le sensazioni e gli umori da parte della dirigenza su una circostanza che priverà al squadra del suo bomber per diverse settimane.   Direttore buongiorno, partiamo dalla decisione per l’operazione. Immagino sia stata una scelta ponderata e valutata nei minimi dettagli? E’ stata una scelta razionale, presa per primo proprio dal giocatore. L’interesse di tutti è che ci sia la totale certezza che il problema venga risolto e l’intervento è l’unica situazione che ci può dare tale garanzia. Indubbiamente sono stati valutati pro e contro ma dobbiamo sempre ricordarci che Tavano sarà un calciatore dell’Empoli anche nelle prossime stagioni (ha un contratto in scadenza giugno 2013 con l’opzione per una successiva stagione, ndr.) e la tutela del suo futuro è la cosa più importante, per lui e per noi. L’altra opzione (quella del trattamento conservativo), come vi ha già spiegato bene il nostro staff medico dava soltanto il 50% di possibilità di totale riuscita.”   Dovremo quindi salutare Francesco per diverso tempo, un’assenza che in campo si farà sentire? Per quanto riguarda i tempi di recupero ancora è presto per una stima esatta, anche se quello che avete scritto tutti in queste ultime ore si avvicina al probabile periodo. Inutile stare qui a parlare del valore di Ciccio, è sotto gli occhi di tutti ed è sotto gli occhi di tutti la stagione che stava facendo. Che dispiaccia è il minimo, per lui in particolare perché sappiamo quanta voglia aveva e dover star fermo in questo momento è un brutto colpo. La squadra dovrà però andare avanti, dovrà far bene anche senza Francesco, anzi tutti adesso dovranno dare qualcosa in più: è una cosa che ci aspettiamo da questo gruppo.”   In molti si stanno già chiedendo se tornerete sul mercato anche se lei ha già fatto capire che cosi non sarà? No, infatti non torneremo sul mercato, almeno per cercare un sostituto di Tavano. Davanti abbiamo di che scegliere sia dal punto di vista numerico che qualitativo. Dovrà essere l’occasione per tutti i nostri attaccanti, nei quali abbiamo estrema fiducia, per mettersi maggiormente in evidenza e dimostrare che sapranno sostituire al meglio un giocatore importante. Come ho già detto ci aspettiamo molto adesso, da tutti, non solo da chi fisicamente sarà chiamato in avanti.”   Un stop direttore che però arriva nel momento meno opportuno visto che l’Empoli stava trovando una sua identità? Questi infortuni non sono mai opportuni. Chi fa calcio da una vita sa che però sono da mettere nel conto delle cose anche se quando capitano fai sempre fatica ad accettarle. L’Empoli ha trovato una sua identità? Bene, infatti parliamo di squadra e questa non deve essere persa, con o senza un determinato giocatore.”   Per chiudere, divagando, come vede queste prime settimane del nuovo corso introdotto con mister Carboni? Tre gare non possono dare un giudizio assoluto. Volevamo delle risposte dal gruppo che stiamo vedendo, queste ancor prima di vincere o perdere. Riteniamo ad oggi di aver fatto la scelta giusta.” Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy