Dal campo…prime prove per Firenze

Dal campo…prime prove per Firenze

Secondo giorno di lavoro per gli azzurri in questa particolare settimana che già dopodomani vedrà un incontro ufficiale, ovvero il quarto turno di Tim Cup in programma alle 18:00 allo stadio “Franchi” di Firenze.   Doppia seduta di allenamento quest’oggi, con la mattinata dedicata a d

Commenta per primo!

Secondo giorno di lavoro per gli azzurri in questa particolare settimana che già dopodomani vedrà un incontro ufficiale, ovvero il quarto turno di Tim Cup in programma alle 18:00 allo stadio “Franchi” di Firenze.   Doppia seduta di allenamento quest’oggi, con la mattinata dedicata a delle intese esercitazioni in palestra stila precampionato. La squadra è scesa in campo nel pomeriggio, agli ordini del nuovo tecnico, Guido Carboni. Anche oggi la prima parte della seduta è stata fatta di esercitazioni con e senza palla con la squadra divisa in gruppi. Il ritmo di lavoro è davvero molto alto Squadra che poi si è ricompattata per una corposa parte tattica che ha iniziato a dare le primissimi indicazioni di quelle che ad oggi sono le idee che Carboni ha in cantiere per il suo Empoli, almeno in vista del match di giovedi. Si è difatti lavorato maggiormente per la gara di Firenze dove il tecnico ha provato tutti ma sul finale ha schiarato un undici che presumibilmente potrebbe essere quello indiziato ad iniziare il derby di Coppa. Tra l’altro Carboni, il tempo ovviamente non è dalla sua, ha spinto da subito sull’acceleratore chiedendo ai suoi costante intensità. Il modulo con cui ha provato l’assetto anti-viola assomiglia molto ad un 4-2-3-1:  il vertice basso di centrocampo è stato composto dal duo Guitto-Coppola. Dietro l’ex giocatore del Ravenna ed il romano si è mosso un poker difensivo inedito, con Tonelli a fare da esterno a destra, e Regini (si è alternato spesso con Gorzegno che forse sarà preferito per Gubbio) dirimpettaio. Al centro Chara e Menegaz ma Mori non è assolutamente escluso dall’undici, come non è esclusa la possibilità di vedere a destra Hysaj e Tonelli centrale Il trio avanzato vedeva l’estro di Brugman al centro supportato da Shekiladze e Dumitru Il terminale offensivo dovrebbe essere Mchedlidze anche se il georgiano ha lasciato la seduta anzitempo per un leggero affaticamento KO durante la seduta anche Valdifiori, per lui sembra che la cosa possa essere un po’ più seria ma fino a domani non potremmo saperne di più. Buscè continua la sua riabilitazione mentre l’assente alla seduta era il solo Ficagna che rischia, dalle informazioni raccolte oggi, di star fermo fino alla pausa natalizia.   Carboni non vuole snobbare del tutto l’impegno di coppa, un impegno nel quale vede la possibilità di provare alcuni elementi e soprattutto un primo modo di stare in campo: “Sappiamo che la nostra gara, quella da vincere, sarà quella di domenica a Gubbio, non per questo andremo a Firenze a fare una gita in città. Voglio comunque da chi andrà il campo il massimo, l’impegno dovrà essere onorato al meglio. Voglio vedere da subito grande intensità con gli attaccanti che devono mordere la davanti e la divesa che deve giocare la palla senza rinvii a caso ma con ordine perché è da li che parte lo sviluppo della manovra.”   Anche per domani è previsto un doppio turno di allenamento, mister Carboni cerca cosi di recuperare tutto il tempo “perso”.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy