Dal campo…virata verso il 4-4-2

Dal campo…virata verso il 4-4-2

Ennesima seduta di lavoro pomeridiana per gli azzurri in preparazione al match di lunedi sera, posticipo Sky, valevole per la quarta di campionato che ci vedrà ospitare la Samp dei tanti ex.   La seduta di quest’oggi ha stravolto in parte quanto visto ieri, di fatti oggi l’allenatore azzurro

Commenta per primo!

Ennesima seduta di lavoro pomeridiana per gli azzurri in preparazione al match di lunedi sera, posticipo Sky, valevole per la quarta di campionato che ci vedrà ospitare la Samp dei tanti ex.   La seduta di quest’oggi ha stravolto in parte quanto visto ieri, di fatti oggi l’allenatore azzurro ha improntato principalmente sul 4-4-2 la parte tattica della seduta, preceduta da quella atletica. Un modulo che vedrebbe agire come punte Tavano e Levan (provato anche il rientrante Dumitru in alternanza al georgiano) e che dovrebbe dare maggiori opportunità offensive alla squadra. Tra l’altro i due hanno fatto vedere una discreta sintonia, con qualche paragone al tandem fatto da Tavano con Riganò. Al di la de modulo restano diversi dubbi sulla mediana, dove si sono provati tutti gli interpreti, soprattutto in mezzo al campo con la coppia Moro-Coppola oggi preferita a Valdifiori e Signorelli. Ma anche sulla sinistra si sono spesso alternati Saponara, favorito, e Cesaretti che ha fatto vedere buone cose mettendo, crediamo, in difficoltà il tecnico. Buscè dovrebbe essere tranquillo a destra per una maglia da titolare. Dietro i giochi sembrerebbe più semplici, l’unico ballottaggio è tra Tonelli e Regini come centrale, nel caso dovesse essere preferito l’ex blucerchiato allora andrebbe Fatic ad agire sulla sinistra. Stovini e Vinci dovrebbero essere sicuri del posto dal primo minuto. Coralli e Mori ancora a parte, scontato a questo punto il loro mancato impiego, come quello di Brugman e Lazzari.   L’avvicinarsi alla partita fa ovviamente fare al mister empolese alcune riflessioni sul prossimo avversario: “ Sappiamo che troveremo la squadra più forte del campionato ma non dobbiamo sentirci nè ad un esame nè tanto meno intimiditi ed impauriti, anzi spesso proprio in queste partite siamo riusciti ad esaltarci maggiormente. Il fatto di averli battuti qualche settimana fa deve però essere dimenticato, sarà un incontro totalmente diverso e loro hanno fatto notevoli passi avanti in questo tempo. Dovremo essere bravi a raddoppiare sui portatori di palla e ripartire, abbiamo le nostre carte che sapremo giocarci al meglio.”   Per domani è prevista una seduta di lavoro a partire dalle ore 16:00   To. Che.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy