I due senatori in stand-bye

I due senatori in stand-bye

Insieme fanno 73 anni, ma oltre a far invidia a tanti ragazzi per forza esplosiva, rabbia agonista e condizione atletica, sono stati due tra i migliori azzurri nell’ultima, particolare, stagione. Parliamo di Antonio Buscè e Lorenzo Stovini.   I due sono arrivati a fine contratto ed ambe

Commenta per primo!

Insieme fanno 73 anni, ma oltre a far invidia a tanti ragazzi per forza esplosiva, rabbia agonista e condizione atletica, sono stati due tra i migliori azzurri nell’ultima, particolare, stagione. Parliamo di Antonio Buscè e Lorenzo Stovini.   I due sono arrivati a fine contratto ed ambedue sono in una situazione di totale stand bye, attendendo che la società faccia un minimo di chiarezza su quelli che saranno i programmi e magari anche mister Sarri si esprima sul loro potenziale contributo anche nella prossima stagione, in una formazione che sarà prevalentemente formata da giovani. Due calciatori che hanno espresso già la loro volontà e la loro disponibilità nel permanere ancora per una stagione (che poi potrebbe essere forse anche l’ultima della carriera) in azzurro per dare il la alla ricostruzione di una squadra, che dopo la sofferta salvezza ha voglia di cambiare pagina.   Dicevamo stand-bye, si perché ad oggi, di fatto, i due giocatori sono in attesa di una chiamata, di un confronto con i dirigenti per vagliare se ci possono essere o meno le condizioni per andare avanti, anche da un punto di vista contrattuale, perché se da una parte i due non avranno certo richieste faraoniche dall’altra certo non ci dovrà essere nemmeno una corsa al ribasso.   Sicuramente a breve, in una direzione od in un’altra qualcosa di ufficiale dovrà venir fuori, anche perché se è vero che per entrambi le opportunità non mancano ed a queste ci metti la voglia di farla da protagonista la prossima stagione, alla fine potrebbero essere gli stessi calciatori a muoversi in direzioni diverse. Soprattutto Stovini, lo ricordiamo, vive con le lusinghe quotidiane della Reggina che lo vorrebbe alla sua corte.   Pochi giorni e dovremmo sapere, anche se, sempre parlando del capitano, le cose potrebbe andare un po’ più per le lunghe, visto che domani convolerà a nozze (auguri da parte di tutto la redazione di PE e di tutti i tifosi) e fino al 15 Luglio sarà fuori Italia, essendo in viaggio di nozze.   Un classe 1975 ed un 1976, ma due cuori azzurri che potrebbero essere fondamentali in questo particolare momento dove si dovrà ripartire e dove uno spogliatoio più forte potrebbe fare la differenza nei momenti difficili che sicuramente verranno.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy