“Il Punto”, con Alessandro Marinai….

“Il Punto”, con Alessandro Marinai….

Ci ritroviamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento settimanale, “Il Punto”.   Alessandro ben trovato. Sabato con la Samp l’Empoli è tornato a muovere la classifica avvicinando cosi ulteriormente la quota salvezza. Gara strana ma credo non sia sbagli

Commenta per primo!

Ci ritroviamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento settimanale, “Il Punto”.   marinai e cocchiAlessandro ben trovato. Sabato con la Samp l’Empoli è tornato a muovere la classifica avvicinando cosi ulteriormente la quota salvezza. Gara strana ma credo non sia sbagliato dire che il pareggio stia stretto… “Guarda, io prima della partita avevo scritto che era fondamentale tornare a muovere la classifica e che non era importante giocare bene o male, il mio piccolo pronostico e auspicio si è avverato e a me va bene così. E’ stata una partita strana perchè è stata giocata sugli episodi, si è speculato su questi e credo che alla fine il risultato sia giusto perchè è vero che nel primo tempo l’Empoli avrebbe meritato di chiudere in vantaggio, ma è altrettanto vero che nel secondo tempo non ha fatto molto ed ha sofferto molto il palleggio avversario“.   Samp modesta, questo va detto… “Una squadra che ha confermato di avere problemi altrimenti non si troverebbe in questa posizione di classifica, però la qualità di alcuni singoli le consente di rimanere a galla e di venire fuori da una situazione complicata. Ha avuto gli episodi a favore nel primo tempo: il gol fallito da Maccarone da due passi e il palo di Pucciarelli da una parte, il gol di Quagliarella complice una deviazione di Laurini dall’altra e nel secondo tempo, come dicevo prima, ha cercato di gestire il vantaggio. Il palleggio, la tecnica individuale e l’ordine sono stati alleati importanti per i blucerchiati contro un Empoli che era andato ingiustamente in svantaggio e anche per questo contratto e intimorito con lo spettro della quinta sconfitta consecutiva“.   Ci attendevamo, in un’ottica di continuità per misurare il giocatore, di rivedere Levan dal primo minuto. Così non è stato, ma come giudichi lo scampolo di gara del georgiano? “E’ entrato in un momento difficile per l’Empoli, nel momento in cui gli azzurri stavano facendo fatica ad imporsi e chiaramente anche lui ha risentito del momento della squadra. Non si è visto molto così come altri compagni del resto, ma l’azione più pulita e lineare della ripresa l’ha finalizzata lui con il tentativo di anticipo sull’avversario sul primo palo non trovando purtroppo la porta. Non avevo fatto mistero che io lo avrei fatto giocare dall’inizio dopo i 90 minuti di Genova; quando e se riuscirà a giocare con maggiore continuità daremo un giudizio più preciso“.   Dopo alcune critiche mosse agli ultimi scatti di nervosismo, bisogna risottolineare una grande prova di Mario Rui che ha oltre tutto stretto i denti fino in fondo per un problema fisico… “Nessuno ha mai messo in dubbio il suo apporto sotto forma della prestazione, quello che gli è stato contestato sono alcuni atteggiamenti che deve cercare di limare e possibilmente eliminare se vuole ambire a fare una carriera importante, ma questo lo sa bene anche lui di aver messo in difficolta il gruppo. E’ uno dei laterali sinistri più interessanti dell’intero panorama calcistico italiano, non a caso i grandi club lo stanno seguendo“.   Adesso arriva il Palermo, fresco di cambio di allenatore. Puo’ essere la gara per chiudere virtualmente i giochi? “La gara contro i siciliani è il classico match ball, una partita da non sbagliare perchè anche stavolta è più importante il risultato rispetto alla prestazione. Il punto contro la Samp ha ridato sicuramente serenità e certezze, ma i ragazzi devono mantenere alta l’attenzione perchè il Palermo verrà a Empoli a fare la partita della vita. Il traguardo è vicino, manca l’ultimo sforzo“.   A proposito di nuovo allenatore, Novellino avrebbe fatto capire che non teme più di tanto gli azzurri viste le sue recenti dichiarazioni… “Magari venisse a giocare con spavalderia! Invece credo proprio che cercherà di lasciare pochi spazi agli azzurri. Ha detto che a Empoli non troverà campioni, infatti nella lista della spesa dei vari direttori sportivi ci sono tutti giocatori del Palermo e nessuno dell’Empoli…“.   L’Empoli sabato prossimo ritroverà Tonelli dopo le tre giornate di squalifica. Quanto è mancato in queste settimane il difensore centrale? “E’ mancato perchè la sua assenza è coincisa con altre defezioni e quindi le assenze son pesate il doppio. E’ mancato perchè di questa squadra ne è comunque un leader e un punto di riferimento importante. Speriamo che non abbia perso smalto e brillantezza senza il ritmo partita”.   In coda alla classifica cosa sta succedendo? “Niente di anormale, sta semplicemente succedendo che chi è con l’acqua alla gola sta tirando fuori tutte le energie e le risorse possibili per tirarsi fuori. I giochi sono ancora aperti e non c’è niente di scontato“.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy