La situazione infermeria: Ancora incognite per Coralli

La situazione infermeria: Ancora incognite per Coralli

Si attendeva per la serata di ieri il responso della risonanza magnetica effettuata da Claudio Coralli per capire l’entità dell’infortuno subito domenica sera nel corso del match di Coppa Italia, ma questa non ha dato quelle risposte che lo staff medico azzurro cercava.   Quello che di s

Commenta per primo!

Si attendeva per la serata di ieri il responso della risonanza magnetica effettuata da Claudio Coralli per capire l’entità dell’infortuno subito domenica sera nel corso del match di Coppa Italia, ma questa non ha dato quelle risposte che lo staff medico azzurro cercava.   Quello che di sicuro c’è, purtroppo, è che è certa la lesione al collaterale laterale del ginocchio destro, ma la differenza adesso la dovrà fare il fatto che sia lesionato o meno anche il legamento crociato. Potrebbero esserci circa 4 mesi di differenza tra l’una e l’altra ipotesi, di fatti, se quanto scritto sopra, facendo tutto gli scongiuri del caso, dovesse rivelarsi, per il Cobra si potrebbe parlare anche di circa 6 mesi di stop. Ovviamente i tempi sono assolutamente indicativi.   In settimana, l’attaccante di Borgo andrà a far visita al Prof. Mariani a Roma, e da quelli accertamenti dovremmo capirne di più anche in chiava futura e di mercato, perchè come spiegato anche dal Ds Carli, non sarebbe remota l’ipotesi di dover tornare sul mercato per cercare una punta.   Buone notizie arrivano da Pratali che ieri è tornato regolarmente in gruppo, ma anche Tavano pare essere finalmente sulla strada giusta e non è escluso che di qui a sabato riesca ad essere impiegato negli schemi di mister Sarri. Ancora fermi invece Laurini e Saponara: per entrambi ci sono problemi alle caviglie e dovrebbero rientrare in gruppo la settimana ventura. Ovviamente out Croce che si è sottoposto all’interventi chirurgico e ne avrà per più di un mese.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy