Roberto Talarico a PEnAlty: ” L’inno si rinnova ma non cambia”

Roberto Talarico a PEnAlty: ” L’inno si rinnova ma non cambia”

Abbiamo avuto modo nei giorni di parlare dell’inno ufficiale dell’Empoli, “Azzurro che si muove”, visto che in questi giorni è in corso un “rifacimento” del pezzo per darne soprattutto un suono più attuale. Un progetto fortemente voluto dalla società azzurra nel suo reparto marketing

Commenta per primo!

imageAbbiamo avuto modo nei giorni di parlare dell’inno ufficiale dell’Empoli, “Azzurro che si muove”, visto che in questi giorni è in corso un “rifacimento” del pezzo per darne soprattutto un suono più attuale. Un progetto fortemente voluto dalla società azzurra nel suo reparto marketing, e che ha visto subito il grande entusiasmo dell’autore, ed interprete, Roberto Talarico. Roberto, con nostro grande piacere, è stato ieri nostro ospite nella puntata di PEnAlty, e per ripercorrere la storia della canzone e per spiegare più specificatamente quello che è attualmente è work in progress.   “Intanto fatemi dire che sono davvero grato alla società per questa iniziativa, sono già a lavoro con grande entusiasmo. Grazie anche a voi di PE che fortemente avete voluto che l’inno risuonasse all’ingresso delle squadre, non potete immaginare l’emozione che provo ogni volta che sento, soprattutto ragazzi giovani, cantarlo con grande partecipazione.” Questa la premessa di Roberto con il quale poi siamo andati sul progetto.   “ Iniziamo subito col dire che la canzona rimarrà la medesima, nella melodia, nella tonalità e nei suoni. Quindi nessun restyling, nessuna versione 2015. C’era la necessità, parlando di un brano del 1987 reperibile soltanto su formati dell’epoca, di risuonare con le strumentazioni attuali il pezzo per poterlo rendere migliorabile sotto la forma della purezza dell’audio. Però, qualche novità ci sarà. Intanto al progetto partecipano anche Cecco & Cipo, che daranno un contributo molto particolare per il quale non posso che essere orgoglioso ma poi, questa la chicca che è stata comunque già svelata, alla registrazione parteciperanno anche alcuni calciatori azzurri.”   Quindi, come confermato dallo stesso autore, nessun ritocco, la canzone rimarrà la stessa. Ci prendiamo la libertà, lanciando cosi un messaggio alla società, che intorno a questa cosa potesse nascere anche qualcosa di più che poi potesse avere uno sfondo benefico. Sarebbe bello pensare ad un cd, con a quel punto anche versioni alternative da affiancare a quella ufficiale, un cd che potrebbe essere poi venduto per poter far del bene.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy