Saponara: “Devo imparare a convivere con il mal di schiena”

Saponara: “Devo imparare a convivere con il mal di schiena”

L’uomo del mercato azzurro, quello cha ha catalizzato l’attenzione mediatica per tutto il periodo dello scorso calciomercato, Riccardo Saponara, spenti i rumors di questo si è ricalato nella dimensione azzurra dove dovrà giocare, dimostrando il suo valore, fino al prossimo giugno. Le ultime presta

Commenta per primo!

L’uomo del mercato azzurro, quello cha ha catalizzato l’attenzione mediatica per tutto il periodo dello scorso calciomercato, Riccardo Saponara, spenti i rumors di questo si è ricalato nella dimensione azzurra dove dovrà giocare, dimostrando il suo valore, fino al prossimo giugno. Le ultime prestazioni però, non sono certamente state alla pari di quelle del 2012, e lui lo sa bene. C’è però da dire, anche se è lo stesso giocatore a non volerne fare un alibi, una situazione che lo tiene a denti stretti: un fastidioso mal di schiena. Si è racconto, ed ha raccontato di questo, ai taccuini de “Il Tirreno“, nell’intervista raccolta dal collega Biuzzi ed uscita questa mattina sulle pagine del giornale livornese:   Dopo alcuni mesi da extraterrestre, Saponara è tornato sul pianeta terra. Prestazioni condizionate anche da un fattore preciso… In effetti, non è un bel periodo (il giocatore anche ieri mattina si è fatto visitare dal dottor Guaglio), anche perchè spesso ho mal di schiena. Questo mi condiziona anche durante il lavoro quotidiano e ovviamente, finisco per risentirne.”   Ma da cosa nasce questo problema? Vorrei saperlo anche io. Al momento, cioè, non siamo ancora riusciti a risalire alle cause, anche se più o meno ne ho sempre sofferto. Forse è semplicemente un fatto di costituzione fisica.”   Finora, però, non aveva inciso cosi tanto sulle tue prestazioni… Perchè avevo anche un problema ad un ginocchio e gli anti-infiammatori che prendevo mi facevano beno un po’ a tutti e due i dolori. Durante la sosta, però, abbiamo deciso di interrompere e, quindi, il mal di schiena è tornato a farsi sentire ancora più di prima.”   Lo soffri cosi tanto da chiamarti fuori? Non ci penso neanche. Anzi, non vedo l’ora di giocare per riscattare la prestazione poco brillante di Terni. Lo devo principalmente a me stesso, ma anche ai compagni, alla società ed ai tifosi.”   Quindi chi pensa che tu sia già con la testa al Milan… Si sbaglia. Si sbaglia di grosso. E forse neanche mi conosce. Il mio futuro immadiato si chiama Padova, quello prossimo Brescia e poi Varese.”   Certo il turno infrasettimanale non ti aiuterà a guarire? Vedremo. Di sicuro si tratta di tre partite molto importanti per noi. Sono tre scontri con squadre che hanno come obbiettivo dichiarato i playoff e, secondo me, alla fine di questo mini-ciclo anche noi potremmo avere le idee più chiare su quello che dovrà essere il nostro cammino.”   E, sembra di capire, Saponara vuol fare la sua parte? Esattamente. Il dolore c’è, inutile negarlo, ma finchè non troveremo una soluzione, devo semplicemente imparare a conviverci. In questi primi giorni della settimana, ad esempio, sono stato meglio rispetto alla scorsa. Con un pizzico di fortuna, insomma, spero di arrivare bene alla gara con il Padova.”   E ora, magari, tirerari anche i calci di rigore ? Macchè, a quello è bene che ci pensi Ciccio, anche perchè se ne sbaglia uno ogni cinque anni…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy