TIFOSI | Il Presidente Centro Coordinamento Athos Bagnoli: “prezzi più bassi che in altri stadi, ma l’aumento sarebbe troppo repentino e graverebbe sulle famiglie”

TIFOSI | Il Presidente Centro Coordinamento Athos Bagnoli: “prezzi più bassi che in altri stadi, ma l’aumento sarebbe troppo repentino e graverebbe sulle famiglie”

[caption id="attachment_236849" align="alignleft" width="275"] Il Presidente del Centro Coordinamento Empoli Clubs Athos Bagnoli[/caption] Abbiamo contattato telefonicamente il Presidente del Centro di Coordinamento Empoli Clubs Athos Bagnoli per una rapida valutazione in merito alle anticipazioni s

Athos Bagnoli
Il Presidente del Centro Coordinamento Empoli Clubs Athos Bagnoli

Abbiamo contattato telefonicamente il Presidente del Centro di Coordinamento Empoli Clubs Athos Bagnoli per una rapida valutazione in merito alle anticipazioni sulla campagna abbonamenti dell’Empoli FC, Serie A stagione 2016/17. “Partiamo con il dire che il club azzurro sta facendo un grande lavoro dal punto di vista dell’informazione, ogni anno migliorando, già da alcuni giorni sta circolando la campagna abbonamenti, grande cosa. I Prezzi? Non possiamo dire che siano cari, anche nonostante l’aumento, perchè in tutti gli altri stadi per i settori presi in considerazione resterebbe quello del Castellani lo stadio con i prezzi più bassi. Il problema semmai è relativo all’aumento stesso degli abbonamenti: troppo repentino; in pratica il 55% di costo in più rispetto solo ad un anno fa, lo considero eccessivo, forse dovrebbe essere più graduale. Tutto ciò credo che vada a gravare pesantemente sulle famiglie, negli ultimi anni si è lavorato molto per riportare le famiglie allo stadio, con questo aumento una famiglia dovrebbe spendere il 55% in più rispetto ad un anno fa, il che tradotto significa che in alcuni casi qualche famiglia, facciamo un esempio composta da quattro persone (babbo, mamma e due figli a carico, ndr), potrebbe spendere anche 300 euro in più… non sono pochi, considerando il momento difficile economico che stiamo attraversando”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy