Le Pagelle di Brescia-Empoli 1-3

Le Pagelle di Brescia-Empoli 1-3

Direttamente dal Mario Rigamonti di Brescia la redazione di Pianetaempoli.it vi propone le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti vittoriosi in maniera trionfante per 3-1 sul campo delle rondinelle.   BASSI: 6 Impreciso nelle uscite in un paio di occasioni nel primo tem

Commenta per primo!

Direttamente dal Mario Rigamonti di Brescia la redazione di Pianetaempoli.it vi propone le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti vittoriosi in maniera trionfante per 3-1 sul campo delle rondinelle.   BASSI: 6 Impreciso nelle uscite in un paio di occasioni nel primo tempo. Sul rigore di Caracciolo aveva battezzato l’angolo giustoe quando viene chiamato in causa risponde presente. Appare fuori causa sulla conclusione di Oliveira respinto dal palo a 10′ dal termine.   LAURINI: 6 Al di sotto del proprio standard il francesino procura il calcio di rigore alle rondinelle con un fallo di mano. Soffre i tagli e le accelerazioni di Scaglia e di Sodinha che quando va nella sua zona di competenza talvolta lo mette in difficoltà. Nella ripresa è costretto a spendere un fallo che gli costa l’espulsione.   TONELLI: 6.5 Fa fatica in alcune circostanze a disinnescare Caracciolo (un cliente davvero difficile) ma emerge nella ripresa quando c’è da stringere i denti e in alcune circostanze toglie letteralmente le castagne dal fuoco.   RUGANI: 7 L’ennesima prestazione su livelli altissimi del Golden Boy. Anche nelle situazioni più difficile non perde mai la calma dimostrandosi un muro invalicabile per gli attacchi talvolta veementi dei locali nella parte finale del confronto. Procura il calcio di rigore che permette agli azzurri di tornare in vantaggio a metà ripresa.   HYSAJ: 6.5  Fornisce un buon contributo nelle due fasi proponendosi con pericolosità anche in fase offensiva. Nella fase finale del confronto si deve occupare esclusivamente della fase difensiva, dando il suo contributo sul settore di destra dopo l’espulsione di Laurini.   VALDIFIORI: 7,5 75′ di grande qualità per il ravennate che dirige la squadra da par suo, dando geometrie e qualità al centrocampo azzurro. Tocca una infinità di palloni sbagliandone davvero poco. Sontuoso L’assist per Maccarone in occasione del primo vantaggio azzurro. Ci auguriamo che l’infortunio accusato nella fase finale del confronto non sia grave.   verdiRONALDO: S.V   SIGNORELLI: 6 Un mezzo passo indietro rispetto alle precedenti partite il venezuelano. Cuce il gioco dialogando con i compagni, ma sbaglia qualche appoggio di troppo in zone pericolose del terreno di gioco innescando le ripartenze avversarie. Tuttavia impegno e abnegazione non gli fanno mai difetto.    CROCE: 6 Buono il suo approccio nella prima parte della gara, protagonista di alcuni spunti mettendo in mostra alcuni colpi del prestigiatore qual’è. Quando i ritmi della gara si alzano fatica a mettersi in mostra ed il cambio è inevitabile.   ERAMO: 6 Entra in campo nel momento nel quale i ritmi della gara  si innalzano e da il suo contributo nel gestire e congelare la gara fino a quando gli azzurri rimangono in parità numerica.   VERDI: 7,5 Prestazioni di altissimo livello quella del talentuoso trequartista scuola Milan. Si registra un clamoroso palo ed il gol che chiude la contesa, soffocando le speranze delle rondinelle. Due giocate che si inseriscono nel contesto di una partita ben giocata, molto spesso nel vivo dell’azione sfruttando gli spazi che aveva a disposizione nel fazzoletto di campo dove gli avversari faticavano a accorciare. Su di lui anche un netto rigore non dato nel primo tempo. In crescita.   TAVANO: 6.5 Nella prima frazione l’uomo dei record viene preso nella morsa dei centrali lombardi e fatica a incidere. Nella seconda frazione suo l’assist per Verdi che colpisce il palo. Mette lo zampino su questa fondamentale vittoria trasformando con freddezza olimpica il calcio di rigore per il nuovo vantaggio; quella palla pesava come un pallone medicinale.   BARBA: S.V   MACCARONE: 7 Segna il gol del vantaggio su un assist al bacio di Valdifiori, e mette in condizione Verdi di chiudere la gara dopo una fuga di almeno 30 metri al 93′ non male per un calciatore classe ’79. Tutto qui? niente affatto Big-mac ci regala una prestazione fatta di grande generosità e abnegazione, dando il suo contributo non solo in attacco ma anche in fase difensiva.   MISTER SARRI: 7.5  Squadra a tratti perfetta scesa in campo con la mentalità che si addice a una squadra che vuole andare in serie A, e che non perde mai la testa nemmeno nei rari momenti in cui gli avversari provano ad imporre il proprio gioco. Sfortunato nei cambi visto che due di questi sono stati obbligati dagli eventi di gioco (espulsione di Laurini ed infortunio Valdifiori) ma nonostante questo la squadra non perde mai la propria identità. Non nascondiamoci, quella di oggi era una prova del nove, tornare a vincere in trasferta dopo tre sconfitte consecutive (5 gare senza vittorie) dimostra che, vada come vada il gruppo è da A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy