TV | Sintesi Livorno-Empoli 4-2

TV | Sintesi Livorno-Empoli 4-2

All’Armando Picchi in un pomeriggio soleggiato, tipico di fine estate, va in scena un derby diventato un classico degli ultimi dieci anni, solitamente povero di goal che invece nell’edizione 2012 regala sei reti agli spettatori presenti, facendo felice soltanto gli amaranto padroni di casa. L’Empoli

All’Armando Picchi in un pomeriggio soleggiato, tipico di fine estate, va in scena un derby diventato un classico degli ultimi dieci anni, solitamente povero di goal che invece nell’edizione 2012 regala sei reti agli spettatori presenti, facendo felice soltanto gli amaranto padroni di casa. L’Empoli dal confronto esce con le ossa rotte, perchè questo Livorno, contro questo modesto Empoli, è troppo più “squadra”. I primi minuti a dire la verità dicono il contrario, poi ingenuo fallo di Romeo su Paulinho (spalle alla porta, ndr) e  dal limite Siligardi segna l’1-0. L’Empoli sbanda e rischia il 2-0, poi si assesta ma non punge. Nella ripresa gara leggermente più equilibrata con gli azzurri che però non danno mai l’impressione di poter essere pericolosi a causa di un modulo (4-4-1-1) che inizia a far bubbolare anche i più ottimisti. Poi quando si presentano davanti al portiere altrui sono anche sfortunati: clamoroso palo di Pucciarelli. La partita svolta a favore dei labronici definitivamente quando sugli sviluppi di un angolo Emerson trova il gol della domenica dai 30 metri; gravi colpi della difesa azzurra lenta ad aggredire il brasiliano del Livorno che ha tutto il tempo di controllare palla, mirare e tirare (e anche Dossena non sembra proprio perfetto!). Gli azzurri trovano qualche minuto dopo l’1-2 con Cori: tap-in vincente dopo una magia di Pucciarelli. Ti aspetti così un Empoli diverso come a Novara ed invece esce fuori il carattere del Livorno che mette a nudo nuovamente tutti i limiti strutturale di un Empoli troppo poca cosa per la B. Paulinho sbeffeggia la difesa azzurra per il 3-1, poi Bigazzi ipnotizza Regini e buca sotto le gambe Dossena per il 4-1. Il gol di Spinazzola del 4-2 in pieno recupero è buono solo per gli statistici del calcio, per l’ex Juve che segna il primo gol in B con l’Empoli, ed è frutto del calo di tensione dei livornesi ormai con la testa negli spogliatoi. Brutta, brutta situazione, contro la Ternana (0 gol in quattro partite) l’Empoli si presenta con la peggior difesa del campionato: 10 reti al passivo.

Montaggio sintesi Gabriele Guastella.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy