Da alcune settimane, per non dire mesi, si sente parlare spesso, legati alle campagne abbonamenti delle varie società, di vaucher.

I voucher, in parole spiccie, sarebbero una sorta di abbonamento ridotto, sul quale non graverebbe tutto l’iter della tessera del tifoso e che permetterebbe a chi lo sottoscrive, di poter acquistare un numero, seppur limitato, di partite, senza dover acquistare di volta in volta il biglietto ed a prezzi più modici.

 

Anche ad Empoli se ne sta parlando perchè la fetta più calda del tifo azzurro gli avrebbe chiesti alla società come implementazione alla campagna abbonamenti, per coloro che per scelta, non voglio sottoscrivere la già citata tessera del tifoso.

Abbiamo avuto modo di parlare con Francesco Assirelli, responsabile della biglietteria dell’Empoli, per capire un po’ di più a che punto è la società in questa direzione e cosa realmente si può fare con questi vaucher.

 

Allora Francesco, come sempre la campagna abbonamenti è uno di quegli argomenti che in estate tiene banco. A che punto siamo?

Siamo alla definizione finale dei prezzi, che non dovrebbero discostarsi da quelli della passata stagione. A breve dovremmo essere in grado di comunicare pubblicamente l’apertura della campagna abbonamenti e far partire la prelazione.”

 

Prelazione che dovrebbe essere aperta a tutti coloro in possesso non solo del vecchio abbonamento ma anche a quelli che hanno acquistato il tagliando per il ritorno del playout..

Si questo è un regalo che ha voluto espressamente il Presidente Corsi, e noi con piacere saremo felici di rendere vecchi abbonati tutti quei tifosi che quella sera hanno dato un grande contributo alla permenza in B.”

 

Si parla di voucher. In questa direzione l’Empoli come si sta muovendo ?

Ci stiamo muovendo come sempre si fa verso le novità. Stiamo raccogliendo le prime informazioni e ci stiamo interfacciando con la Lega e gli altri club per capire meglio le potenzialità e le criticità del prodotto.”

 

Però ci confermi che la cosa sarà fattibile, visto anche lo sdoganamento da parte dell’Ossevatorio?

Si, è una cosa che si farà. Sarà quindi possibile per i tifosi, parallelamente all’abbonamento, sottoscrivere questa forma di fidelizzazione non costituente Tessera del Tifoso. Sarà di fatto una card elettronica da passare sotto il tornello come avviene già con abbonamenti e biglietti e potrà contenere un numero massimo di 10 eventi.”

 

Spigaci meglio questo ultima parte…

Su questa card elettronica, il tifoso potrà decidere di acquistare un pacchetto di partite, ripeto per un massimo di dieci. Le gare dovranno essere consecutive, quindi non ci sarà la discrezione del tifoso di scelgliere gli eventi ma partirà dalla prima gara cronologicamente dopo la sottoscrizione per le dieci a venire. Al termine dell’ultima gara la card scadrà e ne dovrà essere fatta una fisicamente nuova.”

 

Come prezzi?

” Come prezzi cercheremo di mantenere lo stesso prezzo/gara per gli abbonati, quindi alla fine sarà di fatto come un abbonamento.”

 

Commercialmente ci sarà il vincolo con una banca?

No, non ci sarà nessun legame con alcun istituto finanziaro. La card, quando saremo apposto per le emissioni, si farà da noi e da noi verrà consegnata al tifoso.”

 

Tempi?

Dico subito che difficilmente riusciremo ad essere pronti per la prima di campionato, se tutto va bene dalla terza/quarta sarà possibile iniziare a fare sottoscrivere i vaucher.”

 

Ricordiamo che però che questi non permetteranno comunque di andare in trasferta quando ci saranno le limitazioni…

No, per questo tipo di situazione resta ancora necessaria la sottoscrizione della Tessera del Tifoso. Il Vaucher, da un punto di vista, diciamo legale, seppur nominativo e con allegata l’immagine fototessera del titolare, non passa per la questura, a differenza appunto della prima. Sarà comunque un’ottima opportunità per comodità e per un discorso di risparmio.”

 

Grazie e ci aggiorniamo a quando verrà ufficializzato il tutto…

Si, a quel punto potremo dare informazioni anche più precise.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUFFICIALE | Cesaretti resta in Lega Pro
Articolo successivoUFFICIALE | Furlan al Viareggio
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Rispetto totalmente il pensiero ultras, ma io ho la tessera da 2 anni e a parte i 10 minuti spesi in banca quando me l’hanno consegnata non ho mai avuto problemi ma solo vantaggi, mai una fila mai una rottura di cogl..ni.
    Naturalmente non sono a favore di questo strumento ma non credo nemmeno che sia il diavolo, con il massimo rispetto per l’opinione altrui credo che sia una battaglia che porta problemi solo a chi la combatte.

  2. sai Fucecchio, a volte le cose non vanno osteggiate solo se portano o meno vantaggi, ma anche per dei princìpi che devono essere sempre, e ad ogni costo, salvaguardati. Il fatto che “…se vuoi andare in trasferta è così, altrimenti nisba” non è da libera democrazia. Quando un giorno l’Italia diverrà una dittatura (non ne siamo poi molto lontani) allora starò zitto, non prima di allora però.
    Il fatto fosse legata ad una banca era uno dei motivi per la quale non mi è mai andata giù, eliminato questo ne rimangono altri da estirpare.

  3. Ragazzi, io sono un anticonformista per natura ed anche a me non piacciono etichette ed imposizioni. Però mi metto il casco, mi metto la cintura, vado a 50 dove c’è da andare a 50 etc etc…c’è da fare la tessera per fare l’abbonamento, la faccio perchè alla fine non mi cambia la vita, se a voi, ad alcuni di voi cambia, c’è da chiedersi il perchè?

  4. …non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire oh……mi sono pure stufato di spiegare perchè a diversi non va giù la tessera, e più volte. Ora, dato che quelli che scrivono qui sopra, son sempre più o meno gli stessi, mi vien da dire che spreco solo tempo. Tanto, la frase che va per la maggior qua sopra è “se un avete nulla da nascondere fatevela….”, più di codesto un sapete di’. Fortunatamente, conosco anche gente di una certa età, illibata dal punta di vista penale (visto che sono convinto che molti di voi pensano che chi protesta sia tutta gente casinista) che s’è rifiutata di sottoscrivere l’abbonamento a simili condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here