La gara con la Roma ci ha dato molta fiducia, sappiamo che non è un momento facile e questo punto ci carica ancora di più anche perchè stiamo bene. Non era facile, la Roma è forte, siamo entrati con la consapevolezza che potevamo fare risultato ed alla fine siamo stati molto soddisfatti della nostra prova. Per me giocare è un divertimento, lo è sempre stato fin da quando ero ragazzo e certo ora essere in serie A ti da grande soddisfazione, se penso che ho fatto il raccattapalle per la prima squadra ed ora sono io a giocare li. A Pescara sarà una battaglia ma dobbiamo viverla come come viviamo tutte le partire, la stiamo preparando senza caricarla troppo anche se vogliamo tornare a vincere. Loro giocano bene, sarà una bella partita e noi stiamo cercando di prepararla per colpirli negli spazi che ci lasceranno perchè anche loro giocheranno per vincere come d’altronde noi pero’ non rinunciando al nostro gioco. Le partite sono strane, il momento è particolare, sicuramente abbiamo raccolto meno di quanto seminato, il momento è questo ma sono convinto che continuando a giocare bene i risultati arriveranno presto. E’ normale che ci sia concorrenza anche se non mi piace chiamarla cosi, il mister deve fare delle scelte ed io cerco di lavorare per farmi trovare pronto e ricambiare la fiducia quando vengo chiamato. Devo migliorare tanto e dagli errori che commetto imparo e cerco di non ripeterli nelle gare successive, ripeto, devo lavorare tanto perchè non si finisce mai di imparare e di crescere. Non penso alla nazionale e quindi all’eventuale partenza a gennaio per la Coppa d’Africa. Una persona a cui devo tanto è il prof. La Rocca che mi ha fatto sentire subito a casa quando sono arrivato qua ad Empoli nel 2010.

1 commento

  1. Come Martusciello e Carli deve essere un fan della grande Mina…Parole Parole Parole..soltanto Parole.
    Nelle prossime settimane mi aspetto il fan club aumenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here