Il Brescia, prossimo avversario degli azzurri, con la vittoria di sabato sabato 14/1 a Vicenza nella 22° giornata di campionato, ha raggiunto  il traguardo delle 2000 partite in serie B, oggi siamo a 2001.

 

E’ la squadra italiana con maggior esperienza tra i cadetti, nei quali sta disputando il suo 54° torneo.

Alle sue spalle si trova il Verona con 1919 partite in 51 partecipazioni. Il Brescia prende parte per la prima volta alla B nella stagione 1932/33, dopo la retrocessione dalla A 1931/32 in conseguenza dello spareggio perso col Bari. Esordisce il 18 settembre 1932 vincendo 3-1 sul campo della Comense. Al termine del campionato otterrà (col 2° posto finale) l’immediato ritorno nella massima serie. Sarà la prima delle sue 11 promozioni in A (vanno però ricordate anche 2 retrocessioni in C). In 2000 incontri (spareggi esclusi) le vittorie sono state 759 (38%), i pareggi 669 (33%), la sconfitte 572 (29%), le reti realizzate 2490 (media 1,24), quelle subite 1941 (media 0,97). Il periodo più lungo di permanenza ininterrotta del Brescia nella serie cadetta è stato di 18 stagioni (dal 1947/48 al 1964/65).

Massimo Girgenti – calciostatistiche blog

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie Bwin: news di mercato
Articolo successivoAddio tessera del tifoso?
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

3 Commenti

  1. Tutta la gerialla degli archetipi per poi dire che gli stereotipi cacca pupù? mah, non so.Io non credo che la formula attaccante moderno manchi di potere descrittivo, credo semplicemente che indichi in maniera un po' enfatica e semanticamente misteriosa l'attaccante che aiuta la squadra pressando, rientrando in fase di non possesso, possibilmente iniziando la manovra in fase di possesso nella tre quarti avversaria. L'unico potere evocativo del termine è l'opposizione a un ipotetico attaccante pre-moderno che, si presume nel passato, stava impalato davanti, e non è che sia una descrizione del tutto sbagliata dell'attaccante medio di 20 anni fa o più. Sbaglio?Piuttosto, qualcuno mi sa dire se CR7, nel fantacalcio spagnolo, è centrocampista? Questa sì che sarebbe materia di riflessione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here